Elenco blog personale

mercoledì 1 giugno 2016

Doppia recensione.

Ciao cari lettori, oggi posto due recensioni che ho salvate su pc da una settimana.
Buona lettura :-)

Titolo: Te lo dico sottovoce
Autore: Lucrezia Scali
Prezzo: € 8,41
Genere: Romantico
Pagine: 278
Voto: 7

Trama:

Mia ha trent'anni, alle spalle storie d'amore che non hanno lasciato bei ricordi, e una madre che le organizza appuntamenti al buio, forse spinta dal senso di colpa per non averle mai dato l'affetto di cui aveva bisogno. Ogni notte sogna il suo principe azzurro, ma la mattina si sveglia accanto a un meticcio con le orecchie cadenti e il pelo ispido. Durante il giorno, invece, gestisce una delle cliniche veterinarie più conosciute di Torino e coordina l'attività di pet therapy presso l'ospedale locale. L'amore, quello vero, sembra proprio non arrivare nella sua vita. O almeno così pensava Mia, prima di conoscere Alberto, un medico affascinante, e Diego, un poliziotto che si è appena trasferito a Torino dalla Puglia. Cupido sta finalmente per scagliare la sua freccia: riuscirà a colpire il cuore dell'uomo giusto per Mia?

Recensione:

Mi avevano detto che questo libro era bellissimo così mi sono convinta a leggerlo visto che lo avevo in libreria da qualche mesetto.
Siccome ultimamente cerco di variare molto le letture, dopo diversi fantasy, mi sono detta: “Ci vuole un goccino di romanticismo” e ho scelto Te lo dico sottovoce.
Ok, l'ho scelto anche per il personaggio peloso, Bubu, che ho scoperto esserci per tutto il libro ;-)
Devo ammettere che, questa volta, ho scelto bene.
La storia è carinissima e a tratti decisamente toccante sia per gli animali che Mia salva grazie al proprio lavoro, sia per i bambini malati con cui si trova a lavorare.
Alcuni passaggi mi hanno colpita e fatto venire un po' di magone lo ammetto.
Te lo dico sottovoce non è il solito romanzetto smielato ma bensì un'insieme di cose racchiuse in un unico libro.
Ho riso anche mentre leggevo alcune parti decisamente divertenti per cui non potevo proprio parlarne male e non mi sono annoiata per niente.
Nonostante questo, purtroppo, i romanzi di questo genere tendo a trascinarmeli per diversi giorni, ripeto questo è proprio carino ma alla fine mi ha lasciato poco a livello di sentimenti, è stata una piacevole lettura ma nulla di più.
Spero che un giorno troverò un romanzo romantico che mi lasci entusiasta...chi cerca trova, così dicono.
Comunque sia lo consiglio a chi ama queste storie leggere.
Sicuramente lo ricorderò e lo consiglierò alle più romantiche.
Di questo libro mi è piaciuta la vena malinconica, la paura di Mia (la protagonista) di amare di nuovo, il cambiamento caratteriale che ha subito in seguito ad una bruttissima esperienza e, come ho già detto, il tema dei bimbi malati mi ha toccata molto.
Però ho amato anche la vena ironica e divertente che portava spesso Bubu a creare situazioni davvero buffe.
Molto molto carino davvero.

Le frasi più belle tratte dal libro:

L'importante è non avere rimpianti perché non è giusto stare con qualcuno che non ti rende felice. Ognuno merita la parte migliore di noi.

C'era un mondo sconosciuto dentro quello sguardo, un universo nel quale potevo tuffarmi e riemergere senza averne comunque appreso l'essenza. Diego era un enigma da sciogliere.

Affiorarono dei ricordi, non vedevo più una stanza sconosciuta, ma mio nonno seduto sull'orlo della sedia che stringeva con le dita tremanti la mano della moglie.
Ne avevano passate tante assieme. Non si rassegnava all'idea di perdere quel dono che la vita gli aveva offerto. Pregava di poter lasciare con lei quel mondo che non gli apparteneva più, per stare con la donna che gli aveva rubato il cuore tanti anni prima.

Mia, imparerai che la vita è una continua fonte di sorprese. Non serrare il tuo cuore, ascolta sempre gli altri e concedi loro seconde possibilità. A volte gli occhi mentono e vogliono vedere solo quello che si impongono.

Pur prigioniero di quella malattia, niente sembrava scalfire la sua corazza di bambino. Non aveva paura. Esibiva il sorriso più abbagliante che avessi mai visto.

Anche le brutte esperienze ci insegnano qualcosa, sempre. Sono proprio quelle che ci aiutano a crescere e a gioire delle cose belle.
Avrai una vita piena di belle cose, alcune talmente grandi che penserai di non meritarle. Cerca di essere felice ogni giorno della tua vita, e non credere mai che una cattiva notizia possa strapparti di mano quella felicità. Accetta ciò che viene e sorridi, perché sei viva.

Lui non era un cane, era il mio cane. Bubu era bellezza priva di ostentazione e forza priva di ferocia. La tenacia e l'indistruttibilità della roccia, ma con la leggerezza di una piuma. Una creatura meravigliosa, donata per rendermi una persona migliore.

La vita è fatta di capitoli, alcuni lunghi e magnifici, altri brevi e dolorosi. Non ti aggrappare a un ricordo. Non puoi sapere quello che il futuro ha in serbo per te.

Lo sguardo di ogni cane che avevo salvato raccontava molto più di quanto un uomo sarebbe stato capace di dire a parole.

Dicono che il cuore sia l'organo più potente al mondo, e il più fragile da rompere. Il tuo è stato spezzato tante volte ma sono certo che può aggiustarsi.

Certe scelte era il cuore a prenderle.

Non riuscivo a parlare. Un cuore che si spezza lo fa in silenzio.

Seconda recensione:

Titolo: La profezia dei cinque draghi
Serie: I Regni del Fuoco
Autore: Tui T. Sutherland
Prezzo: € 15,00
Genere: Fantasy
Pagine: 365
Voto: 8

Trama:

Le tribù dei draghi sono in guerra da generazioni per la successione al trono del Regno. Seguendo una misteriosa profezia, però, il gruppo di ribelli chiamato Artigli della pace è determinato a porre fine alla sanguinosa battaglia.
Così cinque cuccioli di tribù diverse vengono rapiti ancora nelle loro uova, nascosti per anni in una caverna segreta e chiamati, contro la loro volontà, all'estremo sacrificio per riportare la pace. Ma quando un pericolo minaccia la più debole del gruppo, i cinque prescelti decidono di rovesciare il loro destino...

Recensione:

Sapevo già che questo libro mi sarebbe piaciuto, considerato che è un fantasy, a tema draghi, non poteva proprio non piacermi.
Infatti ne sono soddisfattissima, una bella lettura, entusiasmante e ben scritta che mi ha fatta sognare.
Mentre leggevo mi immaginavo tutto quanto, proprio come se stessi guardando un film o, ancora meglio, come se fossi io stessa un personaggio del libro.
Sutherland è stato davvero bravissimo, ha uno stile davvero speciale, descrive bene i personaggi senza renderli pesanti e differenziandoli bene l'un l'altro, ha molta fantasia e ha messo su una storia incredibilmente originale.
Non mi aspettavo che fosse così bello seriamente, mi ha stupita e colpita, tanto che seguirò certamente tutta la serie, anche se è lunghissima.
Ve la consiglio se amate il fantasy estremo, dato che si parla di draghi parlanti e assolutamente paragonabili agli umani.
Io l'ho adorato!

Ma immagino che per farvi capire qualcosa di questo libro devo assolutamente citare le categorie di draghi citati.
Le tipologie di draghi sono:

Ali di Fango
Ali di Sabbia
Ali di Mare
Ali di Cielo
Ali di Pioggia
Ali di Ghiaccio
Ali di Notte

Dovreste vedere le illustrazioni del libro, sono spettacolari veramente! Mi hanno affascinata, ma io sono di parte visto che adoro il tema draghi.
Ebbene, dovete sapere che i personaggi sono cinque, appunto i cinque draghi della profezia, che hanno il compito di fermare la sanguinosa guerra scatenata dalle tre sorelle Cynere, Flamma e Arden, contendenti per il trono di regina del Regno di Sabbia.
I cinque draghi sono:

Clay Ali di Fango
Tsunami Ali di Mare
Glory Ali di Pioggia
Sunny Ali di Sabbia
Starflight Ali di notte

Ovviamente facendo parte di una serie immagino che rincontrerò vari personaggi quindi non posso non dirvi i miei preferiti.
Sono rimasta piacevolmente colpita dalla forza, e talvolta aggressività, di Tsunami che è diventata uno dei miei draghi preferiti in assoluto, ma anche Clay non mi dispiace.
È davvero una storia coinvolgente, parlarne oltre sarebbe inutile perché non riuscirei a descrivervi altro senza scendere nei dettagli.
In poche parole è un libro imperdibile a parer mio, se amate il genere.
Non vedo l'ora che esca il secondo volume, speriamo non dover attendere molto.

Cari lettori, per oggi è tutto, vi saluto e vi do appuntamento a domani con un nuovo post.
Un bacione dalla vostra Cry.


2 commenti:

  1. Ola :),
    Cavoli vorrei tanto leggere I Regni di Fuoco devo comprarlo assolutamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credimi, è bellissimo e scritto davvero bene :-)

      Elimina