Elenco blog personale

mercoledì 30 novembre 2016

Resoconto del mese.

Novembre

LE LETTURE DEL MESE:

Scusa ma ti amo troppo
Seta
La distanza tra me e te
Miss Peregrine la casa dei ragazzi speciali
Non smettere mai di sorridere
Insieme a te


LE LETTURE MIGLIORI DEL MESE:

Insieme a te.
Bellissima serie davvero.
La distanza tra me e te.
Amo sempre di più lo stile e le storie di Lucrezia Scali


LE LETTURE PEGGIORI DEL MESE:

Seta.
Non ho davvero capito molto di questo libro e me ne dispiaccio perché tutti ne parlano bene.

I PERSONAGGI CHE HO AMATO:

-Millard il ragazzo invisibile di Miss Peregrine
- Cary di Insieme a te
-Andreas di La distanza tra me e te


I PERSONAGGI CHE HO ODIATO:

- Isabel di La distanza tra me e te
- Hervé di Seta

LA COPERTINA MIGLIORE:

Scusa ma ti amo troppo. Questa copertina è semplicemente meravigliosa, mi mette tanta allegria.
Anche la copertina di Miss Peregrine non è male, direi suggestiva.

LA COPERTINA PEGGIORE:

Quella di Seta. Sinceramente la trovo troppo semplice e tutto quel bianco mi inquieta e mi da una sensazione di vuoto, anche la farfalla non è disegnata come piacerebbe a me.

LE SERIE/TRILOGIE INIZIATE QUESTO MESE:

Miss Peregrine la casa dei ragazzi speciali

GLI ACQUISTI DEL MESE:

- I regni del fuoco- La principessa perduta di Tui T. Sutherland
- La saga del dominio- le lame di Myra di Licia Troisi
- Fairy Oak Il potere della luce di Elisabetta Gnone
- Avrò cura di te di Chiara Gamberale e Massimo Gramellini
- Il cane che arrivò per Natale di Megan Rix
- I rami del tempo di Luca Rossi
- Fuga dal Paese delle meraviglie di Elisa Puricelli Guerra
- Il sentiero del bosco incantato di Rosamunde Hodge
- Fangirl di Rainbow Rowell
- Il trono di ghiaccio – La corona di mezzanotte -La lama dell'assassina di Sarah J. Maas
- Storie di gatti di James Herriot
- è solo una storia d'amore di Anna Premoli
- Shadowmagic di Joshua Khan
- Hania il cavaliere di luce e Hania la strega muta di Silvana De Mari
- Seta di Alessandro Baricco
- Imperfetti innamorati di Elisa Trodella e Loretta Tarducci
- I nostri giovedì al parco di Hilary Boyd

I LIBRI AVUTI IN REGALO O PRESTITO.


Sono davvero felicissima di dire che ho ricevuto in regalo dall'autrice stessa Non smettere mai di sorridere di Laura Sulis.


Con questo il resoconto del mese è terminato lettori, io vi saluto e vi mando un abbraccio, a domani!

martedì 29 novembre 2016

I miei consigli.

Ciao lettori, come state?
Io bene, con il primo freddo inizio a godermi le giornate accanto al fuoco, con un bel libro in mano e, magari, la pioggia che batte sui vetri. Non riesco ad immaginarmi scenario migliore!
Purtroppo tra gli impegni di lavoro e il resto non riesco a leggere tanto quanto vorrei e la mia pila di libri da leggere si sta facendo mese dopo mese sempre più alta.
Pensate che questo mi distolga dal comprarne altri nuovi? Assolutamente no!
Io persevero e compro, compro e compro...
meglio che la smetta di ciarlare e passi subito all'argomento di oggi, come ben sapete il martedì tocca alla rubrica I miei consigli ma, questa volta avevo voglia di apportare alcune modifiche: non mi accontenterò di consigliarvi tre libri ma bensì 10 saghe/serie/trilogie che ho amato e che vi voglio far conoscere.
Ecco cosa ho scelto per voi miei cari lettori.

I miei consigli.

1) Harry Potter di J.K. Rowling

so che vi ho parlato alla nausea di questa saga che mi ha fatto innamorare da piccola ma sono fermamente convinta che bisogna proprio leggerla. È una storia carica di magia, di azione e di buoni insegnamenti che vi farà volare sulle ali della fantasia e vi porterà a sognare come non avete mai fatto prima. Quindi se non l'avete ancora letta non indugiate oltre e tuffatevi subito in Harry Potter e la pietra filosofale!


2) Il Mondo Emerso di Licia Troisi

anche questa la cito di continuo, mi ha troppo segnato per non citarvela. È composta da tre trilogie: Le cronache, Le guerre e Le leggende del Mondo Emerso.
Se non l'avete mai letta non potete davvero capire cosa sia quest'opera fantasy!
Azione, sentimento, magia, misticismo, personaggi incredibili, creature tra le più diverse mai esistite, tutto questo è il Mondo Emerso della Troisi.
Cazzutissime le tre eroine delle varie trilogie, Nihal, Dubhe e Adhara, una diversa dall'altra ma unite dalla stessa voglia di portare la pace nel mondo.
Potrei parlarvi per ore di questa saga ma non voglio annoiarvi troppo quindi passo al 3° punto.
3) Tangled series di Emma Chase

qui passiamo dal fantasy al romance un po' erotico e un po' romantico ma anche tanto divertente.
Sono rimasta affascinata dallo stile della Chase, dall'ironia dei personaggi e dal modo buffo di evidenziare le differenza tra uomo e donna. Mi sono divertita così tanto che questa serie è finita tra le mie preferite di sempre.
4) Evernight di Claudia Gray

ho letto questa saga diversi anni fa e mi era piaciuta molto, principalmente i primi due volumi.
L'ho letta sulla scia del tomentone vampiresco Twilight, all'epoca non si leggeva se nei libri non vi era almeno un vampiro.
Sicuramente l'ho amata molto di più rispetto a Twilight per la sua storia frizzante e giovanile, per i suoi drammi più leggeri e per i suoi colpi di scena.
È una saga davvero carina.
5) Fallen di Lauren Kate

so che a non tutti è piaciuta questa saga ma io l'ho davvero adorata, specie il volume Passion dove le vite vissute da Daniel e Lucinda vengono finalmente citate e vissute anche dal lettore.
L'ho divorata e sono rimasta soddisfatta dello svolgersi dei fatti e del finale. Sono venuta a conoscenza dell'esistenza di uno spin-off sulla vita del mio personaggio preferito, Cam, ma non so davvero quando uscirà in Italia.
6) Fairy Oak di Elisabetta Gnone

mi rendo conto di aver citato praticamente solo fantasy ma io adoro leggere questo genere quindi non ci posso fare nulla.
Fairy Oak è una trilogia stupenda che mi ha fatto sognare e mi ha trasportata in un mondo carinissimo abitato da graziose streghe, maghi e fate.
A volte mi piace pensare che un mondo simile esista davvero, sarebbe straordinario!

7) Crossfire series di Sylvia Day

non leggo molti erotici ma questa serie mi ha fatta affezionare ai suoi personaggi e non ho potuto fare a meno di leggere tutti e 5 i volumi.
È molto simile a 50 sfumature senza però il bondage e credo sia proprio questo ad avermela fatta apprezzare, il suo lato soft mi ha reso la lettura più gradevole.
Se vi interessa saperne di più potrete trovare la recensione di Insieme a te (l'ultimo libro) fra una settimana.

8) La stirpe di mezzanotte di Lara Adrian

ancora vampiri in una serie urban fantasy che mi ha accompagnata per anni.
Non è ancora completa ma ho deciso di consigliarvela ugualmente visto che i volumi sono così tanti che potrete tranquillamente leggerli nel frattempo che vengono pubblicati quelli nuovi.
Qui si parla si di vampiri,ma anche di maschi alfa, forti, letali e passionali da morire e delle Compagne della Stirpe, ovvero le uniche donne in grado di formare una coppia con loro. Il bello di questa serie è che ogni libro ha come personaggio un componente diverso della squadra e potrete conoscerli nel profondo uno per uno.
9) One week girlfriend series di Monica Murphy

finalmente un altro romance da consigliarvi. Con questa serie ho conosciuto la Murphy e mi sono affezionata alla storia di Fable e Drew che è riuscita a farmi apprezzare un genere che difficilmente amo.
Ne vale davvero la pena di leggerla perché tocca anche temi delicati e fa capire come l'amore può essere più forte di tutto il resto.

10) Shining e Doctor Sleep di Stephen King

non potevo non citare questa duologia che mi ha incollata alle pagine ed ho letto tutto d'un fiato.
Sapete che io amo l'horror e Shining mi ha fatto rabbrividire fino alla radice del capelli, parola mia.
Se cercate emozioni forti e luoghi da paura leggete questa duologia.

Bene amici lettori, con questo è tutto. Ci sarebbero state altre mille saghe da consigliarvi ma ho scelto quelle a cui sono più legata sperando di avervi dato qualche utile consiglio.

Ci leggiamo domani!

lunedì 28 novembre 2016

Recensione Once upon a zombie- Il colore della paura.



Titolo: Il colore della paura
Serie: Once upon a zombie
Autore: Billy Phillips & Jenny Nissenson
Genere: Fantasy
Prezzo: € 14,90
Pagine: 350
Voto: 9

Trama:

Impiegabili avvistamenti nei cimiteri di tutto il mondo... Il sito web unexplainablenews.com ha riferito di strani fenomeni avvenuti nei cimiteri di Scozia, Germania, Italia e Stati Uniti. Solo una persona sa cosa sta accadendo... e perché! L'individuo in questione conosce anche l'unica ragazza potenzialmente in grado di impedire una terribile, imminente catastrofe. Ma ci riuscirà? Fiato poco, paura tanta... Quando la mamma di Caitlin Fletcher scomparve (o se ne andò?) quattro anni prima, anche tutto l'ossigeno del mondo sembrò svanire con lei, o almeno così parve a Caitlin. Da allora Caitlin soffre di attacchi d'ansia che la lasciano senza fiato. E il recente trasferimento a Londra con il papà e la sorellina cervellona minaccia di portare con sé nuove situazioni di panico. Ormai Caitlin va in ansia alla sola idea... di poter andare in ansia! Un tormentoso viaggio in un'altra incredibile dimensione... La vita di Caitlin prende una piega bizzarra quando si ritrova costretta con l'inganno a calarsi in una "tana di coniglio" che la condurrà in un universo fatato, assolutamente meraviglioso... be', se non brulicasse di selvaggi zombie con gli occhi iniettati di sangue! 

Recensione:

Premetto che non conoscevo la serie tv Once upon a zombie e quindi non avevo idea di cosa parlasse la storia. Ho comprato questo libro perché mi sono innamorata della copertina dai toni decisamente gotici e misteriosi, e voi sapete quanto io amo queste cose! Potevo forse resistere? Direi di no...inoltre è capitato a fagiolo proprio per Halloween! ;-)
Già alle prime pagine sono stata catturata letteralmente dalla storia, mi sono immersa appieno nella storia di Caitlin e non l'ho più mollato finché non l'ho terminato.
Caitlin è un personaggio piuttosto complicato, pieno di paure, ansie e fobie, insomma non è certo l'eroina che tutti si aspetterebbero di vedere. Devo ammettere che come protagonista non mi ha convinta più di tanto, io preferisco le protagoniste “cazzute”, quelle forti e determinate e con lei non sono entrata in sintonia purtroppo.
Ma ciò non toglie affatto che il libro mi sia davvero piaciuto tantissimo.
Personaggio che mi ha attratto maggiormente è Natalie, la sorellina sapientona e decisamente più coraggiosa della sorella, l'ho trovata originale e molto acuta.
Però vorrei concentrarmi sulle vere “star” del libro, ovvero le principesse zombie: Raperonzolo, Biancaneve, Cenerentola e la Bella addormentata.
Sono loro le vere protagoniste secondo me, quelle che danno una svolta all'intera storia rendendola unica.
Prima fra tutti Raperonzolo che qui viene rappresentata come una leader, carismatica e con una soluzione per ogni problema. Rispecchia perfettamente la mia immagine di eroina perfetta che sotto la corazza nasconde un cuore grande come il mondo.
È lei che trova sempre il modo per uscire dai guai studiandone una più del diavolo.
Biancaneve è invece quella più delicata, più compassionevole delle quattro e devo ammettere che non mi è piaciuta più di tanto visto che io non amo il sentimentalismo portato allo stremo.
La bella addormentata beh...come si può descrivere una che si addormenta nel bel mezzo di una scalata??? direi che l'aggettivo che meglio le si addice è: singolare.
Ma arriviamo a Cenerentola... dovete sapere che io ho sempre trovato molto antipatica questa particolare principessa Disney che è anche una delle più popolari, ma qui gli autori si sono davvero superati annullando tutti quei lati mielosi che me la facevano odiare e l'hanno resa una buffissima zombie affamata, non vi dico le risate che mi sono fatta leggendo.
Insomma, l'hanno trasformata in una rozza ragazzotta sempre pronta a menare le mani quando occorre e con una lingua tagliente come pochi. Divertentissima davvero!
Mi spiace un po' che la Sirenetta, invece, abbia avuto una piccolissima parte, mi sarebbe piaciuto molto che fosse più presente ma magari sarò accontentata nel secondo volume??? chi lo sa.
Spero che esca prestissimo perché non vedo l'ora di leggere cosa succederà alla dolce Alice del Paese delle Meraviglie.
Once upon a zombie è una lettura secondo me da fare assolutamente perché originale, a tratti buffa, a tratti emozionante, che mi ha fatto sognare mondi nuovi e paesaggi dark proprio come piacciono a me.
E poi lo ammetto, voglio sapere se Jack e Caitlin proseguiranno la loro storia d'amore!
Tirando le somme cari lettori, l'ho trovato davvero un libro avvincente, il degno inizio di quella che penso sarà una serie.

Le frasi più belle tratte dal libro:

Lei evitava tutto ciò che la spaventava.


Il sole splende sempre, anche quando le nuvole lo oscurano. Invece di inseguire la luce trova le nuvole che la nascondono.

Bene amici lettori, per oggi il post è concluso, ci leggiamo domani! 😘

domenica 27 novembre 2016

Cover shift

Buonasera amici lettori!
Come state? Io oggi mi sono dedicata alla lettura, devo proprio portarmi avanti perché sono indietro con la TBR del mese, sicuramente non riuscirò a leggere i libri che devo e questo mi fa un po' arrabbiare...pazienza, spero di fare meglio a dicembre.
Ma bando alle ciance e andiamo al sodo con una nuova puntata di Cover shift.
Ho pensato per voi un bel "tour" delle copertine più belle di uno dei più famosi libri di sempre: Alice nel paese delle meraviglie.
Vediamo cosa ho trovato in giro per la rete.

🐈🐰


🐇🍄


 🌈

😵 😸

💞

Queste sono le cover più carine che ho trovato, è davvero difficile scegliere la più bella, sono tutte meravigliose a parer mio ma appena ho visto la 2° immagine, quella scura con il disegno rosa pastello, ne sono rimasta affascinata 😍
Non disdegno però anche la 5° che trovo davvero particolare, quasi tetra.
Alice nel paese delle meraviglie io lo possiedo nella versione subito sopra riportata, questa azzurra con le rose bianche dipinte di rosso, dentro vi è anche una mappa carinissima! 

Bene amici, questo era il mio Cover shift, fatemi sapere qual'è la cover che più vi piace e quella che possedete o se ne conoscete altri tipi.
Noi ci leggiamo domani, bacioni dalla vostra Cry.💙😗

sabato 26 novembre 2016

5 cose che...


5 libri che hai amato da bambina

1)

L'intera saga di Harry Potter! Dire che l'ho amata è dire poco, per anni mi sono immersa nel mondo magico di Hogwarts e, prima o poi, voglio rileggermela tutta da capo.

2)

Il piccolo principe mi ha catturata con la sua dolcezza e mi ha davvero insegnato moltissimo attraverso poche pagine, mi sono innamorata delle illustrazioni e del simpatico e delicato ometto venuto da un altro mondo :-) 

3)

La fabbrica di cioccolato mi ha letteralmente affascinata, ricordo che quando lo lessi rimasi con un  palmo di naso: poteva davvero esistere una fabbrica del genere?
Ho sempre sperato che diventasse realtà, lo ammetto. Mi sarebbe piaciuto poter vedere lo svitato ma incredibile Willy Wonka all'opera. Anche il film mi ha regalato tante emozioni e, ancora adesso, ogni volta che lo danno in tv me lo guardo!

4)Risultati immagini per abbaiare stanca

Ho sempre amato gli animali, i cani principalmente, e tutto questo amore, sono sicura, mi è venuto dopo aver letto Abbaiare stanca. Il Cane mi è entrato nel cuore fin da subito e, solo recentemente, ho trovato il libro in un supermercato e me lo sono accaparrato. Purtroppo quando lo lessi il libro non era mio e non avevo più potuto rileggerlo per cui, quando l'ho finalmente trovato, mi si è aperto il cuore.

5) Risultati immagini per topolino giornalino

Non potevo non citare questo simpatico fumetto che ancora oggi mi tiene compagnia con i suoi personaggi allegri e spensierati.
Davvero un fumetto che tutti, e dico tutti, dovrebbero leggere.

Bene amici lettori, questi erano i miei 5 libri che ho amato da bambina, ho sbirciato anche sui vostri blog e spesso mi sono trovata d'accordo con voi sulle scelte fatte :-)
Buona lettura e ci vediamo domani 😗😗

venerdì 25 novembre 2016

Recensione Scusa ma ti amo troppo e La distanza tra me e te.


Risultati immagini per scusa ma ti amo troppo trama
Titolo: Scusa ma ti amo troppo
Autore: Elisa Trodella & Loretta Tarducci
Genere: Romantico
Pagine: 313
Prezzo: €5,90
Voto: 7

Trama:

Dopo la fine di una lunga storia, Stella passa molto del suo tempo tra casa e il negozietto vintage che gestisce con la sua amica Bea.
Una sera, nonostante le iniziali resistenze, Bea la convince a imbucarsi a una festa in un locale milanese. Una volta lì, come spesso accade, Bea si eclissa e Stella viene avvicinata da Giulio. Ne è quasi infastidita, mentre lui si rivela audace e la invita a bere. Sfiancata dalla sua insistenza, Stella cede e fa per seguirlo al tavolo, ma ecco che qualcosa di assolutamente imprevisto scioglie l’imbarazzo iniziale e la serata procederà al meglio. Contro ogni previsione i due cominciano a frequentarsi e, nel giro di poco tempo, Stella lascia Milano e si trasferisce da lui a Roma. Giulio è presissimo e Stella sembra mettercela tutta per far funzionare la storia, ma uno scherzo del destino la mette di fronte a una scelta davvero impensabile... Riuscirà a leggere dentro se stessa e ad ascoltare la voce del proprio cuore?

Recensione:

Ok, lo ammetto: ho comprato questo libro solo ed esclusivamente per la copertina ma, a mia discolpa, vi confesso che raramente succede.
Detto questo sono stata fortunata perché la storia è davvero carina tutto sommato.
Sapete che trovo i libri romantici tutti uguali, tecnicamente, seguono tutti lo stesso schema e questo non è molto diverso dagli altri ma ha qualcosa di particolare che a modo suo lo distingue dalla massa.
Innanzitutto mi è piaciuta molto Stella, la protagonista, un po' sfigatella, con tanti complessi sul proprio corpo, e, udite udite, zitella!
Sono quasi certa di dirvi con certezza che la maggior parte dei romance che ho letto ha per protagonista una donna mediamente fra i 25/30 anni, che ha avuto alle spalle una storia importante che le ha lasciato il cuore a pezzi, che ha problemi a socializzare, il cui massimo della serata è sprofondare nel divano con un buon libro...insomma la classica ragazza in cui io mi immedesimo perfettamente.
Ed è proprio qui che, caso vuole, la protagonista incontra Il Ragazzo Giusto! Miracolo!
Di solito la migliore amica (che nei romance non manca mai) è quella che dà la spinta finale alla suddetta zitella per far si che finalmente si smuova e vada a prendersi il suo lieto fine.
Ecco di solito è questo ciò che succede ultimamente nei libri romantici, ditemi se ho torto.
Qui però il filone ha qualche imprevisto, prende delle pieghe inaspettate che sicuramente rendono la storia molto più interessante rispetto a tutte le altre.
Per esempio Stella è consumata da continui dubbi riguardo i suoi sentimenti verso Giulio, il bel principe azzurro in questione, quindi non si tratta del solito amore pazzesco e fulminante, ma bensì di un amore che procede lentamente, giorno dopo giorno e certamente più credibile secondo il mio punto di vista.
Qui però entra in campo il famoso triangolo che tanto odio, un altro uomo si fa vivo mandando a rotoli tutti i piani e le speranze che vi sarete fatte fin ora.
E qui però ho trovato una pecca, secondo me le autrici hanno un po' osato con la fantasia rendendo questo triangolo davvero esagerato.
Ma caso vuole che nemmeno l'adorabile Stella riesca e evitare certi errori e quindi ad un certo punto mi sono decisamente arrabbiata con lei...odio, odio e odio i triangoli amorosi!
La storia però ha nuovamente una svolta tragicomica e ne viene fuori una cosa davvero al limite della realtà ma di cui non vi posso parlare altrimenti vi direi direttamente tutto e non posso proprio in caso lo voleste leggere.
Sappiate solo che alcune cose secondo il mio gusto e le mie idee sono esagerate.
Nonostante questo il finale mi è piaciuto davvero tantissimo perché, finalmente, mi ha stupita e sorpresa a tal punto da farmi ricredere su tutto il libro, che altrimenti avrei bocciato, l'ho trovata un'idea originale e alternativa.
Le due autrici hanno uno stile leggero e semplice ma davvero io ho un problema con i libri di questo genere che reputo troppo scopiazzati e troppo ripetitivi.
Speravo solo che la storia fosse un pochino più divertente, un po' alla Bridget Jones insomma, e invece mi sono ritrovata a chiedermi spesso: Ma com'è possibile che capitino tutte a lei?
Davvero troppe tragedie.
Da poco ho scoperto che Scusa ma ti amo troppo è il primo volume di una duologia e che il secondo volume, Imperfetti innamorati, racconta la storia della figlia di Stella.
Tirando le somme direi che il libro non mi è totalmente dispiaciuto e quindi penso proprio che leggerò anche il seguito sperando che non abbia colpi di scena altrettanto esagerati e che sia una storia più credibile.
Speriamo amici lettori, io incrocio le dita!

Frasi più belle tratte dal libro:

Non ero mai riuscita a portare a termine qualcosa, come se raggiungere un traguardo mi facesse paura, come se restare ferma e immobile mi tutelasse da eventuali errori e, alo stesso tempo, mi garantisse quello stato di torpore in cui, dopotutto, mi sentivo invulnerabile.

Ero stanca di lottare contro qualcuno che non intendeva nuocermi in alcun modo.

Per un inspiegabile motivo gli piacevo davvero, ed era irrilevante quello che avrei detto, fatto o indossato.

Andavo a dormire con la voglia di innamorarmi e di provare quelle sensazioni che da troppo tempo conoscevo solo tramite libri e film. Volevo sentire, provare, anche soffrire, piuttosto che vivere così, in silenzio.

Ero stata tanto tempo vicino ad un uomo sentendomi sola, ora mi sentivo avvolta da qualcuno seppure così lontano.

Le mamme difficilmente sono in grado di giudicarti.

Non aver timore di prendere nuove strade, anche mille, cercando quella giusta.

Ecco che mentre lo perdevo, prendevo realmente coscienza di quanto fosse prezioso.


Titolo: La distanza tra me e te
Autore: Lucrezia Scali
Prezzo: € 9,90
Genere: Romantico
Pagine: 277
Voto: 9

Trama:

Isabel abita a Roma: poco socievole, precisa, abitudinaria, programma la sua vita nel dettaglio. Non sopporta le sorprese, non le piace cambiare i suoi piani all’ultimo momento e considera l’imprevisto un vero nemico. Andreas vive in un piccolo bilocale a Torino, dove gestisce l’officina del padre. Ama la compagnia degli altri, il rischio e l’avventura. Due mondi incompatibili, uniti solo da una comune passione: i cani. Entrambi ne hanno uno, a cui sono legatissimi. Ed è proprio quando li accompagnano a una gara, che Isabel e Andreas s’incontrano. O per meglio dire, si scontrano, perché l’impatto non è dei migliori. Quasi per gioco, i due prendono a scriversi su Facebook. Brevi messaggi conditi da ironia e frecciatine. Sarebbe tutto perfetto, se Isabel non fosse sposata e Andreas fidanzato...

Recensione:

Della Scali avevo già letto Te lo dico sottovoce e mi era piaciuto, anche se non si è piazzato tra le mie letture preferite ma, con La distanza fra me e te, è riuscita a conquistarmi.
Non vi nasconderò che mi ha fatto provare mille emozioni diverse ed è proprio questa la sua forza.
Partendo dai personaggi che sono davvero unici e ben definiti, abbiamo la protagonista, Isabel, in cui io mi sono ritrovata in tanti aspetti del carattere, chiusa e con problemi a socializzare con gli sconosciuti, affezionata alla propria vita tranquilla, sicura delle sue scelte...almeno fino a quando arriva Andreas.
Andreas è senz'altro un personaggio carismatico, magnetico e sicuro di sé, uno che ama la vita e la morsica alla grande, e, purtroppo o per fortuna, quando si mette in testa una cosa lotta fino ad ottenerla.
E poi c'è lui, Mattia, il marito di Isabel. Un uomo preso dal proprio lavoro, con una stabilità famigliare, responsabile ma un tantino egoista.
Regina invece è la fidanzata innamoratissima di Andreas, talmente tanto da esserne quasi ossessionata.
Ecco, è proprio qui che esce fuori il triangolo ma, forse sarebbe meglio dire quadrato.
Come una storia d'amore contemporanea che si “rispetti” non poteva proprio mancare il classico: lei, lui, l'altro.
Ora, sapete quanto io odi i triangoli, i tradimenti e in generale chi tradisce la fiducia del proprio compagno/a e potete ben immaginare il mio livello di incazzatura in determinate parti del libro.
Ho avuto momenti in cui avrei voluto poter entrare nel libro e strangolare Isabel, gli lanciavo improperi di ogni genere ed è sicuramente finita dritta, dritta nella mia personale lista di personaggi più odiati di sempre.
È vero che mi ci sono ritrovata in alcune cose ma ciò non mi ha aiutato a renderla più simpatica purtroppo.
Ho odiato la sua indecisione, il suo tirare il sasso e nascondere la mano in continuazione, il suo essere poco sincera e superficiale in molti aspetti.
Sembrerà una contraddizione ma il fatto che questo libro mi abbia fatto infuriare ha decretato il suo successo, almeno mi ha lasciato qualcosa di tangibile, mi ha sconvolto e fatto pensare, mi ha innervosita ma anche emozionata, insomma mi ha regalato sensazioni e non è per niente facile trovare libri che lo sappiano fare davvero.
Andreas invece mi è piaciuto molto, il suo carattere forte e determinato mi ha affascinata ma, più di tutto, mi ha colpito la sua schiettezza e la sua lealtà.
Mi è piaciuto come la Scali ha dato voce ad un uomo vero e sincero, uno che, non appena si è accorto di essere innamorato, ha avuto il coraggio e il rispetto di chiudere una parte della sua vita.
Non vi posso aggiungere altro o vi racconterei l'intero libro, e io odio gli spoiler.
La mia simpatia è però andata a Mattia, ma penso sia normale da parte mia, mi sono sempre schierata dalla parte della “vittima” anche se di vittima non si può parlare in questo caso.
Nonostante tutto so di avere una visione decisamente troppo romantica delle cose (non essendo un tipo assolutamente romantico) a me piacciono le famiglie della Mulino Bianco, quelle sempre felici e contente.
Potrei davvero dilungarmi un sacco con questa recensione quindi la faccio breve.
Lucrezia Scali con il suo stile stupendo ha saputo farmi amare anche una situazione che in genere odio e quindi già per questo è una grande.
Ok, lo ammetto...il finale mi ha sorpreso e confuso perché non mi è molto chiaro.
Mi sono fatta un'idea tutta mia anche se avrei preferito fosse diverso.
Comunque resta una bellissima lettura che consiglio di cuore a chi ama le storie complicate ed emozionanti.
E poi la cara Lucrezia ha un pregio enorme: in ogni storia piazza un bel cane che vivacizza il tutto e non posso proprio non amare questa cosa, da vera amante degli animali.
Insomma lettori, se vi capita leggetelo, ne vale davvero la pena.

Le frasi più belle tratte dal libro:

Non esiste né il momento perfetto né la persona perfetta, è una una balla che raccontiamo a noi stessi quando qualcosa ci spaventa. Tu sei qui adesso, domani non lo so.

Lui c'è, solo che non riesci a vedere il suo corpo, ma il suo spirito è in ogni cosa che fai. Nel vento che ti accarezza il volto, nel profumo di una brioche, nel sorriso di una persona sconosciuta che incontri per strada, lui è ovunque.

Sono certa che il tuo cuore conosce già la risposta.

Lei era come un rovo di rose dalle radici forti, che si erge spinoso. Era bella da guardare, ma lasciava i segni.

Mi guadagnerò il mio lieto fine. Lotterò per non essere come uno di quei graffiti sulle pareti, logorato dal passare degli anni e dalle intemperie.

Solo perché non vivo all'insegna del divertimento o del rischio, non vuol dire che la mia vita valga meno delle altre.

Mi dimentico le cose. Il posto in cui ho parcheggiato la mia auto, quante uova servono per fare una torta, dove ho appoggiato le chiavi di casa, una parola che resta sulla punta della lingua. Eppure, in tutto questo disordine, non mi dimentico mai di te.

E poi arrivi tu, bussi e mi chiedi il permesso di accomodarti dentro la mia vita. Non ti stavo aspettando, ma non stare lì...entra pure.
Per quanto tempo hai intenzione di fermarti?

Volevo incrociare il suo sguardo e restare in silenzio, limitandomi ad ascoltare tutte le parole non dette.

Sto cercando di trovare un ordine al disordine che il tuo passaggio ha creato, e non so da che parte iniziare.

Tu vedi nero e io bianco, ma esistono infinite sfumature nella scala dei colori. Siamo noi a non volerle vedere.