Elenco blog personale

martedì 31 gennaio 2017

I preferiti del mese.

Ciao amici lettori,
come state? Io bene.
Sapete che per quest'anno ho il progetto di avviare qualche collaborazione e sono felice di annunciarvi che questa è una nuova rubrica mensile!
Con la dolcissima Rukias, di  abbiamo ideato una rubrica carina che non parli solo di libri ma bensì di tutte le cose che ci sono piaciute nell'arco del mese.
Inutile dire che c'era bisogno di qualcosa di innovativo e introdurre argomenti che non siano solo libreschi, penso possa interessarvi.
Vi piace l'idea?
Ovviamente vi invito ad andare a leggere anche il post di Rukias per vedere quali sono i suoi preferiti del mese! ;)

I preferiti del mese.
(rubrica in collaborazione con Rukias nel mondo dei libri)

1) Il cappottino invernale

Con il freddo è arrivato il momento di indossare il cappottino nuovo che desideravo da una vita, mi piace moltissimo, mi dona un tocco di eleganza e lo si può abbinare con tutto.

2) Stringhe colorate da abbinare alle sneakers

è vero che amo il nero ma sapete che adoro gli opposti, quindi viva le stringhe rosa fluo e viva i teschietti che adoro tantissimo in tutte le salse!

3) La mia sciarpa di lana

Da sempre ho una passione per sciarpe e foulard e, questo mese, ho usato spesso questa morbida e calda sciarpa bianca per proteggermi dal freddo pungente.

4) Bracciali più indossati

A gennaio ho messo praticamente sempre questi due bracciali che mi rappresentano molto, da una parte quello con il cagnolino (i miei animali preferiti) e dall'altra quello in cuoio e strass (adoro lo stile da rocker).

5) La nuova agenda di Pucca

Anno nuovo, agenda nuova no? Ebbene, sono incappata in questo simpatico diario e ho deciso che sarebbe stato il mio diario degli appunti per il 2017. Lo adoro!

6) Miglior foto della libreria

Finalmente sono riuscita a fare un po' di ordine nella mia libreria e ad aggiungere qualche libro alla mia collezione di Stephen King più qualche fatina e draghetto in ceramica.

7) I miei migliori acquisti

Sicuramente la giacca in pelle! La amo alla follia!
Ma anche Le avventure di Nihal a fumetti, anche se quello più grande è essermi comprata la macchina nuova ;)

9) L'immagine più bella del mese

Sapete che ho un debole per il mondo fantasy e, per il mese di gennaio, ho scelto questa meravigliosa immagine, in fondo l'ho anche usata come immagine del blog.

10) Migliori letture del mese
La saga del Dominio- Le lame di Myra e Resta anche domani.
Queste sono le letture che più mi hanno appassionato questo mese. Consigliatissimi entrambi.

11) Migliori dvd

Pocahontas, La bella e la bestia e Harry Potter e la camera dei segreti.
Vado matta per i cartoni della Disney ma ormai lo sapete, in quanto a Harry Potter ho recuperato il 2,3,4,5 volumi della serie ma non riesco a trovare gli altri!!! :-(

12) La citazione del mese
La distanza non è mai riuscita a tenere lontani due cuori”

13) Scarpe più indossate

I miei stivaletti di sempre in pelle (finta) comodissimi e pratici.

14) Canzone preferita del mese
Comunque andare di Alessandra Amoroso, mi mette tanta allegria e l'ascolto molto spesso.

15) Regali ricevuti

Dalla mia amica Laura ho ricevuto un bellissimo libro e un cappellino verde di lana fatto a mano che adoro.

Bene amici, questi erano i miei Preferiti del mese, fatemi sapere nei commenti se anche voi avete dei preferiti del mese e cosa.
Andate a leggere il post della mia collaboratrice ;)
Bacioni!


lunedì 30 gennaio 2017

Cosa sto leggendo.

Ciao amici lettori, come state?
Io bene, sto leggendo molti fumetti e mi sono quasi rimessa in pari con quelli di Dylan Dog...sto anche spuntando diversi punti della mia lista di mete da raggiungere per quest'anno quindi sono ancor più contenta.
Come ogni inizio settimana vi faccio vedere che cosa ho letto negli ultimi giorni.

Cosa ho letto:


Quella matassa di lana che vedete nella foto è solo il mio secondo hobby...mi sto facendo una calda sciarpina del mio colore preferito!
Parlando di libri beh sono riuscita a leggere Resta anche domani, mi è davvero piaciuto molto e presto potrete leggere la recensione.
Il Topolino settimanale e tre volumetti di Dylan Dog.
Non è moltissimo ma mi posso ritenere soddisfatta.

Cosa sto leggendo:


Sto leggendo questo libro che mi ha sempre ispirato molto, ma che da anni abita la mia libreria, è arrivato il suo momento e posso solo dirvi che mi sta piacendo tantissimo.

Cosa leggerò:

Come sempre non so rispondere a questa domanda...devo ancora tirare giù la TBR di febbraio per cui devo scegliere le mie prossime letture.
Vedremo :-)

Bene amici, con questo è tutto, ci leggiamo domani.

domenica 29 gennaio 2017

Recensioni La ragazza del buio + Pensieri di uno spaventapasseri.

Titolo: Pensieri di uno spaventapasseri
Autore: Carlo Marongiu
Casa editrice: autopubblicato
Prezzo: € 6,00
Genere: Biografia e raccolta di pensieri
Pagine: 155
Voto: 7


Recensione:

Questo libro non è molto famoso ed io non l'avevo mai visto prima che una mia amica me lo regalasse.
Laura, che mi conosce già bene, sa che ho un debole per le storie tormentate e drammatiche e quale libro migliore di questo?
Appunto.
È una biografia, la biografia di Carlo Marongiu o meglio, la raccolta di pensieri, quei pensieri che non può più esprimere a parole.
Carlo è affetto da S.l.a, una malattia bruttissima che provoca la paralisi completa dell'organismo lasciando intatte le facoltà mentali.
E questa è la storia del decorso della sua malattia, il calvario di perdere completamente il controllo sul proprio corpo, l'impossibilità di comunicare se non attraverso lo sguardo.
Per fortuna Carlo è uno che non si arrende ed è riuscito, con tempo e pazienza, a dare vita a questa bellissima raccolta di pensieri.
Alcuni sono gioiosi, altri cupi, altri tristi, altri intensi, alcuni leggeri e altri commoventi, altri venati d'amore e altri ancora intrisi di rabbia.
Sicuramente è un libro che lascia qualcosa di significativo al lettore e lo fa emozionare prendendolo per mano e accompagnandolo nella vita dell'autore, una vita per nulla semplice.
Carlo mi ha fatto molto riflettere sulla mia vita, lui è una persona molto forte e positiva, è riuscito a trovare il lato positivo in qualcosa che mai si direbbe positiva, combatte giorno dopo giorno senza mollare mai contro un mostro che lo sta divorando e io lo ammiro moltissimo per questo, nella sua situazione non so proprio cosa farei, lo ammetto.
Nonostante però non voglia piangersi addosso, dal narrato viene fuori la profonda rabbia, il dolore accecante e la sensazione di essere un peso per la famiglia che mi spezza il cuore.
Insomma lettori, questo è un libro da leggere solo se siete in grado di affrontare il reale dolore senza farvi travolgere dalle emozioni.
Ringrazio ancora la “mia” Laura per il bellissimo regalo, se non ci fossi tu mi perderei un sacco di libri interessanti!

Frasi tratte dal libro:

La mia speranza è che coloro che leggeranno questi pensieri possano trovare qualcosa di buono, un aiuto concreto per affrontare e combattere le difficoltà che la vita ogni giorno ci para davanti.
Ho sempre pensato e lo penso ancora che la vita vale sempre e comunque la pena di essere vissuta.

Le sofferenze più grandi che mi ha dato la malattia sono le umiliazioni.

Davanti a ognuno di noi c'è sempre una strada che porta alla meta.

Il presente è un soffio di vento che arriva dal futuro e subito finisce dietro di noi in una piccola valle grigia che è il passato.


Titolo: La ragazza del buio
Autore: Anna Lyndsey
Casa editrice: Garzanti
Prezzo: 16,90
Genere: biografia
Pagine: 208
Voto: 6
Trama:

Chi non ha mai avuto paura del buio? Da bambina, Anna riusciva ad addormentarsi solo guardando le stelle illuminare la notte più profonda. Non sapeva che il buio sarebbe diventato il suo più grande amico. La sua salvezza, la sua speranza, la sua stessa vita. Anna è una ragazza come tante. Ama il cielo azzurro, il vento tra i capelli, il profumo del mare d'inverno. Ama Pete, il ragazzo che ha appena conosciuto. Ma un giorno tutto cambia. Anna sta lavorando come sempre al computer quando improvvisamente sente la sua faccia bruciare di un dolore insostenibile. I vestiti non riescono a proteggerla. La pelle di tutto il suo corpo non sopporta il contatto con un solo raggio di luce. Prima il computer, poi le lampade dell'ufficio, infine il sole. La diagnosi non le lascia scampo: una rara forma di allergia alla luce. Non c'è modo di curarla, Anna può solo lenire il dolore vivendo completamente al buio, isolata nella sua stanza. Eppure, quella che sembra una condanna alla solitudine e all'infelicità diventa l'occasione per una nuova vita. Una vita fatta di colori diversi da quelli che possiamo immaginare. Più vividi, più amati. Una vita fatta delle parole dei libri che ascolta e che disegnano l'oscurità di forme sempre nuove. Una vita piena di amore, quello per Pete, l'uomo che ha deciso di rimanere accanto a lei. L'uomo che la ama di un amore ogni giorno più forte, nonostante le difficoltà. Perché il loro abbraccio può illuminare anche la più buia delle notti.

Recensione:

Leggere un libro che parla di malattia è sempre una sfida, non è una di quelle letture leggere che si fanno tanto per fare. Chi sceglie di leggere un libro come questo deve essere preparato ad affrontare la sofferenza e l'angoscia che esso può provocare.
Detto questo io sono ormai abituata a leggerne, mi piace saperne di più su malattie che non conosco e, solitamente, sono storie che lasciano un segno.
Ho detto solitamente perché, nel caso di La ragazza del buio, a me non ha lasciato quasi nulla.
Di per se la malattia è rara e molto particolare ma l'autrice non scende mai in particolari specifici, avrei preferito saperne molto di più, lo ammetto.
Mi rendo conto che, per essere un libro, doveva contenere una serie di ricordi e situazioni, doveva essere una sorta di diario, ma avrei comunque voluto qualche approfondimento su questa malattia così particolare.
Anna è una ragazza pragmatica ed io non sono riuscita a immedesimarmi in lei, non mi sono sentita vicina ne coinvolta, la sua storia non mi ha trasportata come invece hanno fatto altre in precedenza, che mi hanno sconvolta e lasciata sofferente.
Devo inoltre ammettere che ho fatto molta fatica a procedere con la lettura, benché sia formato da poche pagine ci ho messo una settimana intera a finirlo, lo stile è pesante a parer mio e alcuni “eventi” li trovo inutili e fuorvianti.
Non voglio certo fare un attacco a questa ragazza che ammiro molto per la forza e la determinazione con cui combatte la malattia da cui è affetta, però sinceramente ho trovato il suo libro pesante e talvolta noioso.
Ovviamente è un parere personale quindi prendetelo per quello che è, il pensiero di una lettrice qualunque.
È strana anche la storia d'amore fra Pete e Anna, a volte ho avuto l'impressione che l'autrice non volesse soffermarsi troppo sul fatto che la malattia potesse essere un problema tra loro.
Non che lo fosse, però penso che non sia stato facile ne per lei ne per lui affrontare una situazione del genere.
Ho preso in simpatia questo Pete che io immagino allampanato, un po' pallido e con la stessa faccia di Pete Doherty...forse per il nome, chissà, me lo sono subito immaginato così.
Mi piace molto come cerca di rendere la vita di Anna un po' più serena, mi piace il suo discreto modo di amarla.
Nonostante stia dipingendo un quadro piuttosto brutto di questo libro, non me la sento di bocciarlo, penso che le biografie non debbano mai essere bocciate, chi può decidere che una vita non è abbastanza interessante?
Non io di sicuro.
Per questo motivo si aggiudica un 6, non potevo dargli di più, è stata pur sempre una lettura pesante che ho fatto veramente fatica a portare a termine.
Mi spiace perché avevo fatto grandi progetti su questo libro e invece mi ha delusa.


Frasi più belle tratte dal libro:

Ogni libro ha bisogno di tempo per depositarsi nella mia mente, per essere digerito come un pasto di diverse portate. Mi sembra di mancare di rispetto ai personaggi se passo velocemente ad un altro: dopotutto ho trascorso ore intere in loro compagnia, ho appreso le loro vicende, ho assistito a momenti significativi delle loro vite.

Il mio corpo è intrappolato nell'oscurità, ma dietro le mie palpebre chiuse c'è colore, suono e movimento.

Il mio corpo ha imparato a non gridare, a non singhiozzare o a non agitarsi. Però il mio spirito mulina come il vento, si gonfia come la pioggia. La furia all'esterno richiama la furia all'interno.

In mia madre vedo l'origine di parti di me stessa, ma anche elementi tanto lontani da lasciarmi perplessa.

L'amicizia si pianta come un piccolo seme discreto e con il tempo getta radici profonde che ti avviluppano il cuore. L'amicizia, quando finisce, avvizzisce silenziosamente, c'è sempre la speranza che rinasca. Solo dopo che il tempo è passato riconosci che è morta, e, per anni a venire, continui a strapparti dal petto le radici secche.

Con la lettura immergo la mia mente in vite diverse, costringendola ad uscire dalla mia.

Le storie che leggo sono la mia finestra sul mondo.

Il futuro era ancora una pagina bianca, con le parole ancora da scrivere.

I miei pensieri si rivolgono alla bambina che ero, ignara del futuro, piena di speranze e sogni folli.


sabato 28 gennaio 2017

Top Ten

Ciao amici lettori, come state?
Io bene, in questi ultimi due giorni ho avuto un po' da fare ma alla fine sono riuscita a preparare un post per questa sera.
Ho pensato per voi il tema: 10 sequel che voglio leggere e che leggerò sicuramente quest'anno.
Vediamoli insieme.
Top Ten
10 sequel che voglio assolutamente leggere.

1)

Primo fra tutti piazzo Unforgiven che, più che un sequel è uno spin off dedicato a Cam, personaggio della saga Fallen. Non vedo davvero l'ora di comprarlo e divorarlo!

2)

Altro titolo che non vedo l'ora di possedere è L'ultimo lieto fine, capitolo conclusivo della trilogia L'Accademia del bene e del male di cui mi sono perdutamente innamorata.

3)

La principessa perduta invece lo possiedo già e sto aspettando il momento giusto per gustarmi l'avventura della combattiva Tsunami, nonché drago di mare. Non vedo l'ora, credetemi!

4)

Non ho ancora notizie del 13° volume della saga La stirpe di mezzanotte e non so quando uscirà in Italia ma, ho trovato la copertina cercando su Internet. La seguo ormai da anni e mi stuzzica l'idea di poter leggere una nuova avventura.

5)
Sempre parlando di fantasy, sto aspettando l'uscita del 3°volume della serie Pandora che, sebbene non mi abbia entusiasmato come le precedenti serie, vorrei terminare.

6)
Ancora Licia Troisi con La saga del Dominio che ho amato alla follia.
So che è appena uscito Le lame di Myra ma io non sto più nella pelle all'idea di leggere il 2°volume.

7)

Ho letto la saga di Evernight diversi anni fa ma non disdegnerei leggere lo spin off Balthazar, che era pure il mio personaggio preferito, per cui se lo trovo me lo voglio leggere sicuramente.

8)

Passando ai romanzi rosa mi voglio addentrare in Amori e altri imprevisti, seguito di Amori su carta da zucchero, un libro che avevo amato molto.

9)

Appartiene alla stessa categoria Imperfetti innamorati, seguito di Scusa ma ti amo troppo, libro divertente e leggero che ho letto l'anno scorso.

10)

Dopo aver letto e adorato Resta anche domani non mi lascerò certo scappare l'occasione di leggere Resta sempre qui per dare un finale alla storia di Mia e Adam.


Bene amici, questi sono i 10 sequel che voglio leggere con tutto il cuore.
Fatemi sapere i vostri nei commenti e se siete, anche voi, interessati a qualcuno di questi titoli, o se avete già letto qualcosa.

Un bacione dalla vostra Cry.

venerdì 27 gennaio 2017

5 cose che...

Ciao amici lettori,
oggi è con piacere che partecipo alla rubrica 5 cose che...5 libri per non dimenticare.
Come avrete capito questo post è dedicato al Giorno della memoria per cui mi associo e vi consiglio 5 libri toccanti e assolutamente da leggere a tema.

5 libri per non dimenticare.

1) Il bambino con la fionda


Un libro che mi ha strappato il cuore e lo ha gettato alle ortiche, la storia più drammatica e commovente che io abbia mai letto con questo tema.
Lo consiglio a tutti, non ve ne pentirete parola mia.

2) Il parrucchiere di Auschwitz


Crudo e tragico questo libro ma con una vena di speranza e di ottimismo che vi farà emozionare, perché non tutto è perduto a volte.

3) Il bambino con il pigiama a righe


Tutti avrete letto il libro o visto il film ma, è una di quelle storie che non si può non citare quando si parla di questo tema.

4) Il diario di Anne Frank


Ammetto che non ho mai letto il libro ma ho visto il film, la storia di Anne è forse la più famosa in assoluto. Inutile dire che lo voglio recuperare e leggerlo.

5) Storia di una ladra di libri


Anche questo non l'ho ancora letto ma conto di recuperarlo prima o poi.
Mi sembra una storia particolare e quindi sono molto curiosa a riguardo.

Queste sono le mie scelte ora vado a leggere quelle dei “colleghi” così magari mi segno qualche titolo nuovo.
Vi lascio con una bellissima frase tratta dal film La vita è bella.
Risultati immagini per la vita è bella frasi

Un bacione dalla vostra Cry.

giovedì 26 gennaio 2017

Tag libri ed emozioni.

Ciao a tutti amici lettori, come ve la passate?
Oggi sono andata a far la spesa e ho fatto un giro in libreria...Non vi preoccupate, non ho comprato nulla, non posso...almeno finché non avrò terminato la Memento Challenge.
Comunque non mi posso lamentare, ho letto 787 pagine delle 3000 che devo leggere, posso dire che sto procedendo bene al momento.
E voi, state partecipando a qualche sfida libresca?
Io le adoro perché mi piace mettermi in gioco anche su questo fronte.
Ma bando alle ciance e passiamo al post di oggi, come potete leggere si tratta di un tag carinissimo che unisce i libri alle emozioni, quando l'ho letto sul blog La libreria incantata, non ho potuto non farlo anche io.
Ecco le mie risposte.

Tag Libri ed emozioni.

Felicità:
A dire il vero non mi viene in mente un libro che mi provochi felicità, ma ne ho trovato uno che sicuramente mi ha donato allegria e mi ha messo di buon umore: Il giornalino di Gian Burrasca.
Diciamo pure che, quando ho proprio bisogno di ritrovare il buon umore, mi basta leggere una delle tante marachelle di questo simpatico personaggio per dimenticare il momento di nervoso.

Tristezza:
Ho provato una tristezza infinita mentre leggevo Hachiko, e sto ancora cercando i pezzi del mio cuore... :-(

Rabbia:
Un libro che mi ha fatto dare di matto? Facilissimo: La distanza tra me e te.
Ho odiato la protagonista così tanto che le avrei spaccato il libro sulla testa, per non parlare del triangolo amoroso che ho trovato particolarmente irritante.
Nonostante tutto la lettura di questo libro mi ha fatto provare emozioni, sebbene negative, quindi rimane un buon libro, come tutti quelli che riescono a trasmettere emozioni al lettore.

Nostalgia:
Leggendo questa parola mi è saltato subito alla mente Harry Potter, ho molta nostalgia di Hogwarts e, varie volte l'anno, ci torno sopra volentieri rileggendo i libri e guardando i film.

Paura:
Non ho mai fatto mistero del fatto che non sono una fifona e quindi difficilmente mi lascio spaventare dai libri, dai film e dalle storie paurose in generale, ma se devo pensare ad un libro che mi abbia fatto provare un brivido, seppur piccolo, mi viene in mente Storie di fantasmi.
Storie di fantasmi è una raccolta di racconti di Roald Dahl e devo ammettere che una storia in particolare mi ha fatto accapponare la pelle.

Sorpresa:
L'ultima volta che sono rimasta sorpresa è senz'altro per il finale di Scusa ma ti amo troppo...ma non posso dirvi nulla sennò farei uno spoiler enorme e non mi sarebbe carino. ;)

Delusione:
Sicuramente La ragazza del buio. Avevo comprato questo libro perché a me piacciono le storie vere, e questa si preannunciava un'ottima lettura...invece non è piaciuta per niente.

Angoscia:
Un libro più angoscioso di Shining non l'ho mai letto, in senso buono ovviamente, ma già conoscete il mio amore per Stephen King e non c'è davvero il caso che mi ripeta.
Ebbene, nel corso della lettura ho provato tanta di quell'ansia, e angoscia che penso mi bastino per diversi anni. L'ennesimo capolavoro firmato King.

Confusione:
Un libro di cui ho veramente capito pochissimo è Solo Flora. Non ha una trama complicata, ma è scritto talmente di fretta e in modo così confuso che alla fine non ci ho proprio capito nulla...nemmeno il senso dell'uscita di un tale libro a dire il vero!

Vergogna:
Sinceramente non mi viene in mente nessun libro che mi trasmetta questa emozione, non mi sono mai vergognata di leggere libri per bambini o erotici o qualunque altro genere di libro. Io leggo e leggerò sempre di tutto senza per questo vergognarmi.

Per oggi non taggo nessuno in particolare ma sentitevi tutti citati, chiunque voglia farlo mi lasci il link nei commenti così potrò vedere le vostre risposte.
Un bacione e ci leggiamo domani amici lettori.




martedì 24 gennaio 2017

I miei consigli.

Ciao amici lettori, come state?
Io sono un po' arrabbiata per problemi vari ma come consolazione mi butto sulla lettura e sulla scrittura ottenendo ottimi risultati.
Ho ideato una piccola variante della rubrica I miei consigli per oggi...
Ho pensato di consigliarvi tre libri e tre film collegati tra loro, spero che vi piaccia l'idea.

Libro:Dalla parte di Bailey 























Film: Qua la zampa!
























Trama:
Qua la zampa! è diretto dal regista di HACHIKO, Lasse Hallström e racconta una nuova emozionante storia con un protagonista a quattro zampe! Il narratore della storia è infatti Bailey, un cucciolo di cane saggio e divertente che tra mille avventure e tanti proprietari ci conduce in un viaggio incantato alla ricerca del senso della vita, dell'amore e della lealtà, superando il velo sottile che separa animali ed esseri umani. Nel corso di cinque decenni, una sola voce - quella di un infaticabile cane - ci accompagna lungo un percorso avvincente ed esaltante che parla al cuore di chiunque abbia mai amato un animale. Anche se si reincarna nel corpo di molteplici cani nel corso degli anni, è il suo legame indissolubile con uno spirito affine di nome Ethan, che guida e ispira il cane durante il suo viaggio per far scoprire al padrone il suo scopo nella vita.

Lo consiglio perché ho adorato il libro e non vedo l'ora di vedere anche il film.
Unico tocco italiano? La voce del mitico re della televisione Gerry Scotti, so già che ci sarà da morire dal ridere...ma anche da piangere e parecchio gente.

Libro: Fallen
 











Film: Fallen























Trama:
In seguito a un tragico e misterioso incidente, Lucinda è stata rinchiusa a Sword&Cross, un istituto a metà fra il collegio e il riformatorio. Nell’incidente un suo amico è morto. Lei non ricorda molto di quella terribile notte, ma la sua ricostruzione dei fatti non convince la polizia. La vita nella nuova scuola è difficile: il senso di colpa non le lascia respiro, proprio come le telecamere che registrano ogni singolo istante della sua giornata. E tutti gli altri ragazzi, con cui è più facile litigare che fare amicizia, sembrano avere alle spalle un passato spiacevole, se non spaventoso. Tutto cambia quando Luce incontra Daniel. Misterioso e altero, prima sembra fare di tutto per tenerla a distanza, ma poi è lui a correre in suo aiuto, e a salvarle la vita, quando le ombre scure che Luce vede in seguito all’incidente le si stringono attorno. Luce, attratta da Daniel come una falena dalla fiamma di una candela, scava nel suo passato e scopre che standogli vicino, proprio come una falena, rischia di rimanere uccisa: perché Daniel è un angelo caduto, condannato a innamorarsi di lei ogni diciassette anni, solo per vederla morire ogni volta… Insieme, i due ragazzi sfideranno i demoni che tormentano Luce, e cercheranno la redenzione.


Anche in questo caso ho amato follemente (😍😍😍 ) il libro e tutta la serie in generale quindi non vedo l'ora di vedere se il film è altrettanto avvincente.
Spero non sia una delusione!


Libro: Miss Peregrine e la casa dei ragazzi speciali























Film: Miss Peregrine e la casa dei ragazzi speciali























Trama:
Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d'altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l'oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all'orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d'epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Possibile che quei bambini siano ancora vivi, e che - protetti, ma ancora per poco, dalla curiosità del mondo e dallo scorrere del tempo - si preparino a fronteggiare una minaccia oscura e molto più grande di loro?

Dicono sia un film bellissimo ed io ci spero e conto di vederlo molto presto per gustarmi, dopo aver letto il libro, questa strana storia con i suoi personaggi bizzarri.

Ecco qui amici, il post è finito, spero di avervi dato qualche idea.
Vi mando un abbraccio, ci leggiamo domani.