giovedì 2 luglio 2020

Doppia segnalazione.

Buongiorno amici, come state?
Oggi vi porto sul blog due segnalazioni.
Buona lettura!



Titolo: I corvi di Londra
Autore: Elena Covani
Editore: NPS edizioni
Genere: urban fantasy
Formato: cartaceo e digitale
Pagine: 206
Prezzo: 14 euro (cartaceo), 2,99 euro (digitale)
ISBN: 978-88-31910-279
Copertina a cura di Mala Spina.
Uscita: 1 luglio 2020 (ebook); 1 agosto 2020 (cartaceo)
Sito NPS: www.npsedizioni.it

Quarta di copertina:
José e Maria sono in fuga.
Braccati dagli Erjes, in cerca di vendetta, e guardati a vista dalle Sentinelle, che ancora non si fidano di loro. Di lei. Un’umana refrattaria al virus o forse un piano segreto dei demoni per annientare la razza umana?
Nell’attesa di capire cos’è davvero Maria, chi è, il Concilio dei Dodici li invia a Londra, dove una brillante scienziata effettua esperimenti su di lei. Una cavia, così si sente la ragazza, un ibrido incapace di comprendere il proprio ruolo nel mondo, incapace di prendere posizione nella guerra tra demoni e protettori dell’umanità.
Basterà l’amore di Josè a salvarla? O il fascino di Galen la porterà verso un destino diverso?
La guerra per l’evoluzione giunge a un punto di svolta.

Da quando era stata contagiata, il suo mondo era stato rivoluzionato. Aveva scoperto l’esistenza di demoni che di notte si aggirano per le strade, aggredendo esseri umani per ridurli a marionette nelle loro mani, e di coraggiosi Soldati che li combattono per difendere gli uomini.
Poi c’era lei. Non del tutto umana, perché infettata dagli Erjes, ma non ancora assuefatta al virus.
Quanto avrebbe resistito? Quanto sarebbe riuscita a trattenere la bestia?

Biografia autrice:


Elena Covani è nata e cresciuta in Versilia. Appassionata di storia e cultura spagnola, ha trascorso un anno universitario a Valencia, le cui atmosfere le hanno ispirato il suo romanzo fantastico. Trascorre le giornate tra lavoro, famiglia, scrittura e la ginnastica ritmica, sua grande passione.
Dal 2015 conduce la rassegna “Un libro al tramonto” a Viareggio, insieme a Alessio Del Debbio, per promuovere gli scrittori locali.
Ha pubblicato il romanzo urban fantasy “I fuochi di Valencia” (NPS Edizioni, 2018) e vari racconti in antologie per “Nati per scrivere”.
La sua pagina Facebook: Elena Covani autrice.

Contatti:
“NPS Edizioni” è il marchio editoriale dell’associazione “Nati per scrivere”, nata da un gruppo di appassionati lettori per promuovere la cultura del libro. L’associazione cura laboratori di scrittura creativa, workshop su scrittura e editoria, letture animate, incontri con autori e rassegne letterarie.
Facebook: NPS Edizioni




Safe Haven 2a di copertina

Tutti vorrebbero approdare in un porto sicuro.
Specie durante l’apocalisse.
Per quanti possono pagare, nessun problema.
Gli altri s’arrangino.
Come sempre: fin da quando, alla nascita delle merci di scambio, la selezione tra forti e deboli s’è elevata a chi ha e chi no.
E lì s’è fermata.
Nell’era postatomica, col pretesto di ‘Basta conflitti planetari, il prossimo sarebbe irrimediabile’.
Pace, dunque.
Una lotta commerciale all’ultimo sangue, sacrificando illimitate vite umane ed ecosistema sull’altare del potere d’acquisto: in bui agguati, colpendo alle spalle, nella mossa ‘stringere la mano e accoltellare coll’altra’, da ninja nell’usare i soldi per comprare amici dei nemici, killer, burocrati, qualsiasi utilità.
Più una pacifica guerriglia di posizione, i merkati.
‘È cosa nostra, la pace!’
Combattuta non solo dagl’imperialisti ma coll’immancabile compartecipazione attiva dei borghesi, e di qualche miserabile: sennò i primi non avrebbero sempre prevalso su poveri e dintorni: dei quali troppi sono impegnati a tradirsi volendo servire il padrone o divenire come e peggio di lui, piuttosto che opporgli fronte comune.
Al netto se possibile di caso e caos, ove mai l’umanità si salvasse il merito andrebbe alle persone di buona volontà.
Una sotto-razza costantemente a rischio d’estinzione, da non confondere con buoni o buonisti.
Magari brutti, sporchi e cattivi, molti leali: chi non si fa passare la mosca sotto il naso, in lotta per sé e comunque per gli altri.
Un cancro da rimuovere quando dà troppo fastidio, queste controcorrenti (idealisti, ambientalisti) d’ostacolo a forme d’evoluzione che nell’avvitarsi non ammettono repliche; fini a sé stesse da non badarci: stanno bruciando anch’esse insieme alla casa, in un processo meno veloce però non dissimile dalla gloriosa, esplosiva epoca nucleare.
Che di là da chiacchiere e perditempo, com’era bella, bruciante... splendidi ricordi, purtroppo: con la bomba-H si distruggevano sùbito gli atomi dei vicendevoli pacifisti – insieme a quelli dei soliti pesci pilota che, fino all’istante precedente, ‘Smidollati, paura di...? ’
Bum!

4a di copertina

Affaristi e lacchè non hanno più badato a sbriciolare avanzi per tener vivi consumatori.
Né regimi che fingessero d’ascoltar istanze su... egualitarismo?
Loro il copyright dell’apocalisse.
Mia ruba per finanziare la rivoluzione e il quartiere, regolato come due terzi planetari dalla mietitrice miseria.
Offertasi all’oligarca re per rapinarlo, nel misfatto post-coitale è stata beccata e condannata a un ergastolo breve.
Vi trova Molly, sbirra cozzata nello stesso muro.
È amore.
Giunge un terzo galeotto, il misterioso Ion.
Quando Molly lo salva, svela chi è.
E altro.
Incluso l’essersi pur egli inimicato lo zar d’un mondo morente.
Manco gli molla la stretta al collo, quest’untore d’un morbo mentale scatenante fame in gente desueta a patire stenti bensì disturbi alimentari.
Zombi.
Nuovi ricchi disarcionati cavalcando l’edonismo.
Colleghi non ex per l’intellettualizzazione di divenirlo.
Silente ma radicata, esplode negli ereditieri improduttivi.
Vivi morenti voraci d’ogni merda, specie gli umani facoltosi.
Immuni, i leali.
E i formati in povertà.
Offre Vatuttammé.
Non il solo nesso fra i tre, una revenge impossibile: come scampare all’isola Mèntoh, prim’ancora che lasciarla?
Un segreto di Ion: il Safe Haven.



5 euro per ognuno dei 3 formati di ebook pubblicati da Elison Publishing, il cartaceo di AbelPaper costa 15 euro e conta 140 pagine

Amazon: https://amzn.to/2XMYPJm
IBS: https://bit.ly/3cM3yiJ
Mondadori Store: https://bit.ly/2BSJXkg

Safe Haven è un romanzo storico ricostruito a posteriori da vicende reali del pianeta Ton-Do: non può pertanto ricondursi a fatti o persone del pianeta Terra, né d’altri mondi. Ogni riferimento è puramente casuale.
Frank T Alien

Sull’autore:


S’ignora se Frank T Alien sia ancora in vita. La stessa intervista incentrata su Safe Haven (presente nelle pagine Facebookhttps://www.facebook.com/Frank-T-Alien-Autore-108609237484050/?modal=admin_todo_tour e Instagram https://www.instagram.com/frankt.alien/?hl=it) potrebbe risalire a chissà quando: era forse un suo realistico ologramma dotato di risposte multiple, nel caso realizzata di recente da Maya Caso? Pure lei sfuggente: pare abbia tagliato la domanda «Sulla Terra ne sono sicuri, mr Alien: il romanzo è morto», e la replica «Non l’ho ucciso io: manco c’ero». Per completezza d’informazione, aspettiamo che esca la rivista Link Holt. Le perplessità crescono a fronte di come Safe Haven è stato proposto all’editoria terrestre: tramite passaggi di mano. In questa catena, un anello debole ha spifferato che la trilogia accennata da Alien nell’intervista sarebbe stata scritta intorno al nostro Pleistocene! Quindi... Medesima rana dalla bocca larga delatrice sull’ente presso il quale vincolato al riserbo Frank T, che in tale saga racconterebbe quell’ente erogante viaggi capaci di aggirare gli anni-luce e senza stacco temporale al ritorno: anni-luce in cui composta la trilogia, riportante inoltre geografie cosmiche più ampie di quanto noto sulla Terra; parallele, perfino! Dunque... Altresì, i suddetti tre romanzi narrerebbero le genesi di vari infiniti; e conterrebbero anche estratti dai diari di Dio, nonché interlocuzioni coll’autore da parte di ulteriori divinità! Ebbene... Qua, lo spione stava per spiattellare pure altro; anticipato dallo scapaccione alla nuca affibbiatogli dall’anello della catena vicino. «È solo un pazzo...», ha minimizzato il quaquaraquà nel tentativo di metterci una pezza; il secondo scappellotto stavolta è giunto puntuale. Sulle veridicità riguardanti questo e quello di Alien, non resta che attendere; e lì, indagare. Ma anche no: con tutti i venditori di fumo già sparsi nel mondo; anzi, lungo l’universo...

Egli dichiara (o, se è tutto un ex post, avrebbe sostenuto) ‘Vivo e lavoro across the universe. Dal mondo esterno, prendo solo ciò che mi viene offerto. In quello interiore, do la caccia a tutto quanto è possibile. Che spesso si traduce nell’impossibile: dove, come dentro le realtà, sogno, son desto e follia non hanno veri confini; ma questa è un’altra storia, e altre storie...’
Poiché ‘Non è facile essere me’
Tuttavia, ‘La speranza è la penultima a morire: l'ultima è l'ironia’ .


Bene amici, il post termina qui.
Un bacione dalla vostra Cry 💖💖💖

mercoledì 1 luglio 2020

WWW Wednesday.

Buongiorno amici lettori!
Oggi è il 1° luglio, siete pronti per un altro mese in mia compagnia?
Si?
Bene, perché io sono prontissima di passare il mese con voi!
Oggi è mercoledì e quindi ecco il:


Cosa ho letto:

Finalmente sono riuscita a recuperare questo libro, ora però devo leggere il 3° volume...ce la farò prima della fine dell'estate???
Mah...

Cosa sto leggendo:


Beh, due libri molto diversi tra loro ma...li sto amando entrambi.
Beh, Harry Potter è una rilettura quindi so già come andrà a finire ma, nonostante questo, me lo sto gustando capitolo dopo capitolo.

Cosa leggerò:


Siccome partecipo a due Gdl è da lì che inizio e quindi ecco Legend e Il nome del vento. Due letture che si prospettano super interessanti.



Cosa ho guardato:

Ho finito di guardare American Horror story Apocalypse e...no, non vi dico nulla, ci sarà presto un post dedicato.
E poi ho guardato Miyo un amore felino, un nuovo anime davvero carino, di cui vi parlerò presto, promesso.
Infine ho recuperato Ant- man and the wasp sempre per il mio recupero dei film Marvel.

Cosa sto guardando:


Dopo aver visto la prima stagione ho deciso di proseguire anche con la seconda, so che, una volta finita, avrò davvero molto da dirvi a riguardo.
Per ora non mi espongo più di tanto.

Bene amici, il post è concluso, spero di che sia stato di vostro gradimento.
Ci vediamo domani con un nuovissimo post.
Bacioni dalla vostra Cry 💖

martedì 30 giugno 2020

Recensione Caraval.


Buongiorno amici lettori, come state?
Come vi avevo detto, giugno è stato il mese del mio primo Gdl.
Gdl che ha visto ben 20 partecipanti, io e Serena, la ragazza con la quale ho dato il via a questo gruppo di lettura, ne siamo rimaste davvero entusiaste.
Che cosa abbiamo letto?
Caraval!
Il gruppo è andato così bene che abbiamo deciso di proseguire leggendo assieme Legend a luglio e Finale ad agosto.
Ma ora concentriamoci su Caraval.





Titolo: Caraval #1
Serie: Caraval
Autore: Stephanie Garber
Genere: Fantasy
Pagine: 423
Prezzo: € 13,30
Voto: ❤❤❤❤/5

Trama:

Il mondo, per Rossella Dragna, ha sempre avuto i confini della minuscola isola dove vive insieme alla sorella Tella e al potente, crudele padre. Se ha sopportato questi anni di forzato esilio è stato grazie al sogno di partecipare a Caraval, uno spettacolo itinerante misterioso quanto leggendario in cui il pubblico partecipa attivamente; purtroppo, l'imminente, combinato matrimonio a cui il padre la sta costringendo significa la rinuncia anche a quella possibilità di fuga. E invece Rossella riceve il tanto desiderato invito, e con l'aiuto di un misterioso marinaio, insieme a Tella fugge dall'isola e dal suo destino… Appena arrivate a Caraval, però, Tella viene rapita da Legend, il direttore dello spettacolo che nessuno ha mai incontrato: Rossella scopre in fretta che l'edizione di Caraval che sta per iniziare ruota intorno alla sorella, e che ritrovarla è lo scopo ultimo del gioco, non solo suo, ma di tutti i fortunati partecipanti. Ciò che accade in Caraval sono solo trucchi ed illusioni, questo ha sempre sentito dire Rossella. Eppure, sogno e veglia iniziano a confondersi e negare la magia diventa impossibile. Ma che sia realtà o finzione poco conta: Rossella ha cinque notti per ritrovare Tella, e intanto deve evitare di innescare un pericoloso effetto domino che la porterebbe a perdere Tella per sempre…


Recensione:

Da tempo guardavo con aria curiosa questo trilogia, desideravo da morire iniziarla ma finivo sempre per rimandare a causa di tutti i libri che ho ancora da leggere e, nello specifico, di tutte le saghe e trilogie che ho ancora da terminare.
È quindi capitato a fagiolo di parlarne con Serena, e da qui l’idea di creare il Gdl e quindi, finalmente, di iniziarla!
Caraval si è da subito dimostrato un libro capace di trascinare e coinvolgere il lettore, scaraventandolo in un’avventura entusiasmante e avvincente.
E tutto questo grazie allo stile della Gaber che ho trovato molto piacevole, scorrevole e dettagliato.
Adoro quando descrive Caraval perché lo fa in un modo impeccabile , un modo che permette al lettore di immaginarsi precisamente il magico luogo.
Davvero splendido!
Beh, si può dire che Caraval, di per sé, sia già molto affascinante, con le sue luci, i suoi misteri e la sua magia. Non si sa mai dove finisca la realtà e inizi l’illusione, quindi si è costantemente immersi nel mistero e nell’intrigo.
È stato facile fare alcuni collegamenti per la mia mente, ad esempio Caraval mi ricorda molto il circo di Freak show (American Horror story) con le sue atmosfere cupe e l’ambiguità dei personaggi.
Ma mi ha anche ricordato alcuni elementi presenti in Alice nel Paese delle meraviglie, in versione dark però.
Siccome a me piacciono molto entrambe le cose, non potevo non amare queste particolarità.
È davvero una storia affascinante che porta il lettore a fare continue supposizioni su chi menta e chi invece dica la verità, una cosa che, a lungo andare, fa impazzire!
Nonostante la bellezza dell’ambientazione e la trama intricata e avvincente, non sono riuscita ad apprezzare del tutto i personaggi.
Mi spiego, ci sono alcuni personaggi che mi hanno colpito nelle loro caratteristiche ma, per il momento, nessuno di loro mi è entrato nel cuore.

Rossella e Donatella sono due sorelle diametralmente opposte, sia di carattere che di aspetto, ma nessuna delle due mi ha convinta, hanno entrambe dei grandi punti deboli e dei grandi punti di forza però il loro legame è ancora alle basi, spero che nei prossimi libri si possa scavare un po’ più a fondo sia nel loro passato che nei loro cuori.
Per quanto riguarda i personaggi maschili, quelli che si distinguono di più sono decisamente Julian e Legend.
Peccato che di Legend si sappia davvero poco, solo teorie e tantissimo mistero aleggiano intorno a questa figura.
Julian invece ha quella peculiarità di essere malizioso, bello e spocchioso...tutte caratteristiche che mi piacciono ma che, sinceramente, non bastano per renderlo perfetto.

Come sempre come miei possibili pupilli ho puntato due personaggi secondari che spero mi diano prossime soddisfazioni: Dante e Aiko.
Non so, ma loro hanno un qualcosa che mi attrae da matti!

Insomma amici, Caraval è un inizio davvero splendido che cattura il lettore e lo porta in un mondo magico ma anche inquietante, adatto alle persone che vogliono la magia ma che hanno anche bisogno del brivido e del mistero.
Non vedo l’ora di tuffarmi tra le pagine di Legend e vedere cosa succederà.

Bene amici, la recensione è fatta, spero di esservi stata utile e che questo post sia stato piacevole e interessante.
Mi prendo un momento per ringraziare la mia booksquad con la quale abbiamo scambiato emozioni, chiacchiere e scleri. Grazie ragazze!
Vi mando un grosso abbraccio, a domani💖.

lunedì 29 giugno 2020

Book haul & Wrap up di giugno.

Buongiorno amici lettori, come state?
Lo sentite il caldo?
Io si...e non dico altro...


Un altro mese sta finendo e quindi occorre tirare le somme di giugno.




Cominciamo dai libri che ho acquistato e che mi sono arrivati in omaggio:

Cartacei

- Regina rossa
- Il ladro dell'Highland Falcon
- Vampire Kisses Morso d'amore
- Starcrossed 
- Il bacio della morte
- Beastly
- Quello che gli altri non vedono

E-book

- Bellezza selvaggia
- Akiko Le origini
- Akiko Anima spezzata
- Cappuccetto rosso e la profezia
- Quando a Derry fa buio
- Nessun colpevole

Un bel bottino vero?
Sono stata fortunata perché ho ricevuto tantissimi omaggi che hanno rimpolpato il mio book haul.
Ma adesso andiamo a vedere che cosa sono riuscita a leggere.

- La profezia di mezzanotte
- Nessun colpevole
- Il segreto del fuoco
- Il ladro dell'Highland Falcon
- La lunga marcia
- Caraval
- Crystallum La danza dei quattro

Sette libri, dai, più o meno siamo nella media e ne sono felicissima, ho apprezzato tutti i libri che ho letto e questo è decisamente molto più importante rispetto al numero di libri letti. Non trovate anche voi?

Ma ora ditemi voi se avete comprato qualcosa e cosa.
E voglio sapere anche cosa avete letto, sono super curiosa.
Un abbraccio dalla vostra Cry 💖




domenica 28 giugno 2020

Recensione Night school.





Serie: Night school
Volumi: 5
Autore: C.J.Daugherty
Casa editrice: New Compton editore
Genere: Thriller
Prezzo: 9,90 cartaceo
Voto: ❤❤❤❤/5

Trama:

Dopo un anno complicato in cui ha lottato e sofferto, in cui ha dovuto separarsi da persone care e ha conosciuto la potenza dei suoi nemici, Allie ha perso fiducia nella vita. L’unico posto dove si sente a casa è la nuova scuola, la Cimmeria Academy. Qui vivono i suoi veri amici, pronti a sostenerla nelle difficoltà e a darle l’affetto e il calore familiare che ormai pensava di aver perduto per sempre. Ma la Cimmeria Academy non è il paradiso che sembra: oscurità e mistero ancora aleggiano tra antichi corridoi e un grave pericolo minaccia studenti e insegnanti. E c’è di più: Allie scopre che il segreto custodito tra le mura imponenti di questa prestigiosa accademia potrebbe riguardare anche la sua famiglia. Ma non potrà fare affidamento su nessuno, dubiterà dei suoi stessi sentimenti e dovrà raccogliere tutto il coraggio per cercare la verità, e per scoprire chi in realtà la sta tradendo. E qualcuno si farà seriamente del male…

Recensione:

Mi sono avvicinata a questa saga perché pensavo fosse un fantasy, non mi ero informata più di tanto e l’ho preso d’istinto, salvo poi scoprire che in realtà si tratta di un thriller adolescenziale.
E ne sono stata comunque molto felice visto che è un genere che mi piace ma che leggo poco.
E cominciato quindi il primo volume, Il segreto del bosco, sono stata catapultata nelle atmosfere un po’ gotiche della Cimmeria Academi, una scuola dove la protagonista, Allie, viene iscritta dai genitori.
In realtà Allie viene mandata alla Cimmeria per rimettersi in carreggiata visto che è una gran combina guai...o almeno questo è quello che pensa lei.
Ovviamente non vi posso raccontare tutto ma posso dirvi che la vera ragione per cui Allie viene mandata alla Cimmeria sono ben altre, in gioco c’è molto, ma molto di più di quel che sembra.
All’interno della scuola Allie incontra degli studenti molto particolari e...affascinanti.
Sicuramente quelli che hanno un ruolo più importante, specialmente nel cuore di Allie, sono Sylvain e Carter.
Sono due personaggi molto diversi tra loro ma entrambi sono speciali.
Sylvain è un bel ragazzo francese dai modi garbati e l’aspetto principesco, letale ed enigmatico quanto magnetico.
Carter dal canto suo è un bel ragazzo solare e un po’ casinista, un passionale dalla testa dura che si scalda facilmente.
La mia ship preferita è sicuramente Allie/Carter ma non vi posso dire quale sarà la decisione finale della bella combina guai...certamente questo triangolo ha aggiunto pepe e suspense alla storia.
Un’altra cosa che ho apprezzato è la Night school, ovvero una specie di “gruppo” segreto formato dagli allievi migliori che diventano così abili combattenti in grado di difendere la Cimmeria dal perfido Nathaniel.
Purtroppo non posso raccontarvi per bene ed è un peccato perché ci sarebbe tantissimo da dire in proposito, ma rischierei di fare spoiler ed io lo detesto.

Questa saga mi è piaciuta molto perché è piena di segreti e intrighi che vengono svelati pian piano, un volume dopo l’altro.
Anche la protagonista stessa non è niente male, si presenta un po’ immatura all’inizio ed anche un po’ egoista, ma nel corso della storia sviluppa un carattere forte e un coraggio da leonessa, che però non gli impedisce di commettere errori qua e là, specialmente per quanto riguarda la sfera amorosa.
Nonostante questo posso dire di averla apprezzata tutto sommato.
Ma la mia ammirazione va Zoe, la più piccola del gruppo ma la più tosta.
È una ragazzina molto particolare, ha un abilità disarmante nel combattimento ed ha qualche problema di insensibilità che, però, me l’ha resa decisamente simpatica.

Che dire? È una saga piacevole e intrigante che ho letto molto volentieri e che mi ha sorpresa.
Consigliatissima!

Un bacione dalla vostra Cry 💖




sabato 27 giugno 2020

Mid year freak out book tag


Buongiorno amici lettori, come state?
Ormai siamo a metà anno e quindi ci vuole un recap per vedere come sta procedendo il nostro anno all’insegna delle letture, non trovate?
Ecco quindi che Andrea del canale Andre iRead ha avuto una grande idea: ha postato questo tag che fa proprio al caso mio, per cui grazie carissima!
Vi consiglio inoltre di andare a seguire il suo canale You Tube perché è strepitosa!
Ma ora andiamo a cominciare:






Mid year

freak out 

book tag














1) Miglior libro per ora del 2020



Il libro più bello che ho letto fin ora è Thornhill, mi ha distrutto il cuore e lo ha segnato in maniera indelebile.


2) Miglior sequel fin ora del 2020?


In realtà non ho ancora letto nessun sequel quest’anno, però sono andata avanti con alcune serie in corso.
Detto questo cito il 2° volume della saga Le mutazioni Il cuore di pietra che, fin ora, è stato quello che mi è piaciuto di più.

3) Una nuova uscita che non hai letto ma che vuoi leggere?


Ce ne sono ben tre: Se scorre il sangue, Loki e Città di ottone. Non vedo l’ora di leggerli perché li attendo da tempo.

4) L’uscita del 2020 che aspetti con più trepidazione?


Senza dubbio Serpent & Dove, questo libro mi incuriosisce da morire e non vedo l’ora di averlo tra le mani per poterlo leggere. Abbandonerò tutto ciò che sto leggendo per tuffarmici non appena uscirà.

5) Il peggior libro che hai letto fin ora.



Devo ammettere che non ho ancora libri che ho odiato in tutto e per tutto, quindi cito quelli che mi hanno coinvolta meno ma che ho comunque apprezzato.
Wolf heart e Principessa dei ghiacci.

6) Miglior sorpresa di questo 2020?


Nessun colpevole di un autore emergente, Oscar Lico.
Questo thriller mi ha appassionato e il finale è stata davvero un enorme sorpresa.


7) Nuovo autore preferito.

Quest’anno ho amato tanto Pam Smy, autrice di Thornhill, sebbene ho letto solo questo libro, mi è entrato così tanto nel cuore che vorrei recuperarne altri.

8) Nuovo personaggio preferito.

Ebbene si, ne ho due, un uomo e una donna per non fare torti a nessuno.
Cito quindi Peter Kavinsky (Tutte le volte che ho scritto ti amo) che è un personaggio che mi è entrato nel cuore in maniera permanente sorprendendomi.
Per la donna invece ne cito una super: Dolores Claiborne, dell’omonimo libro.
Lei è davvero una donna pazzesca.

9) Un libro che ti ha fatto piangere.


Harry Potter e il principe mezzosangue...anche se so che piangerò anche per I doni della morte (visto che è una rilettura e quindi so bene cosa succede!!!)
Per citare invece un libro nuovo e letto per la prima volta in questo 2020 direi sicuramente Thornhill.

10) Un libro che ti ha reso felice?

Ok, in realtà si tratta di una rilettura ma comunque la sto leggendo ora quindi vale. La saga di Harry Potter, è la mia saga preferita e ritornare ad Hogwarts mi rende sempre immensamente felice.

11) Il libro più bello esteticamente che hai recuperato in questo 2020.


Il libro più bello che ho al momento è sicuramente Loki, le sue pagine verde acido, che è il colore dominante del libro, mi fa impazzire, l’immagine di copertina è splendida e...insomma è perfetto!

12) Quale libro hai bisogno di leggere entro la fine dell’anno?


Il trono di ghiaccio, ho bisogno di iniziare finalmente questa serie che tutti acclamano. Sono curiosissima e muoio dalla voglia di iniziarla.


Bene amici, il tag si conclude qui, spero vi sia piaciuto.
Un abbraccio dalla vostra Cry 💖

venerdì 26 giugno 2020

5 cose che...

Buongiorno amici lettori, come state?
Oggi è venerdì e quindi è il momento di partecipare a 



5 libri inquietanti

1) 

Siccome non so decidermi, e di libri inquietanti ne ho letti molti, ho deciso di citarne un po' più di 5, perdonatemi.
Questi due titoli in effetti si basano su case infestate e sono entrambi, libri per ragazzi molto carini e che ho apprezzato.  

2) 


Parlando di libri inquietanti non potevo non citare lui, il Re dell'horror!
Cito, ovviamente, due dei miei libri preferiti di King che mi hanno decisamente inquietato parecchio: It e Pet Sematary.


3)


Questa è una serie che sto seguendo con molto interesse, spero solo che non la tronchino!
Si parla di fantasmi e case infestate, il mio tema preferito (ormai l'avrete capito) ma anche di tanto altro. Davvero un libro validissimo come il suo seguito.

4) 


Questo libro è inquietante ma a tratti è anche divertente, lo devo ammettere. Lo cito perché alcune parti possono spaventare i più fifoni 😀

5) 


Un'altra serie che sto seguendo con molto interesse (e anche in questo caso, spero non la tronchino) ed è indirizzata ai giovani lettori. Può essere considerata inquietante perché qui le principesse che ben conosciamo sono diventate...zombie!


Bene amici, il post si conclude qui, spero che vi sia piaciuto.
Un bacione dalla vostra Cry 💖