Elenco blog personale

giovedì 19 luglio 2018

Nasce NPS Edizioni!

Ciao amici lettori!
Oggi sono qui per segnalarvi la nascita di NPS Edizioni, dove potrete trovare fantasy, horror e mistery per tutte le età!
Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta grazie al comunicato stampa rilasciato dalla NPS Edizioni:


Viareggio, 20 maggio 2018 – Nasce “NPS Edizioni”, il marchio editoriale dell’associazione “Nati per scrivere”, diretta dallo scrittore Alessio Del Debbio, attiva da anni nel promuovere e diffondere cultura in Toscana. NPS Edizioni mira a valorizzare gli scrittori italiani, tramite prodotti letterari curati e di qualità, sia nel testo che nell’aspetto grafico, con un’attenzione particolare alla letteratura fantastica, per tutte le età, e all’ambientazione, intesa non come mero sfondo, ma come insieme di cultura, storia, arte, tradizioni e folklore, che rendono vivo e vitale un territorio.

Vogliamo anche dare un'occhiata al catalogo dei libri disponibili al momento?
Ma certo che si!
Eccolo qui:

Titolo: I fuochi di Valencia

Autore: Elena Covani
Editore: NPS edizioni
Genere: urban fantasy
Formato: cartaceo e digitale
Pagine: 192
Prezzo: 14 euro / 2,99 euro
ISBN: 978-8831910-026
Disponibile su tutti gli store di libri e ebook (Amazon: https://www.amazon.it/I-fuochi-Valencia-Elena-Covani-ebook/dp/B07D3XZ7F8/)
Settore: fantasy
Pubblico: adolescenti, amanti del genere fantastico
Quarta di copertina: Valencia, giorni di Las Fallas, la grande festa di primavera che anima le strade della città. Occasione ideale per gli Erjes per attaccare e contaminare numerosi umani, rendendoli loro schiavi. Le Sentinelle si apprestano a difendere la città, ma il Soldato José si interroga sul fine ultimo delle loro azioni: quella guerra tra le loro razze avrà mai termine?
Quando si imbatte in Maria, una ragazza contaminata ma in grado di resistere al virus dei demoni, i suoi dubbi aumentano e farà di tutto per proteggerla: dagli Erjes, che vogliono studiarla, dal Concilio, che vuole sopprimerla.
Una guerra per l’evoluzione, combattuta per le strade di Valencia.

«La storia umana è piena di esempi di evoluzione naturale: il più forte da sempre sopravvive al più debole, è così che deve andare. Tu sei la prova vivente che anche noi ci possiamo evolvere, che non siamo creature sterili come ci hanno sempre definito, ma al contrario abbiamo enormi potenzialità; ci aiuterai a metterle in atto? Ci sono cacciatori e ci sono prede, tu devi solo scegliere cosa vuoi essere».

Biografia autrice:
Elena Covani è nata e cresciuta in Versilia. Appassionata di storia e cultura spagnola, ha trascorso un anno universitario a Valencia, le cui atmosfere le hanno ispirato il suo romanzo fantastico. Trascorre le giornate tra lavoro, famiglia, scrittura e la ginnastica ritmica, sua grande passione.
Ha pubblicato il romanzo “Una canzone all’improvviso”, una commedia romantica ambientata in Versilia, e alcuni racconti in antologie. “I fuochi di Valencia” è il suo primo urban fantasy.





Titolo: L’ora del diavolo
Autore: Alessio Del Debbio
Editore: NPS Edizioni
Genere: Raccolta di racconti fantastici
Formato: cartaceo e digitale
Prezzo: 14 euro / 2,99 euro
Settore: fantasy / storie di folklore


Pubblico: amanti del genere fantastico, amanti del folklore locale

ISBN: 9788894210279
Disponibile su tutti gli store di libri e ebook. (Amazon: https://www.amazon.it/Lora-del-diavolo-racconti-fantastici-ebook/dp/B07B1TF7K7/)

Quarta di copertina:
L’ora del diavolo” è un’antologia di racconti fantastici ispirati a leggende e tradizioni popolari lucchesi. Tredici storie che conducono il lettore nei sentieri oscuri della Lucchesia, della Versilia e delle Alpi Apuane, assieme al linchetto, alle sirene, agli streghi e a tutte le creature fantastiche che popolano l’immaginario locale. Storie di donne bellissime e maliarde, di guardiani di abissi oceanici, di uomini insicuri e inappagati, pronti a evocare il diavolo per chiederne i favori. Presenza incombente nella loro vita, mercante di sogni altrui, il diavolo tesse la sua tela all’ombra degli uomini, fautori inconsapevoli del proprio destino, e anche del suo.
L’ora del diavolo” contiene i racconti: L’ora del diavolo, Il guardiano degli Oceanini, Le voci alla Balza, La donna di fuoco, La luna sul fondo, La guerra del Fatonero, Il mercante di sogni, Gli uomini della neve, Il violinista del diavolo, Le fate di pioggia, Il risveglio degli Oceanini, Che fine ha fatto Babbo Natale?, In viaggio con te.

Un affarista, sì, potrei definirmi in questo modo. Un mercante di sogni, che offre merce scelta e pregiata, tessendoli nell’animo di uomini troppo deboli per resistere al mio richiamo. Sono il gran burattinaio di vite che, in mia assenza, sarebbero poco gloriose, destinate a perdersi negli abissi del tempo senza che nessuno ne abbia memoria. Chi sono io? Oh beh, nomen omen. E io di nomi ne ho avuti tanti.

Biografia autore: Alessio Del Debbio, scrittore viareggino, appassionato di tutto ciò che è fantastico e oltre la realtà. Numerosi suoi racconti sono usciti in riviste e in antologie, cartacee e digitali. I suoi ultimi libri sono la saga fantasy Ulfhednar War, composta da La guerra dei lupi (Edizioni Il Ciliegio, 2017) e I Figli di Cardea (Edizioni Il Ciliegio, 2018) e l’urban fantasy Berserkr (Dark Zone Edizioni, 2017).
Cura il blog “i mondi fantastici”, che promuove la letteratura fantastica italiana. Presiede l’associazione “Nati per scrivere”, che organizza eventi e incontri letterari con scrittori locali.





Titolo: Oracoli
Autore: Alessandra Leonardi
Editore: NPS Edizioni
Genere: Storia/avventura
Formato: digitale
Pagine: 100
Prezzo: 1,99 euro
ISBN: 978-88-31910-07-1
Copertina a cura di Fabio Maffia.

Disponibile su tutti gli store di ebook.
Amazon (Kindle): https://www.amazon.it/Oracoli-Alessandra-Leonardi-ebook/dp/B07D9KVTPR

Cartaceo disponibile su richiesta per presentazioni o eventi.

Quarta di copertina: Quattro racconti, quattro epoche remote, quattro popoli che hanno segnato la storia del Mediterraneo, accomunati da un’ossessione: la divinazione, per aprire squarci sul futuro e scoprire il volere degli Dei. I Fenici in Sardegna, gli Etruschi in Toscana, Umbria e Lazio, gli Ellenici in Campania e nel Sud dell’Italia, infine i Romani: sussurri divini nell’acqua e nella pietra, voli di uccelli e viscere degli animali, sacrifici e visioni, oracoli vergati su fogli di papiro e libri con una risposta per ogni domanda.
Storia, mito e fantasia sono le basi da cui si dipanano le avventure narrate in “Porpora”, “Il dono dell’aruspice”, “Sibilla” e “I libri fatali”.

Gli Dei sembrano aiutarci, ci mandano segnali, ci parlano, esigono da noi preghiere e sacrifici, ma alla fine nulla cambia: siamo burattini nelle loro mani capricciose, sempre e comunque. A cosa serve allora conoscere quello che accadrà? A cosa serve dedicare loro le nostre devozioni?

Biografia: Alessandra Leonardi

Alessandra Leonardi nasce nel 1969 a Roma, dove risiede tuttora. Ha svariati interessi, tra cui il cinema e le serie tv, soprattutto di genere fantastico, i fumetti, i viaggi, l’archeologia, la storia antica e la mitologia. Dalla passione per il fantastico, i miti e la storia è nata l’antologia “Oracoli”.
Ha in precedenza pubblicato diversi racconti e poesie contenuti in varie antologie e sillogi.




 
Titolo: Venuti dal mare

Autore: Gianluca Malato
Editore: NPS Edizioni
Genere: Fantasy/horror per ragazzi
Formato: cartaceo e digitale
Pagine: 122
Prezzo: 12 euro / 1,99 euro
Settore: letteratura per ragazzi / young adults / fantasy / horror
Pubblico: ragazzi dai 10 anni in su
ISBN: 978-88-31910-002
Disponibile su tutti gli store di libri e ebook (Amazon: https://www.amazon.it/Venuti-dal-mare-Gianluca-Malato-ebook/dp/B07D7HG8V8/ )

Quarta di copertina: Trapani, inizi del Novecento. Giuseppe Nicosia è il primo flautista dell’orchestra del Conservatorio. Per lui, la musica è tutto. Durante un temporale, viene aggredito da una bizzarra creatura, proprio nel cuore della sua città.
Convinto di aver sognato, Giuseppe prova a cacciare dalla mente il pensiero di quell’essere, ma nuove apparizioni lo convincono che la minaccia è reale. Con l’aiuto di un cacciatore e di un pescatore, Giuseppe indaga per scoprire il mistero che circonda le creature venute dal mare, prima che la tempesta da loro scatenata travolga Trapani e la Sicilia intera.

«Tutto ebbe inizio all’alba dei tempi. Dei e titani si contendevano il dominio della Terra, fino a quando Zeus non cacciò i titani diventando il re degli dei. Ebbene, esiste una terza razza di esseri, immortali come gli dei e pericolosa come i titani, una razza talmente potente e malvagia da avere il potere di uccidere persino un dio. Sto parlando di creature puramente malvagie, meschine, il male puro. Esseri dal sangue nero come la pece e impossibili da sconfiggere con le armi umane».

Biografia autore: Gianluca Malato.
Nato a Erice (TP) nel 1986, scrive racconti fantastici fin dall’adolescenza.
Ha scritto articoli per il giornale Fantascienza.com, per il portale Silenzio-In-Sala.com, per la rivista Fantasy Magazine e per il blog Ossblog.it.
I suoi racconti e romanzi sono disponibili su tutti gli store di libri e ebook.
Tra le sue numerose pubblicazioni, ricordiamo i romanzi “Il cuore di Quetzal” (Nativi digitali edizioni, 2014), “Vapore nero” (Dunwich Edizioni, 2015), e il racconto lungo “L’isola del male” (autoprodotto, 2016).



Titolo: Il pastore di alberi
Autore: Luciana Volante
Editore: NPS Edizioni
Genere: Favola
Formato: cartaceo (20x20)
Prezzo: 8 euro
Settore: favole, letteratura per l’infanzia
Pubblico: bambini (età 6-10 anni)
ISBN: 978-8831910040
Disponibile su tutti gli store di libri (Amazon: https://www.amazon.it/dp/8831910043 )

Quarta di copertina:
Il regno del re Guglielmo è stato maledetto dalla strega Griselda, che ha catturato le Fate degli Alberi e lanciato un incantesimo su tutto il reame.
Il re incarica Sabatino, un giovane pastore, di compiere il viaggio verso la montagna per sconfiggere la strega, aiutato dal fedele cane Teo e dal vecchio saggio Aronte.
Una favola dal forte messaggio ecologista, che invita i lettori a riflettere sull’importanza della natura e sulla necessità di lottare per salvaguardarla.
Contiene alcuni disegni da colorare, realizzati a mano dall’autrice.

«Rosso fuoco per bruciare, blu intenso per ghiacciare, il bastone per comandare! Il cuore dovrai saper ascoltare, per le malvagie creature governare. Coraggio, forza e onestà ogni male dominerà».

Biografia autrice: Luciana Volante
Un’infanzia sempre con la valigia pronta, in continua trasferta per l’Italia, per poi stabilirsi in Toscana. Cresciuta in compagnia di un fratello maggiore, diligente e esigente, soprattutto in grammatica e temi d'italiano. Il risultato non poteva che essere quello di un’agente di viaggio, con il romanzo nascosto nel cassetto, pronto a saltar fuori ad ogni pausa. Momenti liberi che diventano sempre più rari, essendo mamma a tempo pieno. Condizioni tuttavia stimolanti per la fantasia, che trovano il tempo di farsi ritagliare in piccoli racconti. Ha scritto numerosi racconti, riuniti in antologie.



Titolo: Tutta colpa dello zodiaco
Autori: autori vari
Editore: Associazione Culturale Nati per Scrivere
Genere: antologia di racconti
Formato: Cartaceo e digitale
Prezzo: 10 euro (cartaceo), 0,99 euro (digitale)
Pagine: 144
ISBN: 9788894210262

Disponibile in cartaceo su tutti gli store di libri.
Disponibile in digitale su Amazon, Ibs, Kobo Store e altri store di ebook.
Amazon (Kindle): https://www.amazon.it/dp/B079Z55JMY/
Ibs (Tolino): https://www.ibs.it/tutta-colpa-dello-zodiaco-ebook-vari/e/9788894210286
Kobo: https://www.kobo.com/it/it/ebook/tutta-colpa-dello-zodiaco

Trama: Dodici segni, dodici autori, dodici racconti ispirati ai segni zodiacali. Storie dalle tinte forti, che mescolano mistero e magia, leggenda e realtà. Uno zodiaco di storie per lettori curiosi.

Tutto colpa dello zodiaco” comprende:
Progetto Heimdallr, di Alessio Del Debbio
Il toro del regno dei morti, di Francesco Balestri
L’uniforme, di Chiara Rantini
La farfalla dorata, di Daniela Tresconi
Pecora, di Romina Bramanti
Nel segno della vergine, di Luciana Volante
Ossessione, di Simone Falorni
Ottimo lavoro!, di Maria Pia Michelini
Tom Waits è del Sagittario, di Mirko Tondi
Snap! Zot! Shot!, di Leandra Cazzola
Caronte, di Elena Covani
Il canto dei pesci, di Furio Detti




Durante l’estate, sarà possibile trovare NPS Edizioni a numerosi eventi a Fiumaretta (SP), Bocca di Magra (SP) e alla rassegna letteraria “Un libro al tramonto” a Viareggio (LU), in partenza il 19 luglio. In autunno confermata la presenza di NPS a Firenze Libro Aperto (28, 29, 30 settembre), alla Festa del Libro a Lido di Camaiore (6, 7 ottobre) e a Libri in Baia, a Sestri Levante (13, 14 ottobre).

Tutti i libri sono pubblicati in cartaceo e in digitale e distribuiti da Libro.co, in libreria e nei principali store online. A breve sarà in rete anche il sito internet di “NPS Edizioni”. Per adesso vi rimandiamo alla pagina Facebook, sempre aggiornata con le novità e gli eventi.

Per informazioni:
Associazione culturale “Nati per scrivere”
Piazza Diaz 10
55041, Camaiore (LU)
Riceviamo solo su appuntamento

Contatti:
Sito associazione Nati per scrivere: www.natiperscrivere.webnode.it
Pagina Facebook associazione Nati per scrivere: https://www.facebook.com/natiperscrivere/
Pagina Facebook NPS Edizioni: https://www.facebook.com/npsedizioni

Bene ragazzi, io sono curiosissima, come sempre e voi?
I titoli sono pazzeschi e non vedo l'ora di leggere qualcosina e vedere cosa sarà disponibile anche in futuro.
Un bacione e a domani!



mercoledì 18 luglio 2018

Recensione Il potere di Arishat.


Risultati immagini per il potere di arishatTitolo: Il potere di Arishat
Serie: Pandora #4
Autore: Licia Troisi
Casa editrice: Mondadori
Prezzo: € 18,00
Genere: Fantasy
Pagine: 424
Voto: 8/10


Trama:

Samael ha posseduto Sam, il ragazzo di cui Pam è perdutamente innamorata, e ora il più potente degli Angeli della Morte è sotto il dominio della Medium S.p.A., una società determinata ad asservire il demone e i suoi malvagi sodali a un terribile disegno. Mentre ogni speranza sembra perduta, una donna misteriosa entra in scena: è l'Acrobata, una guerriera dall'oscuro passato alla ricerca delle Ali della Morte, un oggetto che potrebbe rovesciare le sorti della battaglia. Il manufatto è custodito nel ventre di un'antichissima roccia, dove da secoli un mentore attende Pam. Ma le sue parole sono un enigma che solo Pam può risolvere: riuscirà il prodigioso bracciale a "conciliare ciò che è in conflitto"?
Come nel mito di Pandora, nel capitolo conclusivo della saga fantasy dal cuore dark Pam dovrà misurarsi con i demoni che lei stessa ha liberato, ma soprattutto scoprire l'unica arma in grado di sconfiggerli per sempre.

Recensione:

Non è la capacità di non sbagliare mai a fare un leader, ma quella di rialzarsi dopo un errore, ed essere in grado di guidare gli altri anche quando si è in dubbio, anche quando si è distrutti.”

Si può cercare di aiutare qualcuno, gli si può tendere una mano, ma arriva sempre il momento in cui quel qualcuno deve fare qualcosa per tirarsi fuori dal pozzo. Senza la volontà di salvarsi, non c'è aiuto che regga.”


Ragazzi, che tristezza quando metti la parola fine ad una serie che ti ha accompagnato per qualche anno...è con malinconia che sono arrivata alla fine di Pandora, la saga demoniaca firmata Licia Troisi.
Da una parte però sono anche contenta perché posso spuntare almeno una delle mie mille serie iniziate!
Il 3° volume mi aveva lasciato con un Pam distrutta per la morte apparente di Sam, la cui anima era stata risucchiata dal potente Angelo della morte Samael.
Ero quindi un po' depressa anche io, non volevo proprio credere che un personaggio tanto importante come Sam ci avesse lasciato le penne...e infatti non era così.
Il potere di Arishat è il capitolo finale ed è una bomba, credetemi sulla parola.
Finalmente è arrivato il tempo di combattere, l'Apocalisse è arrivata e il bene e il male si scontrano senza esclusione di colpi.
Dalla parte del bene troviamo quindi Mara, Vanessa/Sara, Lia, Le Funambole, Gabriel (l'unico angelo demoniaco dalla parte del bene) e Pam l'Apriporta, colei che da sola può mettere fine a tutto questo caos.
Dalla parte del male troviamo invece gli Angeli demoniaci guidati dal “re” Samael, Mashbir, Kapziel, Mashhit, Hemah e l'ambizioso Oreste Roggero.
Ma in questo libro non vi è solo la battaglia tra bene e male, nel corso della lettura si scoprono le origini del legame che lega Pam/Arishat (Pam non è altri che una delle reincarnazioni di Arishat) a Sam/Shulman/Samael (Sam è il corpo in cui Samael si è insidiato e Shulman era il corpo in cui il demone si era reincarnato millenni fa) ed è proprio per questo che mi è piaciuto tanto.
Adoro quando si salta nel passato per scoprire gli inizi ;)
Inoltre vado pazza per l'argomento Reincarnazione e quindi mi affascina molto leggere di vite passate, in particolare questo punto mi ha fatto ripensare a Fallen, altra famosa saga in cui si parla di vite passate.
Ma come dicevo, finalmente i nodi vengono al pettine e i buoni si trovano a giocarsi il tutto per tutto per salvare il mondo, nonostante il libro sia pieno d'azione, la Troisi ha trovato il modo di inserirvi momenti romantici, profondi e toccanti che ho apprezzato moltissimo.
Ovviamente non posso dirvi tutto o vi toglierei il piacere di leggerlo ma vi posso accennare che un altro amore sboccia, un amore per cui ho sofferto tantissimo, ahimè.
Bellissima anche la riscoperta di legami come l'amicizia e la famiglia.
Il potere di Arishat è stato un ottimo modo per scavare nella vita di alcuni personaggi come Lia per esempio, l'ex Funambola tosta e combattiva oltre che fredda e determinata che in questo libro mi ha conquistata letteralmente, mi sono sentita molto simile a lei e sono riuscita quindi a capirla.
Anche Gabriel si lascia conoscere maggiormente, così come Samael, finalmente sono riuscita a vedere il lato “umano” di questo terribile Angelo della morte.
Mi dispiace solo che Sam non sia praticamente presente, visto che è uno dei miei personaggi preferiti dell'intera serie.
E poi veniamo a lei, la protagonista darkettona Pandora detta Pam. In realtà questo personaggio non mi era entrato nel cuore come altri personaggi usciti da altre serie della Troisi, ma sono riuscita ad apprezzarla ugualmente.
La sua forza e fragilità insieme mi hanno portato ad ammirarla e sostenerla finendo per farmi affezionare a lei.
Vorrei parlarvi del finale ma...proprio non posso!
Chiuderò dicendo che alcune cose le avrei cambiate, ma per il resto l'ho adorato e mi ha fatto ancora ripensare a Fallen (che sapete ho amato tanto).
E così Pandora è arrivata alla fine, è stata una bella avventura tutta italiana che consiglio a tutti gli amanti del fantasy e, in particolare, ai fans di Licia Troisi.


martedì 17 luglio 2018

Il mio pensiero su American horror story stagione 4 e 5 (Freak show e Hotel).


Freak show 4°stagione.


Pensate un po' ad una storia ambientata in un circo piuttosto lugubre, un circo dove si esibiscono, quelli che nella serie tv vengono chiamati mostri, ovvero persone affette da malformazioni di ogni genere e particolarità davvero fuori dal comune.
Come sempre abbiamo la bravissima Jessica Lange, nel ruolo di Elsa, la direttrice del circo, una donna dal passato oscuro e doloroso, una protagonista che ha dentro di sé sia del buono che del cattivo, e che permette alla Lange di essere la regina incontrastata anche di questa 4° stagione.
Entel è la fedele amica, nonché donna barbuta, che da anni si occupa delle esigenze di Elsa facendole un po' da governante, interpretata da un ottima Kathy Bates.
Poteva poi mancare il mio nuovo idolo, Evan Peters? No direi di no.
Anche questa volta mi ha conquistata nel ruolo di Jimmy, figlio di Entel e Del (l'uomo più forte del mondo) nonché uomo aragosta affetto da una malformazione alle mani somiglianti in tutto e per tutto a delle chele.
Anche così il suo fascino è alle stelle ragazze mie!
Vi sono poi altri personaggi come Paul affetto da una malformazione alla braccia, la donna più forte del mondo, Desirè, la donna con tre seni, nani vari, la donna senza gambe, il bambino che stacca le teste agli animali con un solo morso (questo mi ha fatto schifo, lo ammetto), la piccola Ma petit affetta da una rara patologia che non le permette di crescere (la donna più piccola del mondo, è stata ospite anche a Italian's got talent), le due gemelle siamesi dotate di una doppia testa, e la dolce Pepper (già conosciuta in Asylum) affetta da una malformazione e ritardo mentale.
Insomma chi più ne ha più ne metta per questo circo degli orrori.
Devo ammettere che questa stagione mi ha fatto molto riflettere sulle condizioni in cui queste persone erano costrette a vivere anni e anni fa, molti venivano uccisi alla nascita o abbandonati in orfanotrofi, privati dell'amore e trattati come veri e propri mostri.
Meno male che le cose sono cambiate, era davvero un esistenza crudele la loro, povere anime.
Ma sappiamo a che genere appartiene American Horror story, per cui è normale che, ad un certo punto, questi mostri si vendichino seminando morte e distruzione tra quelli che vogliono guadagnare soldi sulle loro malformazioni.
E devo dire che fanno anche bene!



Freak show ha un ritmo serrato e ogni puntata aiuta a conoscere meglio le varie storie dei personaggi chiave, rendendo il tutto ancor più interessante, se poi aggiungiamo il fatto che il confine che separa il bene dal male tante volte viene completamente annullato, abbiamo una bomba come risultato finale.
È avvincente vedere come i buoni si trasformano in cattivi e come chi è cattivo si trasforma poi in buono in alcuni casi.
Mi ha colpito sopratutto la storia del Clown assassino che da prima mi spaventava a morte, salvo poi provare un'immensa pena e tenerezza una volta conosciuta la sua storia.
Del tutto differente la storia di Dandy, un ragazzo capriccioso e immaturo, ricco e viziato in modo vergognoso dalla madre, affetto da turbe mentali così perverse da far rabbrividire.
È lui a prendere le redini della malvagità più assoluta e a dare grattacapi immensi ai nostri eroi.



Nonostante tutto è un personaggio affascinante interpretato da un attore davvero figo, bisogna dirlo.

Ance questa stagione l'ho divorata in poche sere ed è meravigliosa, assicuro, ne verrete completamente travolti e non riuscirete a staccarvene fino all'ultimo episodio che, secondo i miei gusti, è una bomba.
Direi che Freak show si posiziona subito dopo Murder House e Coven nella mia classifica personale.


Hotel 5°stagione.


Entriamo nell'atmosfera:
un hotel popolato da creature assetate di sangue
un assassino alquanto ricco che ha dato il via alla costruzione di questo hotel, aggiungendo al progetto sale di tortura, scivoli segreti per sbarazzarsi dei cadaveri, stanze senza uscita ecc...
spiriti altrettanto sanguinari che si divertono a squartare e sbranare gli ospiti
dipendenti squilibrati con parenti altrettanto squilibrati
un poliziotto che da eroe si tramuta in carnefice
bambini vampiro
un oscura Contessa conturbante e spietata che passa il tempo a sedurre uomini e donne dotati di bellezza sconcertante
un uomo che rinasce vivendo come fosse una donna.
Ho reso l'idea?
Hotel è una stagione davvero sanguinolenta dove sangue, sesso, tradimenti, vendette e oscuri segreti la fanno da padrone.
Poteva non piacermi???
L'ho adorata, sebbene la mia preferita sia ancora Murder house.
Sono stati 12 episodi pieni di colpi di scena, dissanguamenti, incasinamenti vari che mi hanno tenuto con il fiato in sospeso.

A sto giro sono molti i personaggi che ho apprezzato, a partire da James March, interpretato dal mitico Evan Peters bravissimo come sempre ad interpretare i personaggi più folli di sempre, a finire a Liz, la cui vita ha subito una grande svolta nel momento in cui ha deciso di seguire la sua vera natura e fare uscire la donna che era in lui (eh si, in realtà si tratta di un uomo).

Ho amato molto Liz e mi sono affezionata da morire al suo personaggio che ho trovato profondo, tormentato ed estremamente forte nella sua fragilità.
La sua storia mi ha commossa, soprattutto sul finale che ho adorato.



Sebbene, loro due siano i miei personaggi preferiti ho apprezzato anche Tristan (che è pure bellissimo) Donovan e, a modo suo anche la Contessa.
Questa stagione però ha subito un grosso cambiamento, lo scettro appartenuto per 4 stagioni alla mitica e insostituibile Jessica Lange è passato a Lady gaga.
Ammetto che ero molto dubbiosa all'inizio ma la Gaga mi ha piacevolmente sorpresa dimostrandosi un ottima attrice e senza scalfire la sua aura eccentrica ed affascinante.

Sebbene abbia apprezzato la Gaga, per me l'unica vera regina di American Horror Story rimane Jessica Lange.
Che dire? Non vedo l'ora di proseguire con le seguenti stagioni anche se ho letto sono state deludenti, ma nulla mi ferma dal guardarle.
Sono innamorate di questa serie tv che spero sia ancora lunghissima, non posso immaginare di poter vivere senza :(