Elenco blog personale

mercoledì 16 ottobre 2019

Chiacchiere di aggiornamento.


Buongiorno amici lettori, come state?
Quale libro state leggendo?
Io sono ancora tutta persa nelle pagine di Nevernight Mai dimenticare che mi sta prendendo un casino, anche se odio il formato enorme che la Mondadori ha scelto, praticamente una sola pagina equivale a due pagine di un libro normale.
Nonostante questo mi sono voluta comunque complicare la vita e ho scelto davvero troppi libri per la mia TBR di ottobre… riuscirò a leggerli tutti? Ho i miei dubbi!
E voi che mi raccontate a proposito della vostra TBR?

Avete notato quanti meravigliosi libri stanno per uscire anche questo mese? Io, ovviamente, mi sono già fatta una bella lista delle uscite che proprio non mi posso perdere… ma ne parleremo meglio in un prossimo post, promesso.

Come forse avrete notato dall’inizio di ottobre i miei post hanno sempre qualcosa a che vedere con l’horror e Halloween, per cui se non siete amanti di questo periodo mi sa che fareste meglio ad evitare questo blog perché, almeno fino al 31 ne avrò ancora qualcuna da dire a riguardo.
Per esempio avrete fatto caso alle recensioni pubblicate, tutte di libri inquietanti, e che mi dite delle serie tv?
Anche quelle sono all’insegna dell’horror, come ad esempio Creeped out, una serie che, mi ripeto, vi consiglio.
Al momento ho iniziato la visione di una serie tv francese: Marianne, una storia mooolto inquietante e a tratti spaventosa da morire, parola mia.
Dopo forse mi getterò in Piccoli brividi, o magari cercherò qualcos’altro di accattivante, chissà.
Avete qualche serie tv horror da consigliarmi? I consigli sono sempre ben accetti.
Ovviamente sto guardando anche dei film, la lista di quelli che sono curiosa di vedere è decisamente lunga ma ho buona volontà e so per certo che ne recupererò almeno la metà prima del 31.
fra i grandi titoli da recuperare c’è anche la 2° parte di IT che non sto più nella pelle dalla voglia di vedere.
Anche in questo caso se avete dei cosigli sono graditi, mi raccomando citatemi anche qualche film leggero che abbia a che fare con Halloween ma che non sia necessariamente un horror.

Apro solo una piccola parentesi per dirvi che sul profilo Instagram del blog (ilmondodicry9, in realtà il 9 l’ho dovuto aggiungere per forza perché senza non mi accettava l’account) ci sono alcune challenge attive a cui potrete partecipare che riguardano sopratutto i libri, ma non solo.
Abbiamo:

#letturedabrivido che consiste nel consigliare due libri alla settimana adatti per essere letti ad Halloween, la durata coprirà dal 14 ottobre al 31;
#trickortreatbookchallenge che ha cadenza giornaliera, ogni giorno un tema diverso cha coprirà dal 1 al 31 ottobre;
#selfiementreleggo dove si può postare un selfie con il libro in lettura che non ha una cadenza fissa ed è sempre aperta, per tutto l’anno;
sarà poi attiva nella settimana che va dal 28 al 31 un’altra piccolissima challenge in cui saranno presenti 3 temi: libri, serie tv e film e potrete citare i vostri preferiti, loa challenge non ha ancora un nome ma se siete curiosi e volete partecipare seguite il mio profilo.

Bene, credo di avervi aggiornato più o meno sulle cose più importanti, spero di non avervi annoiato troppo.
Vi mando un abbraccio grande grande e ci vediamo domani.💖



lunedì 14 ottobre 2019

Il mio pensiero su Creeped out 2° stagione.


Ciao amici lettori, come state? Che state facendo in questa prima metà di ottobre? 
Io mi sto dedicando a film e serie tv horror e, anche per quanto riguarda i libri il tema è quello.
Non vi aggiungo dettagli perché intendo parlarvene meglio in un post di chiacchiere che pubblicherò tra qualche giorno.
Ma bando alle ciance! ora è il momento di lasciarvi la mia piccola impressione su una serie tv che ho apprezzato molto: Creeped out.
Buona lettura.

Risultati immagini per creeped out 2 netflix

Ok. è ufficiale: io adoro questa serie tv! 
La serie è formata da 10 episodi e sempre con interpreti differenti e ambientata in luoghi differenti.
È inquietante ma non terrificante, la possono guardare tutti senza che vengano traumatizzati, specialmente i ragazzini, e in più tratta temi assolutamente attuali e da ui viene tratto sempre un insegnamento molto utile.
Risultati immagini per creeped out 2 netflixCreeped out non è soltanto una serie tv particolare ma anche un modo per aprire gli occhi su alcune problematiche di oggi e aiutare i nostri bambini e adolescenti a capire e affrontare alcune situazioni ostiche.
Ad esempio in un episodio si parla di video games e di quanto tempo si perde davanti ad uno schermo, interi pomeriggi gettati via passati a giocare dando il via a problematiche a volte anche gravi.
E che dire del nostro “vizio” moderno di scattarci selfie e postarli sui social? Anche questo direi che è un problema se sfugge di mano.
Pensiamo mai a cosa può implicare la pubblicazione di foto personali?
Ammetto di farne un uso piuttosto smodato anche io dei social e dei selfie, dimenticandomi a volte, la prudenza e questa serie tv mi ci ha fatto riflettere un po’ su attraverso un altro episodio.
Immagine correlataMa le tematiche che tocca sono davvero innumerevoli, bisogna dirlo, e penso assolutamente che bisognerebbe farla vedere agli adolescenti, sono certa che la lieve punta di Horror/Thriller aiuterà a renderle il tutto più interessante e piacevole da guardare.
Oltretutto gli episodi non sono collegati tra loro quindi è più facile seguirla e non è mai noiosa dato che ogni episodio narra una storia differente.
Ma devo ammetterlo e avvisarvi che quel “simpatico tipetto” chiamato Il curioso presente nelle intro è un tantino inquietante e il suo fischiare mi da i brividi...a me che sono un amante dell’horror.
Se vi ho convinto a guardarla, mi raccomando, recuperate anche la 1° stagione che è altrettanto carina. 

E con questo vi saluto ragazzi, e vi do appuntamento a domani.💖

domenica 13 ottobre 2019

Recensione Petrademone 2 - La terra del non ritorno.


Titolo: La terra del non ritorno
Serie: Petrademone #2
Autore: Manlio Castagna
Casa editrice: Mondadori
Prezzo: 17,00
Genere: Fantasy/gotico/horror
Pagine: 521
Voto: 9/10

Trama:

Lasciato ormai il nostro mondo, Frida, Miriam e i gemelli Ober-dan si inoltrano nei regni di Amalantrah per salvare i cani spariti, ritrovare i propri cari e soprattutto Iaso, il guaritore, l'unico in grado di curare Gerico dal veleno degli uomini vuoti. Nel viaggio dentro le perenni nebbie di Nevelhem, le strade dei ragazzi si dividono e le missioni si fanno sempre più difficili. Dovranno affrontare nuove e inquietanti creature (animali vampiro, aquiloni ingannatori, ipnoratti e spettri affamati di paura; viaggiare su vascelli fantasma in fiumi di tenebra e scoprire città sbalorditive. Ad aiutarli gli intrepidi border collie di Petrademone, che staranno al loro fianco nei momenti decisivi. Numerosi saranno gli enigmi a cui dovranno dare una risposta: chi domina gli adoratori di Shulu? Perché Miriam non ha voce, ma sa far comparire parole profetiche sul Libro delle Porte? Perché il Signore degli Incubi imprigiona le anime dei bambini dietro gli specchi? I ragazzi dovranno puntare al cuore stesso del Male e disinnescarlo. Sapranno farlo senza perdersi?

Recensione:

Nonostante io sia piena di serie in corso non manco mai di iniziarne di nuove, per cui un mese fa ho deciso di iniziare quella di Petrademone e sono rimasta così piacevolmente colpita, che ho deciso di non lasciar passare troppo tempo e mi sono gettata a capofitto nel secondo volume.
Se Il libro delle porte è stata una piccola introduzione, La terra del non ritorno mi ha trascinata con un ritmo incalzante e mai noioso, in un’avventura da mozzare il fiato.
Ammetto che mi è piaciuto molto di più del precedente, forse perché i nostri eroi si muovono in un mondo parallelo, un mondo decisamente inquietante popolato da nemici tra i più disparati e mostruosi che si possa immaginare.
Ma per fortuna i nostri amici incontrano personaggi che sono assolutamente pronti ad aiutarli, certo, alcuni di loro sono un po’ strambi ma servono a rendere la storia un po’ più allegra.
Petrademone mi piace così tanto perché è una storia dall’atmosfera leggermente horror, inquietante, che ha all’interno mondi paralleli popolati da spiriti e mostri. Insomma, proprio il tipo di storie che amo leggere.
I personaggi sono molto carismatici ed è piuttosto facile affezionarsi a loro.
Come sempre finisco per amare quelli più forti e dal carattere spigoloso, proprio come Frida, la protagonista che, capitolo dopo capitolo, diventa sempre più decisa e indipendente. Però voi sapete bene che ho un debole anche per i personaggi buffi e pasticcioni, quindi mi sono lasciata affascinare dal carattere allegro e ironico di Gerico, il gemello atletico di Tommy (il secchione). Trovo questo duo davvero eccezionale, mi ricordano un po’ i Weasley di Harry Potter in un certo senso.
Quella che ancora mi lascia un po’ indifferente è Miriam, la ragazzina muta che non sono ancora riuscita ad inquadrare per bene.
Ancora marginali i ruoli di Drogo, Vanni e Barnaba. Sono un po’ delusa dagli antagonisti, specialmente da Astrid che compare pochissimo e non fa nulla di concreto se non sul finale del libro.
Ma detto questo non posso non amare questo libro che racchiude in se una trama adrenalinica, oscura dove regnano le ombre e le sfide tra bene e male.
Il tutto ambientato in scenari particolari e suggestivi.
Ancora molto sentito, grazie a Frida, la tematica tragica della perdita dei genitori, un dolore così grande che annienta ma che allo stesso tempo sprona il personaggio a cercare risposte scavando nel passato di essi.
Insomma amici, ora non vedo l’ora che esca il 3° volume per vedere che succede, anche perché i nodi da sciogliere sono ancora moltissimi ed io sono ormai curiosa da morire!

sabato 12 ottobre 2019

I miei acquisti.

Buona sera amici lettori, come state?
Oggi è stata una giornata piuttosto faticosa ma ha avuto anche i suoi lati buoni, ovvero alcuni nuovi acquisti libreschi.
Sapete bene che non c'è come un po' di sano shopping per risollevare una giornata no.
Diamo quindi uno sguardo ai miei nuovissimi libri:


Primo fra tutti Storie da brividi firmato R.L. Stine, uno dei miei autori preferiti di quando ero adolescente.
Non vedo l'ora di tuffarmi in questa raccolta di racconti da brrrrivido!
La memoria di Babel è un altro titolo che non poteva mancare dato che ho letto i due libri precedenti e che ormai voglio vedere come va a finire la storia di Ofelia e Thorn (anche se so che ci sarà un altro libro dopo questo).
Ultimo, ma non per importanza, è quello che attendevo con più curiosità è Sei di corvi ne ho sentito tanto parlare e sono quindi curiosissima.
L'ho già sfogliato e vi posso garantire che è qualcosa di meravigliosamente dettagliato.

E questi amici miei sono i miei acquisti, sono curiosa di sapere se ne avete letto o acquistato qualcuno anche voi.
Fatemi sapere.
Bacioni dalla vostra Cry 💖

venerdì 11 ottobre 2019

5 cose che...


Ciao amici lettori, come state?
Si parla spessissimo di libri, di lettura e di quanto sia bello leggere, lo sappiamo bene noi amanti della lettura.
Ma, vi ricordate quanti libri avete letto dove si parla di libri? 
Vediamo un po' cosa mi è venuto in mente.


5 libri che parlano di libri

1) Misery 
Risultati immagini per misery non deve morire libro
In questa storia firmata King c'è una lettrice pazza furiosa che prende in ostaggio il suo scrittore preferito torturandolo e costringendolo a cambiare il finale del libro che ha tanto amato, ovvero Misery.

2) La storia infinita
Amo moltissimo La storia infinita perché narra le avventure di Bastiano, un bambino appassionato di lettura che un giorno, per caso, si ritrova tra le mani un libro alquanto particolare e...ci finisce dentro. 

3) Cuore d’inchiostro
Un libro bellissimo che in cui si parla, appunto di libri e dell'amore per la lettura. Qui i protagonisti entrano proprio nei libri, letteralmente! 
4) Colpa delle stelle
La protagonista Hazel ama profondamente un libro, così tanto da diventare quasi un'ossessione. Sarà proprio Gus, il fidanzato, a farle incontrare lo scrittore.  

5) Storia di una ladra di libri
Risultati immagini per libri che parlano di libri
Una storia molto commovente in cui, se pur sullo sfondo, sono presenti i libri e l'amore per la lettura. In questo caso la protagonista si ritrova a salvare dal rogo tutti i libri che riesce e, tramite essi, sentirsi finalmente libera.

Bene amici, il post è concluso, mi sono divertita moltissimo a trattare di questo bell'argomento. Non ricordavo nemmeno tutti i libri che ho letto che trattavano questo tema per cui è stata anche una sfida andare a scorrere l'elenco delle letture e spremere le meningi per ricordare anche quelle fatte decenni fa.
E voi ne avete letti? Quali? Fatemi sapere.
Bacioni dalla Cry.💖

giovedì 10 ottobre 2019

Intervista ad Alberto Chieppi.

Ciao amici lettori, come state?
Oggi ho il piacere di postare un'intervista speciale ad Alberto Chieppi, l'autore italiano che ha creato Il Reame, un mondo di cui mi sono innamorata all'istante.
Sono quindi molto felice di farvelo conoscere meglio perché, oltre ad essere un autore dallo spiccato talento, è anche un uomo modesto e gentilissimo, leggendo il suo primo libro ho trovato passione, creatività e coraggio, tutto ciò che uno scrittore dovrebbe avere. 
Chieppi è stato capace di creare un mondo magico e intrigante che mi ha ricordato l'atmosfera di Harry Potter.
Il suo libro ha avuto un buon riscontro nei lettori e, a breve, sarà pubblicato il 2° volume della saga delle Cronache del Reame incantato.


Biografia:

Sono nato a Vizzolo Predabissi, il 4 febbraio 1981 e attualmente risiedo a Melegnano (MI).
Ho frequentato le scuole della mia città fino alle superiori quando, nel 2000, ho conseguito la Maturità Scientifica presso il Liceo Scientifico di Melegnano.
Ho frequentato la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università Statale di Pavia conseguendo nel 2005 la Laurea triennale in Fisica e, in seguito, mi sono iscritto alla Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università degli Studi di Milano dove, nell’aprile 2008, ho conseguito la Laurea Magistrale in Astrofisica con Tesi sperimentale elaborata in seguito ad un lavoro di ricerca della durata di un anno e svolto presso l’Osservatorio Astronomico di Brera.
Nel giugno dello stesso anno, sono stato assunto presso un’azienda operante nel settore aerospaziale e avionico.
Nel maggio 2010 mi sono sposato con Federica e nel 2012 e 2014 sono nati i miei due meravigliosi bimbi Andrea e Tommaso.
Nel 2018 ho pubblicato il mio primo romanzo, Il Marchio del Serpente, primo volume delle Cronache del Reame Incantato, edito da DarkZone.

Le sue opere:

Risultati immagini per le cronache del reame incantato

Il Marchio del Serpente – Le Cronache del Reame Incantato vol.1
Il Prigioniero dell’Aldilà – Le Cronache del Reame Incantato vol.2 (in uscita a breve)

Intervista:

1)    A quale dei tuoi personaggi sei più legato?
Sento di essere affezionato in modo particolare a Zuk Zannamonca, uno dei personaggi della Cronache del Reame Incantato. Mi diverto un mondo a immaginare le sue vicende; è un personaggio ironico, divertente, una spalla per il “cattivone” di turno e non è facile costruire le scene in cui è presente, quindi rappresenta una bella sfida. Zuk è un goblin fifone e bistrattato da tutti, ma che riuscirà ad avere una sua evoluzione fino a diventare quasi un eroe.

2)    Cosa ti ha spinto a diventare scrittore?

Non amo definirmi uno scrittore. Adoro creare e inventare storie da sempre, immaginare mondi e avventure. Le Cronache del Reame Incantato è la prima saga fantasy che ho pubblicato. Il primo volume, Il Marchio del Serpente, è nato durante una vacanza in montagna, l’anno in cui è nato il mio primo figlio. E proprio grazie a quel piccolo marmocchio urlante di pochi mesi ho deciso che avrei provato a scrivere una storia piena di magia che, una volta grandicello, il mio bimbetto potesse leggere e amare, proprio come i libri che leggevo io da ragazzino.

3)    Cosa provi quando un lettore ti dice di aver amato in tuo libro?

È una sensazione molto bella. Provo soddisfazione, felicità e orgoglio, ma più di ogni altra cosa, provo gratitudine per chi ha deciso di spendere i suoi soldi per uno sconosciuto come me e per aver trovato un po’ di tempo per farmi sapere che ha apprezzato il mio libro. Questa è la benzina che mi permette di continuare a percorrere la strada di questo progetto.

4)    Ti ispiri a persone e fatti reali per scrivere i tuoi libri?

No; credo proprio di no. Le Cronache del Reame Incantato raccontano di personaggi magici e misteriosi, ma non nego che, forse inconsciamente, per qualcuno di essi sono stato influenzato da qualcuno che mi circonda o che mi è capitato di incontrare.

5)    Attualmente stai scrivendo un nuovo libro?

Sto completando la stesura del terzo capitolo delle Cronache. Ma sto lavorando anche a un nuovo progetto, di cui però non posso ancora svelare nulla.

6)    Vuoi dire qualcosa ai lettori?

Vi ringrazio per aver letto tutta l’intervista e mi auguro di incontrarvi fra le pagine delle Cronache del Reame Incantato.
Lasciatevi stregare dalla magia!

Contatti:

mi trovate anche su instagram e twitter

mercoledì 9 ottobre 2019

Recensione Petrademone - Il libro delle porte.


Titolo: Il libro delle porte
Serie: Petrademone #1
Autore: Manlio Castagna
Genere: Fantasy/horror
Pagine: 255
Prezzo: 17,00
Casa editrice: Mondadori
Voto: 9/10

Trama:

Quando arriva a Petrademone, la tenuta fra i monti in cui gli zii allevano border collie, Frida ha perso entrambi i genitori ed è chiusa in un bozzolo di dolore. Ma in quello che potrebbe essere il posto ideale dove guarire le ferite dell'anima, Frida avverte un'oscura minaccia. Insieme ai suoi tre nuovi amici e altri improbabili alleati, la ragazza comincia così l'Avventura che cambierà la sua vita per sempre.

Recensione:

Siccome questo libro mi era stato consigliato da una cara amica che conosce bene i miei gusti, ero quasi certa che mi sarebbe piaciuto.
Beh, è normale quando il libro in questione è un fantasy per ragazzi ma anche un po’ horror, ha personaggi di grande impatto e una trama molto oscura e misteriosa.
Eh si miei cari lettori, Il libro delle porte è un mix esplosivo di tutte queste cose, a partire da Frida la protagonista che serba nel cuore un grande dolore ma allo stesso tempo non riesce ad esternare.
Proprio in questo suo non riuscire ad esternare i sentimenti mi sono ritrovata moltissimo e per cui ne sono rimasta colpita, ho preso a cuore Frida e la sua elaborazione del dolore.
Ma Frida è anche una bambina molto forte che, grazie anche a due rocamboleschi gemelli e una fragile ragazzina muta, piano piano riuscirà ad uscire dal suo guscio e diventare una piccola investigatrice, pronta a incredibili prove di coraggio, il tutto per salvare gli amati cani dello zio Barnaba.
Altra cosa che mi ha mandata in visibilio è la presenza di cani, cani ovunque in questo libro. È quindi approfondita la tematica dell’amore per gli animali e dell’importanza del legame tra uomo e animale, e voi ormai lo sapete che su questo sono molto sensibile.
Vogliamo poi parlare della losca figura del Magro notturno?
Una specie di orrendo mostro che mi ha fatta ripensare al famoso Slanderman (se non lo conoscete e amate il brivido, andate ad informarvi su questo mostro inquietante) che alimenta la parte paurosa della storia.
Giardini bui, cani spettrali, personaggi che nascondono segreti oscuri, misteriosi rapimenti...insomma c’è molta carne al fuoco ma assolutamente gestita in maniera magistrale.
Castagna ha saputo creare una storia al limite dell’impossibile rendendola in un certo senso logica e riuscendo a convincere il lettore che tutto sia veramente possibile.
Faccio ancora fatica ad esprimere le mie impressioni su questo meraviglioso libro perché mi è piaciuto così tanto che non riesco a spiegarvi come vorrei.
Tutto mi ha affascinata, l’ambientazione tetra, i segreti taciuti che circondano la famiglia di Frida, l’esistenza di altri mondi e di “portali” per passare dall’uno all’altro.
Insomma, in questo libro c’è davvero tutto ciò che cerco quando mi tuffo in una nuova lettura.
Non vedo l’ora proseguire con il 2° volume di cui vi parlerò molto presto, se riesco a sbrogliarmi un paio di altre letture.