Elenco blog personale

mercoledì 31 agosto 2016

I miei acquisti.

Ciao lettori, come state? Io tutto bene, domani mi aspetta una giornata pesantina, chissà se ne uscirò viva! ;-)
Siccome le mie mani bucate non hanno fine vi devo far vedere i miei ultimissimi acquisti di cui vado moooolto fiera.



Visto che bella collezione di libri per ragazzi che ho?? ;-)


Un thriller che m'ispira tantissimo e che spero mi piaccia, ultimamente sono fissata con questo genere.


Ok, lo ammetto, l'ho comprato per la copertina ma dovrebbe essere una lettura romantica e leggera.



Ho visto questa serie praticamente ovunque e mi sono detta: "Devi provare a leggerla" e così mi sono portata a casa i primi due volumi.


E con questo ho spuntato la mia lista dei desideri, mi mancano ormai pochissimi libri di Sparks e ho avuto l'occasione di trovare questo introvabile libro. Ora mi manca solo l'ultimo uscito e sono al completo. ;-)


Stessa cosa vale per questo libro. Ormai della Fede Bosco ho quasi tutti i libri e sono felicissima di aver fatto mio anche questo!!! Me felicissima! :-)

Questi sono i miei acquisti freschi freschi fatemi sapere cosa ne pensate e se avete letto qualcuno di questi libri.
Voi recentemente siete passati in libreria? Se si, cos'avete comprato?
Per oggi è tutto, vi mando un bacione e ci vediamo domani sempre qui sul blog.


martedì 30 agosto 2016

I miei consigli.

Ciao lettori!
Come state? Io tutto bene.

Oggi è martedì per cui vi aggiorno la rubrica I miei consigli.

Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino

Trama:

Christiane F. racconta con il linguaggio crudo e diretto delle interviste registrate al magnetofono la sua storia e quella dei suoi coetanei, sullo sfondo di una Berlino dove i quartieri-dormitorio e le discoteche sono simili a quelli di ogni grande città europea. E’ la storia di una precoce discesa nel mondo della droga e della faticosa risalita, documentata come un servizio giornalistico, sofferta come un diario personale, da cui nasce convinzione che la soluzione del problema della droga è lontana ma possibile.

Perché lo consiglio:

L'ho letto diversi anni fa ma mi ha colpito così tanto che ancora lo ricordo. Uno spaccato dei problemi del mondo. Una discesa negli inferi della droga e una risalita dura ma non impossibile.

La solitudine dei numeri primi

Trama:

Alice è una bambina obbligata dal padre a frequentare la scuola di sci. È una mattina di nebbia fitta, lei non ha voglia, il latte della colazione le pesa sullo stomaco. Persa nella nebbia, staccata dai compagni, se la fa addosso. Umiliata, cerca di scendere, ma finisce fuori pista spezzandosi una gamba. La lasciamo sulla neve credendo che morirà assiderata. Invece si salva, ma resterà zoppa e, soprattutto, segnata per sempre. Mattia è un bambino molto intelligente, ma ha una gemella, Michela, ritardata. La presenza di Michela umilia Mattia di fronte ai suoi compagni e, per questo, la prima volta che un compagno di classe li invita entrambi alla sua festa, Mattia abbandona Michela nel parco, con la promessa che lei lo aspetterà. Mattia non ritroverà più Michela. In quel parco, Michela si perde per sempre. Le vite di Alice e di Mattia, due esistenze segnate, si incroceranno. Diventeranno, Alice e Mattia, adolescenti, giovani, adulti.

Perché lo consiglio:

Mi sono sempre piaciute le storie difficili, mi piacciono i personaggi che si sentono un po' fuori dal mondo, quelli meno popolari ma che hanno tanto da dire e da dimostrare a se stessi.
Penso che possa essere d'aiuto a molti leggerlo.

The Familiars

Trama:

La strana storia della rana pasticciona, della ghiandaia blu e del gatto che salvò il mondo dei maghi.La magia non è più solo per i maghi.Aldwyn è un gatto randagio che vive alla giornata nella terra di Vastia.
Mentre sta scappando dalle grinfie di un accalappiagatti, finisce in un negozio che vende famigli, animali con poteri magici che da sempre accompagnano maghi e streghe nelle loro avventure. Ma Aldwyn non sa nulla di magia: lui sa solo rubare il pesce, dormire sui tetti e fuggire da cani e pescivendoli infuriati. Eppure, tra tanti altri animali, il maghetto Jack sceglie proprio lui e lo conduce a Stone Runlet, dove il potente mago Kalstaff guida una famosa scuola di stregoneria. Tra i suoi apprendisti ci sono anche Marianne e Dalton, con i loro famigli: una rana pasticciona, Gilbert, che dovrebbe avere la capacità di predire il futuro, e una ghiandaia blu, Skylar, saccente e altezzosa. Ma il mago non avrà il tempo di insegnare ai suoi allievi tutto ciò che sa. Tre stelle che danzano in cielo annunciano infatti che un’antica profezia sta per compiersi. Tutta Vastia è in pericolo e solo tre giovani eroi potranno salvarla. E quando i maghi verranno rapiti, toccherà ai tre famigli partire per un’incredibile avventura, affrontando orrobestie furiose, streghe cannibali, occhi volanti e tutti i pericoli che la magia nera può scagliare sul loro cammino…

Perché lo consiglio:

Perché è un bel fantasy per giovanissimi ma che può far sognare anche gli adulti. È una serie per cui se lo leggete e volete sapere come va a finire dovrete acquistare anche i seguenti volumi ma ne vale la pena.

Anche oggi vi ho dato i miei consigli, spero di avervi consigliato libri che possano piacervi.
Ci leggiamo domani con un post nuovo nuovo.
Un bacione da Cry.

lunedì 29 agosto 2016

Cosa sto leggendo.

Ma ciao lettori, come state? Io un po' stanchina oggi ma tutto sommato sto bene.
Oggi, come ogni lunedì vi faccio vedere le mie letture.


Cosa ho appena letto:

Anche questa settimana sono riuscita a leggere due volumi di Dylan Dog e un Topolino che avevo in arretrato. Per quanto riguarda i libri, per la collana Piccoli Brividi ho letto Il fantasma della porta accanto e, un romanzo davvero bello: Il parrucchiere di Auschwitz. Di questo prossimamente avrete una recensione.

Cosa sto leggendo:

Ho tanto sentito parlare Seli del blog Ombre angeliche, di questo libro che non potevo aspettare oltre e ho deciso di leggere Il mio cuore e altri buchi neri. Sono curiosissima di vedere se anche a me piacerà tanto quanto è piaciuto a lei. L'ho iniziato solo stamattina quindi non mi posso sbilanciare più di tanto, ne saprete di più nei prossimi giorni.
In contemporanea sto leggendo ancora Storie di fanatasmi. Non so quanto mi durerà questa lettura visto che leggo una sola storia al giorno, comunque sono rimasta colpita da un paio di storie. Vi parlerò in seguito anche di questo.
Alla sera, prima di andare a letto mi leggo un po' di Dylan Dog, come potete vedere si tratta del maxi librone con tre storie complete.

Cosa leggerò:

Eh lettori, ormai lo sapete che non riesco proprio a decidermi prima su cosa leggerò di volta in volta pe cui passo anche oggi questa parte. Scusate.

Ci leggiamo domani con un nuovo post de I miei consigli.

Un bacione da Cry.

sabato 27 agosto 2016

Cover shift

Ciao lettori, oggi vi propongo un post che ho trovato su tantissimi altri blog, Cover shift.
Per chi non lo conoscesse consiste nel far vedere le svariate copertine di uno stesso libro.
Questa volta ho scelto per voi un libro che ho amato moltissimo da bambina e che, amo ancora adesso che non lo sono più: La fabbrica di cioccolato di Roald Dahl.










A voi quale piace di più? Sono tutte colorate e sgargianti ma io sono affezionata alla numero 1 visto che era questa l'edizione che ho letto per la prima volta. Se dovessi seguire i miei gusti personali invece opterei per la numero 3. Non so voi ma detesto la numero 6, cosa c'entra quella copertina??? Orribile. 


Il post è concluso amici lettori, ci leggiamo lunedì, domani mi prendo un giorno di pausa da tutto per poi tornare alla grande. Bacioni.

venerdì 26 agosto 2016

le 5 cose che...


5 libri letti velocemente.

Ciao lettori!
Non potevo mancare all'appuntamento con la rubrica di Twins Books Lovers che oggi ha proposto un bell'argomento, i 5 libri che ho letto più velocemente.
Non sono andata a scavare troppo indietro quindi ho deciso di citare libri letti quest'anno. Vediamoli subito:

- Sette minuti dopo la mezzanotte



 Letto in una sera. Bellissimo, commovente e consigliato dalla mia blogger preferita, non potevo non leggerlo. 

- La sfera di cristallo
Beh, I piccoli brividi non hanno molte pagine e sono scritti piuttosto grande per cui si fa prestissimo a leggerli. Questo in particolare mi è piaciuto molto.

- I dannati di Malva
I libri di Licia Troisi finisco sempre per divorarli, mi piacciono troppo.

- Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore
Su questo non aggiungo altro visto che ormai lo sapete a memoria cosa ho amato di questo libro: tutto! L'ho letto in sole 2 ore.

- Un weekend da sogno 
                                  




Anche questo è piuttosto sottile e in qualche ora si legge facilmente.
          




Il post è concluso lettori, spero che vi sia piaciuto, fatemi sapere quali sono le vostre letture veloci.

Un bacione e ci leggiamo domani con un nuovo post. ;-)                                

giovedì 25 agosto 2016

Pokemon Go Book Tag

Ciao lettori!
Ho trovato questo bellissimo tag sul blog Bookish Brains e, visto che io a mio tempo ho amato i Pokèmon, ho deciso di partecipare.
Vediamo un po' cosa ne è uscito.



Il libro che ha dato il via all'amore per la lettura
Beh, è difficile ricordarsi del primo libro che ho letto in assoluto ma posso dirvi con precisione uno di quelli che mi ha fatto amare la lettura: Abbaiare stanca. Un libro che ho amato moltissimo per il suo protagonista a 4 zampe.

Un classico che tu amerai per sempre
Non ho letto molti classici ma, fra i pochi, quello che mi ha preso di più è Il principe e il povero. Mi è piaciuto molto il fatto che per un caso, due persone opposte si possano scambiare trovandosi l'uno nella vita dell'altro.

Un libro per cui hai perso interesse perché è ovunque
Cavoli, la serie di Anna Todd, After la vedo in continuazione e stranamente invece di incuriosirmi, mi ha totalmente stufato ancora prima di leggerla!

Un libro che te ne ricorda un altro, ma che tu comunque ami
Lo avevo già accennato nella recensione del libro, Incantesimo di Rachel Hawkins a tratti mi ha ricordato Evernight, ma comunque continuo ad amarlo.

Un libro/serie che non hai iniziato per la grande mole
A quei tempi mi ricordo che c'era una divisione ben definita: chi leggeva Harry Potter e chi, invece, leggeva Il Signore degli anelli.
Io ero decisamente una sostenitrice di Harry e l'altro non mi ispirava proprio. Il Signore degli anelli mi è sempre sembrato un mattone e la storia, nonostante il grande successo, non mi ha incuriosito più di tanto. Col senno di poi vi confesso che mi piacerebbe provare a leggere il primo volume almeno ma non so se lo farò realmente o rimarrà solo un buon proposito.

Un libro che ti ha tenuto sveglio tutta la notte
Come faccio a non darvi sempre la stessa risposta? Sapete già quale libro mi ha tenuta sveglia tutta la notte ma forse non sapete che, prima di andare a dormire, leggo i fumetti, solitamente Topolino. Per cui stavolta vi dirò che i Topolini mi tengono sveglia spesso fino a tardi con le loro storie divertenti e i personaggi buffissimi.

La tua OTP letteraria
Questa è una domanda difficile... in realtà non ho una coppia preferita in assoluto, l'unica che mi viene in mente è quella formata da Adhara e Amhal, protagonisti di Le leggende del Mondo Emerso. La loro storia tormentata mi ha commossa, emozionata e fatta sognare. A me piacciono le cose impossibili e l'amore fra loro è qualcosa di unico e inevitabile nonostante siano, in realtà, rivali per natura.

Un libro così "bollente" da non riuscire più a fermarsi
Di libri “bollenti” ne leggo pochi ma, fra questi non posso non citare A nudo per te di Sylvia Day facente parte della serie Crossfire. Un libro davvero bollente che coinvolge il lettore.

Una serie di cui non ti stancherai mai di avere spin-off
Beh, inutile dirlo, Il Mondo Emerso di Licia Troisi meriterebbe almeno altri dieci spin-off e io, state sicuri, li leggerei tutti d'un fiato.

Un libro/serie sorprendentemente bella
Ne voglio citare una recente perché Harry Potter è ormai datata come serie. A pari livello ce n'è soltanto una a parere mio, L'Accademia del bene e del male di Soman Chainani. Una serie bella, bella ma davvero bella.

Un libro molto pubblicizzato che non vedi l'ora di leggere
Beh, a forza di sentirne parlare nei blog, vederlo in libreria, vedere la pubblicità, mi è venuta voglia di leggere Calendar girl. Deve essere molto carino e ammetto che ho voglia di leggerlo.

Una edizione da collezione che desideri
Non tengo particolarmente alle edizioni da collezione, per me basta averli i libri che amo ma mi piacerebbe avere Harry Potter nell'edizione in cui i volumi vanno a formare il castello di Hogwarts.

Il primo libro di un autore che non vedi l'ora di leggere
Sono impaziente di leggere Scusa ma ti amo troppo romanzo d esordio di un duo al femminile,Elisa Trodella e Loretta Tarducci. La trama è davvero carinissima e la copertina è una favola.

Un autore di cui compri i libri in automatico
Dopo aver letto Colpa delle stelle non ho potuto fare a meno di acquistare tutti gli altri libri di John Green. Ormai quando vedo quel nome arraffo subito qualsiasi libro sia. Lo adoro.

L'uscita di un libro che stai aspettando da sempre
Sto aspettando con ansia lo spin-off dedicato a Cam facente parte della serie Fallen. di Lauren Kate. Non sto più nella pelle dalla voglia di leggerlo, adoro Cam e adoro la storia degli angeli caduti. Spero solo che esca presto.

Il tag è finito lettori, spero vi sia piaciuto. Ho deciso che per questa volta non farò nomi ma bensì, invito tutti quelli che ne hanno voglia a partecipare a questo divertentissimo tag Pokèmoso!
Bacioni da Cry.



mercoledì 24 agosto 2016

Recensioni.

Titolo: Gli occhi neri di Susan
Autore: Julia Heaberlin
Prezzo: € 12,00
Genere: Thriller
Pagine: 328
Voto: 8

Trama:

Tessa Cartwright, 16 anni, viene ritrovata in un campo del Texas, sepolta da un mucchio di ossa, priva di memoria.
La ragazza è sopravvissuta per miracolo a uno spietato serial killer che ha ucciso tutte le altre sue giovani vittime per poi lasciarle in una fossa comune su cui crescono delle margherite gialle. Grazie alla testimonianza di Tessa, però, il presunto colpevole finisce nel braccio della morte.
A quasi vent'anni di distanza da quella terrificante esperienza, Tessa è diventata un'artista e una mamma single. Una fredda mattina di febbraio nota nel suo giardino, proprio davanti alla finestra della camera da letto, una margherita gialla, che sembra piantata di recente. Sconvolta da ciò che evoca quel fiore, Tessa si chiede come sia possibile che il suo torturatore, ancora in carcere in attesa di essere giustiziato, possa averle lasciato un indizio così esplicito. E se avesse fatto condannare un innocente? L'unico modo per scoprirlo è scavare nei suoi dolorosi ricordi e arrivare finalmente a mettere a fuoco le uniche immagini, nascosti per tanti anni nelle pieghe della memoria, che potranno riportare a galla la verità...

Recensione:

Ho sentito tanto parlare di questo thriller psicologico nei vari blog e mi è venuta la curiosità di leggerlo.
Per fortuna una mia amica l'ha acquistato ed io me lo sono fatto prestare.
Lo ammetto, ho fatto un po' fatica ad ingranare, la prima parte mi è risultata un po' pesantuccia e poco interessante. I continui passaggi tra passato e presente mi facevano perdere il filo obbligandomi a tornare indietro qualche volta a causa della mia pessima memoria.
Se con la prima parte ho fatto fatica, con la seconda sono andata come un siluro, la storia è entrata nel vivo e mi ha catturata completamente, impedendomi di staccarmi fino alla terza parte che ho letteralmente divorato.
La terza parte è, a parer mio, la migliore, si svelano finalmente tutti i segreti che aleggiano fin dalle prime pagine, si scopre l'assassino, e si ha una bella sorpresa riguardo un determinato personaggio.
Non leggo molti thriller ma devo dire che, se ne troverò altri così belli, potrei trovarmi a leggerne più spesso visto che comunque come genere mi prende abbastanza.
Quest'autrice è molto brava, ha uno stile particolare che a me non sempre ha convinto ma che, nell'insieme, mi ha convinto a leggere qualcos'altro in futuro, inoltre ha dato una vera personalità ai personaggi, dal primo all'ultimo, è stata attenta a rendere il tutto così reale che non mi sarei stupita se fosse stata una storia vera.
Io sicuramente non sarei mai capace di tirare su una storia così intricata senza fare errori, dimenticanze e collegando tutto abilmente.
Il mio personaggio preferito è sicuramente Lydia, che con la sua acuta intelligenza e la sua “stranezza” mi ha totalmente catturata, sono proprio questi i personaggi che mi rimangono nella mente a vita.
Tessa sicuramente è un ottimo personaggio ma, a mio parere, meno complesso dell'amica.
Il finale mi ha lasciato a bocca aperta, io non sono molto intuitiva per cui finisco sempre per non capire fino all'ultimo chi è l'assassino, anche se qui non si capisce proprio bene...non posso dirvi altro senza spoilerare per cui mi zittisco.
Sappiate solo che vale i 12,00 € del libro.
Non poteva non esserci un ultimo tocco di mistero visto l'intero svolgimento della storia.
Insomma sto tessendo le lodi di questo libro lettori e ve lo stra consiglio se amate i thriller ben scritti e che vi faranno scervellare notte e giorno finché non sarete arrivati all'ultima pagina.
Sono d'accordo con chi lo definisce il libro del momento.
Si sarebbe meritato anche 9 come voto, non fosse per la prima parte che mi ha un po' affaticato, peccato, comunque 8 è un bel voto tutto sommato.

Le frasi più belle tratte dal libro:

I ricordi non sono spazzatura, non marciscono.


Ero cieca ma sentivo benissimo, e nessuno ci faceva caso.

Titolo: Volevo essere una gatta morta
Autore: Chiara Moscardelli
Prezzo: € 6,90
Genere: Romanzo
Pagine: 215
Voto: 8

Trama:

“La gatta morta non prende la macchina da sola la sera, non si concede al primo appuntamento, neanche al secondo e forse nemmeno al terzo, finge pudicizia, è misteriosa ma con bisogno di protezione, le pesa la borsa, si fa desiderare, scappa invece di inseguire (senza prendere in considerazione la spaventosa eventualità che tormenta le non gatte morte: e se scappo e nessuno mi insegue?) e naturalmente vince sempre.”

Recensione:

Questo libro mi ha colpito da subito, forse per il colore sgargiante e allegro della copertina, forse per l'immagine buffa in primo piano, forse per la trama, forse per il numero ristretto di pagine, forse per l'argomento spinoso ma ironico che tratta.
Non vedevo l'ora di leggerlo e, infatti, non è rimasto a prendere polvere sullo scaffale per troppo tempo, l'ho letto quasi subito.
Non mi ha per niente delusa, è superato le mie aspettative facendomi divertire da pazzi ma anche riflettere su alcuni aspetti del mondo sia femminile che maschile.
Incredibile il fatto che in alcune cose mi sia ritrovata perfettamente in simbiosi con la protagonista. Purtroppo molte fanno quegli stessi errori ma, alla fine, l'unica cosa importante è crescere e imparare dagli errori.
Da anche un ottimo insegnamento a tutte le persone insicure che si “svendono” al miglior offerente.
Bisogna imparare ad amare se stessi prima di essere capaci di amare gli altri e questa è una lezione molto importante. Non dovremmo mai lasciare che qualcuno ci usi solo perché abbiamo paura di perderlo, dobbiamo pretendere rispetto, amore e sincerità, chi non è capace di darci questo non ci merita. Dobbiamo solo capirlo.
Nonostante l'argomento spinoso la Moscardelli è riuscita a rendere il tutto leggero e, quella vena di ironia, è la chiave del successo che ha avuto.
Non vedo l'ora di leggere qualcos'altro di questa meravigliosa autrice.
Non è una lettura impegnativa e trovo sia perfetta per l'estate, periodo caldo in cui non si ha molta voglia di cose complicate e intricate.
Davvero bell'acquisto di cui non mi sono affatto pentita.

Le frasi più belle tratte dal libro:

Avete mai la sensazione di essere tutte sbagliate? Io, per esempio, devo essere nata sotto una cattiva stella. Fin da bambina mi sentivo sempre al posto sbagliato nel momento sbagliato. Un senso di inadeguatezza al quale ancora non mi sono abituata.

Credo che gli incontri nella vita non avvengano mai per caso.

Se fossi nata gatta morta, la mia vita sarebbe stata diversa.
Le gatte morte sono geniali. Dietro la loro apparente passività si nasconde una forza, un'aggressività senza pari, sono burattinaie che muovono i fili di marionette inconsapevoli. Gatta morta si nasce, non si diventa.

All'epoca pensavamo che viaggiare fosse un po' dimenticare. Partire per non tornare più, per rifarsi una vita da un'altra parte con la speranza di trovare in un altro paese quello che non si era riusciti a trovare nel proprio.

Come si fa a perdere una persona che non si è mai avuta?

Quello che non abbiamo riesce sempre a rovinare quello che abbiamo.

Non c'entra nulla il fatto di sentirsi belle o meno. Io ho paura di amare, ne sono terrorizzata. La paura di essere un giorno abbandonata è più forte di qualsiasi altra cosa. Se sei sola non puoi essere lasciata. I sentimenti forti indeboliscono, ti rendono fragile e facilmente attaccabile.

Devo ricominciare da capo. L'ho già fatto molte volte e continuerò a farlo. 

Cari lettori, per oggi il post è concluso, spero che i libri vi possano interessare.
ci leggiamo domani con un bel tag, vi annuncio che mi sono divertita tantissimo a farlo.
Un bacione da Il mondo di Cry.

martedì 23 agosto 2016

I miei consigli.

Ciao lettori!
Come state? Io tutto bene.
Apro una piccola parentesi per ringraziare di cuore i miei 20 lettori fissi e i 31 followers, senza di voi il mio blog non avrebbe ragione di esistere per cui ancora mille GRAZIE!!!

Detto questo, partiamo con il post di oggi, vi aggiorno la rubrica I miei consigli.

Cosa indossare al primo appuntamento di Trisha Ashley

Trama:
Tansy sognava un bellissimo futuro insieme a Justin. Ma quando un’inaspettata rivelazione la mette di fronte all’amara verità sull’uomo che ama, decide di lasciare subito Londra e tornare nel piccolo paese di Sticklepond. Le dolci attenzioni della premurosa zia Nan e l’amicizia di Bella sono un balsamo per le sue pene d’amore. Con un entusiasmo che non pensava più di avere, Tansy si lancia addirittura nella realizzazione di un progetto a lungo desiderato.
Nasce così “Le Scarpette di Cenerentola”, un negozio di scarpe davvero molto particolare. Tansy offre infatti alle future spose una vasta scelta di modelli selezionati con estrema cura: sandali vintage disegnati da Manolo Blahnik, stivaletti di Pucci degli anni Settanta, décolleté di Chanel e splendide francesine di Dior. Tansy è orgogliosa del successo della sua nuova attività. Se solo la sua vita sentimentale la rendesse altrettanto soddisfatta! E invece il principe azzurro è ancora latitante. Un giorno, a rompere la monotonia delle sue giornate, arriva Ivo Hawksley, un attore che ha comprato una casa proprio accanto alle “Scarpette di Cenerentola”. L’uomo però, schivo e riservato, mal sopporta Tansy, il negozio e le donne che ogni giorno lo affollano disturbando la sua quiete. Ma il passato di Ivo nasconde un segreto. Un segreto che potrebbe legarlo a Tansy molto più di quanto entrambi avrebbero mai immaginato…

Perché lo consiglio:
siccome siamo in estate e si ha voglia di letture scanzonate ma con un velo di romanticismo, penso che questo libro faccia al caso vostro mie dolci fanciulle.

Io e Billy di Luoise Booth

Trama:
Fraser è un bambino autistico di tre anni. È sempre teso e ansioso e spessissimo di fronte a cose apparentemente banali si agita ed esplode in crisi di nervi tanto improvvise quanto incontrollabili. La vita dei Booth, che abitano nella tenuta reale di Balmoral, è durissima, non di rado prossima alla disperazione. Agli occhi di Louise, la mamma di Fraser, il futuro sembra un buco nero. Poi Fraser incontra Billy, un bel gatto grigio e bianco. Ha avuto anche lui i suoi problemi – è un trovatello, ipadroni l'hanno abbandonato –, ma l'amicizia che nasce istantanea tra i due trasformerà le loro vite. Nella famiglia che lo adotta, una famiglia che non conosce ormai quasi più il significato di parole come «felicità» e «serenità», Billy, che è una forza della natura, un vero «gatto matto», porta gioia e allegria. Ma non solo. Sempre al fianco di Fraser, dimostra fin da subito una capacità straordinaria di capirlo e tranquillizzarlo e giorno dopo giorno in casa si comincia a respirare aria di normalità. Con l'aiuto del suo amico a quattro zampe, Fraser inizia a fare progressi: piccole cose che messe tutte insieme danno vita a un vero e proprio miracolo. Quella di Fraser e Billy è una storia capace di far ridere di cuore, piangere di commozione e alla fine riconoscere, con un sentimento di stupore e gratitudine, la forza immensa dell'amicizia tra un bambino e il suo gatto.

Perché lo consiglio:
Beh, è un libro che parla di animali e bambini, di problemi e sindromi, di tenerezza e amore vero tra uomo e gatto. Non posso proprio non consigliarlo.


Il diavolo veste Prada di Lauren Weisberger

Trama:
Vestiti di lusso, feste esclusive, cascate di flash e fiumi di champagne. Chi rifiuterebbe un lavoro nel mondo dorato delle riviste di moda? A ventitrè anni, con una laurea in lettere in tasca e in testa il sogno di diventare scrittrice, Andrea Sachs si presenta a un colloquio per un posto da assistente nella redazione di "Runaway". Nessuno osa dire di no a Miranda Priestley, la regina indiscussa del fashion system globale e Andrea non fa eccezione. Accantonati felpe, blue-jeans e ambizioni letterarie, si ritrova a completa disposizione della mitica, esigentissima Direttrice. Eccessi e protagonisti di un universo dal fascino indiscusso nel racconto romanzato delle esperienze dell'autrice al servizio di Anna Wintour, direttrice di Vogue America.

Perché lo consiglio:
A suo tempo mi aveva divertita e fatta sognare con le sue ambientazioni glamour. Ne hanno parlato tanto, ma così tanto che penso tutti lo abbiano letto o abbiano visto il film. Carino.

Bene, anche oggi vi ho dato i consueti consigli, spero di aver accontentato tutti i gusti.
Vi saluto e vi do appuntamento a domani con un nuovo post.
Un bacione da Il mondo di Cry.