Elenco blog personale

martedì 22 agosto 2017

Versus.

Ciao lettori, come state? Spero tutto bene.
Oggi vi vado a proporre uno scontro epico tra due bambine davvero curiose ed interessanti che furono trasportate in un mondo molto differente dal loro...di chi sto parlando?
Ma naturalmente della protagonista Dorothy di Il mago di Oz e di Alice di Alice nel Paese delle Meraviglie.
Buona lettura.

Dorothy Vs Alice.

 

Alice e Dorothy sembrano uscite dalla stessa penna, e sotto tantissimi aspetti hanno affrontato un'avventura molto simile in due mondi fuori dal comune...mi chiedo quale dei due autori abbia preso spunto dall'altro.
Alice nel Paese delle Meraviglie e Il mago di Oz sono due libri da me molto amati forse anche perché sono così simili.
Oz è un paese fuori dal comune abitato da spaventapasseri viventi in cerca di un cervello, omini di latta in cerca di un cuore e leoni parlanti in cerca di coraggio.
Il paese delle meraviglie dal canto suo è il regno dell'impossibile che diventa possibile: bruchi saggi che fumano il narghilé, conigli bianchi con panciotto, un gatto strambo che appare e scompare, una regina con la passione per la ghigliottina e un cappellaio che passa il tempo a bere thè in compagnia di un ghiro e una lepre.
Due mondi alquanto eccentrici non trovate?
Amo entrambi ma credo che Il paese delle meraviglie sia molto più bello e molto più estremo rispetto a Oz.
Ma andando a parlare nello specifico di Alice e Dorothy posso dire che, almeno loro non si assomigliano per nulla anche se appaiono praticamente vestite uguali.
Alice non mi è mai piaciuta del tutto, la trovo troppo curiosa e capricciosa in una maniera davvero irritante, nonostante sia dotata di un ottima educazione e sia graziosa e femminile.
I suoi capelli biondi e gli occhi azzurri sono un pochino scontati ma immagino che a quel tempo incarnasse l'immagine della bambina appartenente alla media borghesia.
O almeno è quello che ho sempre immaginato io.
Talvolta però riesce a risultarmi simpatica, tipo quando perde le staffe e inizia a rispondere per le rime.
Non è nemmeno molto intelligente se vogliamo proprio ammetterlo.
Dorothy dal canto suo è sicuramente più intraprendente, coraggiosa, arguta e ingegnosa.
Non passa il suo tempo a lagnarsi ma bensì cerca in ogni modo di aiutare i propri amici a superare le difficoltà, è generosa e caparbia.
Insomma proprio l'opposto di Alice.
Anche la sua classe sociale risulta meno agiata e la situazione famigliare non è delle migliori.
Non che questo sia di vitale importanza, ma almeno mi fa apparire Dorothy più vera e meno viziata rispetto ad Alice.
Mi piace molto il fatto che Dorothy riesca a farsi degli amici ed abbia una missione da compiere anche per il bene di altri, mentre Alice ha difficoltà a stringere amicizia e anzi spesso risulta troppo altezzosa e ingenua oltre che testarda.
Inoltre finisce nei guai solo a causa della sua illimitata curiosità quindi non ha uno scopo vero e proprio se non quello di tornare a casa senza aver imparato nulla o aiutato chicchessia.
Insomma se devo scegliere una delle due scelgo nettamente Dorothy basandomi solo sulle caratteristiche del personaggio e non sul libro in sé.
Dorothy è più “cazzuta” rispetto ad Alice e io adoro i personaggi con le idee chiare.
 

Bene amici lettori, voi chi preferite?
Fatemi sapere se volete mettere a confronto qualche personaggio particolare, se avete consigli per questa rubrica, si accettano volentieri.
Bacioni dalla vostra Cry.







lunedì 21 agosto 2017

Top ten le dieci donne a cui vorrei assomigliare.

Ciao a tutti amici del Mondo di Cry, come state?
Io tutto bene anche se questo caldo mi sta decisamente uccidendo!
Ho scelto di proporvi un argomento del tutto estraneo ai libri, so che sembra strano ma oggi mi andava di proporvi qualcosa di diverso.
Per cui ho pensato di citare 10 donne tra le più belle del cinema, del mondo della moda e della musica.
Ovviamente seguendo il mio gusto personale.
Spero possa interessarvi.
Buona lettura.

Top ten
Le dieci donne a cui vorrei assomigliare.

1) Lucy Liu

Ho sempre ammirato moltissimo i suoi tratti orientali e la delicatezza del volto di questa bellissima attrice cinese di cui sono una grande fan.
Sicuramente la mia Charlie's angels preferita.

2) Aishwarya Ray

Questo non lo dico solo io, tutto il mondo lo dice che questa stupenda attrice di origini indiane si classifica come una delle donne più belle del mondo del cinema. Come dare torto? È davvero bellissima.

3) Kristin Kreuk

I suoi occhi da gatta verdi mi hanno sempre fatta ribollire di invidia!
Inoltre è veramente bellissima non trovate?

4) Ornella Muti

Orgoglio nazionale con la stupenda Ornella Muti, ai tempi in cui era giovane non la batteva davvero nessuno in quanto a bellezza.
Invidio tantissimo quello sguardo profondo capace di incantare qualsiasi uomo sulla faccia della terra...praticamente una dea. Ancora adesso è una bellissima donna.

5) Sofia Loren

Come non citare la Sofia nazionale? Quello schianto che tutto il mondo ci invidia?
Non potevo non citarla era davvero bellissima e rappresentava la donna dalle forme burrose e della sensualità con la S maiuscola. Certo, anche adesso è un' affascinante...nonna.

6) Nicole Scherzinger

Mi è sempre piaciuta molto questa cantante dai colori scuri e dal fisico perfetto. Se potessi scegliere come vorrei essere non avrei dubbi, vorrei assomigliare a lei.

7) Megan Fox

Occhi chiari, labbra carnose, capelli lucenti, sguardo da pantera, gambe lunghe...devo continuare???

8) Rihanna

Chi non ha mai voluto occhi verde smeraldo e pelle olivastra come quelli di Riri?
È anche una delle poche donne che sta bene con qualsiasi colore, nel corso degli anni si è tagliata i capelli cortissimi, li fatti crescere lunghissimi e li ha arricciati stile afro, per non parlare delle tinte: dal castano al nero, dal nero al biondo, dal biondo al rosso fuoco...e sta bene in ogni caso! Ma dico io, chi troppo e chi niente eh?!

9) Lana Parilla

Quest'attrice non è molto conosciuta ma io sono rimasta davvero affascinata dalla sua bellezza crudele. Mi spiego: ha qualcosa nello sguardo e nel sorriso di perfidamente affascinante.
È intrigante ed ha quella bellezza misteriosa degna di una vera cattiva, ruolo che gli si addice moltissimo in Once Upon a time.

10) Avril Lavigne

Avril ha una bellezza fresca e giovane.
Sono sempre stata un po' invidiosa del suo nasino all'insù e del suo sorriso meraviglioso che mette allegria.
Non sarà una stangona ma ha comunque un fisico perfetto e scolpito che sa come mettere in risalto anche con un semplice paio di jeans.
La trovo davvero bellissima e adoro i suoi lunghi capelli!
Ma io non faccio testo perché sono da sempre la sua fan numero 1.

Bene amici lettori, queste sono le mie 10 donne più belle, mi farebbe piacere conoscere i vostri nomi, quindi, se vi capita di proporlo sui vostri blog mandatemi il link così vado a sbirciare.

Bacioni cari amici lettori!

sabato 19 agosto 2017

5 cose che...


Ciao amici, come state? Io abbastanza bene.
È da un po' che non pubblico questa bellissima rubrica, per cui oggi ho deciso di recuperare alcuni degli ultimi argomenti:

5 libri che mi attirano dal titolo

1) I regni di Tabula
Un libro che ho visto sul blog della Seli e che mi ha subito incuriosita, non vedo l'ora di smaltire qualche lettura per poterlo acquistare assieme al seguito.

2) Armonia di Pietragrigia
Altra serie che pare sia davvero carinissima e che non vedo l'ora di leggere (ce l'ho già fino al 4°volume).
Mi incuriosisce moltissimo la protagonista che io mi immagino come una delle eroine forti che piacciono a me.
O almeno ci spero.

3) Giovane carina molla tutto e cambia vita
Voglio proprio capire cosa la protagonista dovrà cambiare e perché.

4) Lo straordinario mondo di Ava Lavender
Pare che tutti l'abbiano amato ed io sono curiosa di com'è questo mondo straordinario di Ava.

5) Una presenza in quella casa
Questo libro vorrei leggerlo ad Halloween ma non so se ci arrivo, sono curiosissima di leggerlo e so che mi piacerà essendo il mio genere preferito.


5 libri che vorrei leggere solo per la cover

1) La profezia di mezzanotte
Davvero una cover bellissima e colorata che mi ispira tantissimo. Speriamo non mi deluda.

2) Cuore d'inchiostro
Anche questa è una bellissima cover che mi fa pensare all'atmosfera natalizia (non so il perché).

3) I regni di fuoco- nel cuore della foresta
Adoro i draghi, ormai lo sapete e, guarda caso questo è un libro dove i draghi la fanno da padrone e sono gli unici protagonisti.
Lo voglio leggere perché sto seguendo con molto interesse questa serie piuttosto lunga.

4) I draghi di Deltora
Stesso discorso di sopra.

5) Racconti di mezzanotte
Sapete che amo l'horror e le storie da brivido, questa copertina non fa che aumentare la mia voglia di brivido!


Bacioni dalla vostra Cry.

giovedì 17 agosto 2017

Musica e libri.

Ciao a tutti amici lettori, come state?
Ogni mese che passa mi appassiono sempre più a questa rubrica, mischiare musica e libri è la mia arte preferita.
Questo mese ho cercato uno dei miei cantanti preferiti, Tiziano Ferro, ed ho scovato una per una le canzoni che mi hanno fatto pensare ad un libro in particolare.
Ecco quali libri ho accostato alle varie canzoni di questo straordinario e profondo cantante che riesce ad arrivare al cuore di chi ascolta le sue melodie.
Buona lettura.


Musica e libri.



1) La fine/ L'Alchimista

















Ho associato questa canzone a L'Alchimista perché entrambe parlano di rinascita, di riscoprire se stessi, di cambiamento, maturazione e rinnovamento. Mi piacciono molto entrambi e ne ho tratto grandi insegnamenti che mi hanno aiutata a capire molte cose sia di me stessa che della vita stessa.


2) Killer/ Ti prego lasciati odiare









Questo è un duetto tra Tiziano e Baby K, una rapper italiana davvero tosta.
Killer è lo scontro universale tra uomo e donna, tra preda e cacciatore, tra desiderio e amore per cui ho pensato bene di associarla al libro Ti prego lasciati odiare.
Perché?
Perché i protagonisti del libro all'inizio si odiano e passano il loro tempo a bisticciare e mettersi in cattiva luce a vicenda...salvo poi desiderarsi e successivamente innamorarsi alla follia.
La colonna sonora perfetta quindi Killer.

3) L'amore è una cosa semplice/ Il bacio più breve della storia
 






Io amo da morire questa canzone che è una delle mie preferite di Tiziano, il testo è di una dolcezza unica e dà un significato profondo all'idea che ho io dell'amore. L'ho associato a Il bacio più breve della storia perché basta un semplice bacio per far scattare la scintilla nel cuore del protagonista del libro.
Ci facciamo sempre mille problemi, mille pensieri, ci roviniamo la vita con i dubbi, le gelosie, ci facciamo fermare dalle insicurezze quando invece basterebbe soltanto aprire il cuore...l'amore è una cosa semplice, siamo noi a complicarlo!

4) L'ultima notte al mondo/ Colpa delle stelle
 


Una canzone dolcissima che mi commuove ad ogni ascolto.
Mi ha fatto subito pensare alla storia strappalacrime raccontata in Colpa delle stelle.
Penso che non si possa fare accoppiamento migliore, praticamente è la sua colonna sonora.

5) Non me lo so spiegare / Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore

Un amore che finisce?
Un cuore spezzato?
Un pianto continuo?
Non ce ne facciamo una ragione?
Non sappiamo spiegarci il perché, dall'oggi al domani, la nostra favola d'amore sia finita?
Appunto, Non me lo so spiegare, dice Tiziano e io lo associo a Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore, che cito ormai ogni tre per due.
Si parla appunto in entrambi i casi di una storia finita e di come si cerca di rimettere assieme i pezzi del nostro cuore spezzato.
Molto triste, lo so.

Bene amici, spero che le mie scelte sia musicali che libresche vi siano piaciute.
Ci leggiamo domani con un nuovo post.
Bacioni dalla vostra Cry.


mercoledì 16 agosto 2017

Novità in libreria.

Ciao a tutti miei carissimi lettori, come ve la passate?
Io bene ma mi devo assolutamente scusare perché, ultimamente, sono stata un po' assente ma tra il lavoro, il gran caldo e il poco tempo mi sono lasciata un po' andare...e non è da me.
Il fatto è che a volte sono molto stanca e, siccome sono una perfezionista e preparo i miei post con molto scrupolo, non voglio pubblicare tanto per fare e così posso saltare qualche giorno.
Mi scuso se nei prossimi mesi non riuscirò a pubblicare proprio tutti, tutti i giorni ma vi prometto che farò il possibile per portare sul blog tutte le rubriche e per postare almeno 5 volte la settimana.
Comunque ho sempre una valanga di idee nuove e collaborazioni da ampliare quindi le sorprese non mancheranno di certo, su questo ci potete scommettere.
Ora che ho fatto il mio monologo/scuse posso finalmente introdurre l'argomento del giorno, ovvero le nuove uscite librose di agosto.
Siete curiosi? si?
Bene allora vi faccio vedere i titoli, a parer mio più interessanti.


Prossime uscite.


Ormai sono abbastanza appassionata ai libri della D'Amico e quindi mi incuriosisce molto Io lo chiamo amore, penso proprio che prima o dopo ci metterò le zampe sopra.
Mi sembra molto carino anche Arte, amore e altri guai che dal titolo promette proprio bene.
Mi aspetto perlomeno che sia una lettura frizzante e divertente.








Anche sulla Premoli vado sul sicuro, io la adoro e ho ormai quasi tutti i suoi libri tranne La nostra folle vacanza.
I libroni con più romanzi sono quelli che preferisco ma questa volta passo perché ho già gli altri due titoli in libreria quindi cercherò il libro singolo.
Mi incuriosisce moltissimo la serie della Mc Adams di cui possiedo soltanto il primo libro, che non ho ancora letto...prima o poi dovrò pur completarla.





 
Interessantissimo anche la Revolution saga che dalla copertina mi ispira moltissimo. Non sono granché appassionata ai libri storici ma questo mi stuzzica...
Aspettami fino all'ultima pagina è proprio uno di quei libri per cui noi lettori andiamo pazzi quindi lo inserisco sicuramente nella wish list.







Mi sto appassionando sempre di più a questo genere quindi non faccio che segnarmi titoli di thriller come se non ci fosse un domani.
Oltre che avere una trama pazzesca ha anche una cover stupenda su cui i miei occhi si sono incollati, già lo so, finché non lo avrò in libreria non mi darò pace!













Bene amici lettori, queste sono le novità librose più interessanti di agosto.
Noi ci leggiamo domani con una nuovissima puntata di Music and books dove ho scelto per voi un cantante che ha conquistato milioni di cuori in tutto il mondo...curiosi?
Allora non perdetevi il post di domani!
Bacioni dalla vostra Cry.

lunedì 14 agosto 2017

Recensione Alice nel Paese delle Meraviglie e Alice attraverso lo specchio.


Titolo: Alice nel Paese delle Meraviglie
Autore: Lewis Carrol
Prezzo: € 6,90
Casa editrice: Gribaudo
Genere: Classico
Pagine: 143
Voto: 8
Trama:

Una delle curiosità su questo libro per bambini è che sia stato pensato dall’autore durante una gita in barca sul Tamigi. Raccontò infatti a tre bambine, una di queste si chiamava Alice, una storia che in seguito mise su testo. La prima edizione fu chiamata Le avventure di Alice nel Sotto Suolo e da allora il testo è stato più volte rivisitato dallo stesso autore, fino a diventare oggi uno dei capolavori della letteratura per ragazzi tradotto in quasi 100 lingue in tutto il mondo.

Recensione:

E alla fine, cercò di immaginarsi come quella sua sorellina, a tempo debito, si sarebbe fatta donna anche lei; e se avrebbe mantenuto, nel corso dei suoi anni più maturi, il semplice e amabile cuore della sua infanzia; e come attorno a lei si sarebbero raccolti i suoi bambini, ai quali avrebbe riempito gli occhi di luce e di curiosità con tante strane storie, forse anche con il sogno di un Paese delle Meraviglie di tanto tempo prima: e come avrebbe fatto con i loro infantili dispiaceri, e trovar di che gioire delle loro infantili allegrie, ricordando la sua stessa vita di bambina, e quei giorni felici d'estate.”

Avevo già letto questo libro moltissimi anni fa ma l'ho voluto riprendere in mano, ora che sono più matura, per vedere se l'amore per questa storia poteva rimanere immutato oppure cambiare.
Come potete vedere dalla votazione che ho dato, mi sono nuovamente innamorata di questo splendido e meraviglioso libro.
Sebbene Alice, talvolta, risulti antipatica, smorfiosa e viziata, gli altri personaggi risultano così particolari nella loro stramberia da piacermi moltissimo.
Il cappellaio matto ha da sempre un posticino speciale nel mio cuore, forse perché mi ricorda il buffo Willy Wonka, protagonista di La fabbrica di cioccolato.
Non trovate che siano simili sia nel modo di vestire, sia nel modo di ragionare e comportarsi? A me sembrano quasi fratelli... anche l'aspetto è simile se lo confrontiamo con il Cappellaio matto interpretato da Johnny Depp.
Lo stregatto poi lo adoro nonostante sia sempre più sibillino e maliziosamente cattivello.
Il bianconiglio poi con il suo orologio è sempre di fretta...mi dispiace che non vi siano Pinco panco e Panco pinco nella storia originale, mi facevano molta simpatia anche se, a lungo andare, potevano essere pesanti!
Il brucaliffo invece è sempre il solito antipatico ma saggio già conosciuto nel cartone Disney.
Insomma, la storia originale non è proprio identica al cartone e, se dovessi scegliere tra i due, probabilmente mi atterrei alla versione di Carrol.
È uno di quei libri che ti fa proprio chiedere “Perché non esiste un mondo fantastico oltre al nostro???” sarebbe bellissimo!
Io non so voi, ma mi immagino girovagare per un mondo dove l'impossibile diventa d'un tratto possibile, dove per crescere o rimpicciolirsi basta mangiare un pezzetto di fungo, dove gli animali parlano, i fiori cantano e i gatti compaiono e scompaiono a loro piacimento...però non vorrei trovarmi dinanzi alla perfida, quanto stramba e irascibile Regina di cuori, il suo “tagliatele la testaaaaa!” mi ha tormentata per anni!
Ancora oggi, quando vedo qualsiasi cosa riguardante il Paese delle Meraviglie, mi risuona in testa la sua voce e il suo acuto grido di battaglia.
Non posso non ripeterlo all'infinito: io amo Alice nel Paese delle Meraviglie e sarà sempre uno dei miei libri preferiti assieme a Il piccolo principe e La fabbrica di cioccolato. Questo è il mio tris perfetto di letture per giovani lettori che, secondo me, tutti dovrebbero fare almeno una volta nella propria vita di lettori.
Ho perso il conto di tutte le volte che ho riletto questo tris e so che li leggerò almeno altre 100 volte prima di morire!
Inoltre proprio il mondo inventato da Carrol è stato spesso spunto per mie personali scritture in cui mi sono divertita a creare mondi alternativi o semplicemente magnifici sogni proprio come quello della piccola e curiosa Alice.
Tanto ma tanto amore per quest'opera e tantissima ammirazione per questo magnifico scrittore con una fantasia che va oltre i limiti del possibile.
Vogliamo poi dire quante rivisitazioni sono state fatte di questa storia? Quanti personaggi sono stati presi e messi in altri contesti?
Quante volte Alice nel Paese delle meraviglie si è tinto di sfumature horror grazie ad altri scrittori?
Insomma amici lettori, questo libro non passerà mai di moda e sarà sempre uno dei classici più amati sia dai bambini che dagli adulti.



Titolo: Alice attraverso lo specchio
Autore: Lewis Carrol
Casa editrice: Giunti
Prezzo: € 9,90
Genere: Fantasy
Pagine: 267
Voto: 9

Trama:

Alice ha trascorso gli ultimi anni navigando in mare aperto. Quando, attraverso uno specchio magico, fa ritorno nel mondo incantato di Sottomondo, scopre che le cose sono molto cambiate.
Il Cappellaio Matto ha perso la sua vivacità ed è diventato spaventosamente normale, mentre la Regina Rossa sta mettendo a punto un piano malvagio per riconquistare il suo trono.
Alice si rende conto che l'unico modo per salvare il suo amico e il Sottomondo è fare un salto nel passato. Ma il Tempo non può essere dalla sua parte, potrebbe anzi cercare di fermarla...

Recensione:

L'unica via per ottenere l'impossibile è convincersi che sia possibile.”

Lo sapete bene tutti che Alice attraverso lo specchio non è altro che il seguito di Alice nel Paese delle Meraviglie quindi non ve lo sto nemmeno a specificare più di tanto ne a raccontarvi la prima storia che conoscete già benissimo tutti.
Qui ci troviamo diversi anni dopo la primissima avventura della giovane Alice, ormai è diventata una donna e ha un po' smesso di stare con la testa fra le nuvole.
Non è più la bambina che sognava mondi fantastici ma bensì una donna determinata, che sa bene quali sono i suoi obbiettivi, un ottimo capitano per la sua Wonder (la nave di suo padre) e una persona libera che viva la sua vita andando di avventura in avventura.
Purtroppo per lei il tema principale della storia è appunto il tempo, che corre e regna in tutti i mondi.
A bordo della Wonder per più di un anno Alice fa ritorno a casa scoprendo, ahi lei, che la madre è piena di debiti e se la cava piuttosto male.
Lord Ascot, il suo “protettore” è deceduto lasciando l'attività in mano al figlio Hamish, un uomo viscido e meschino che vuole solo vendicarsi per essere stato respinto dalla ragazza tempo addietro, e come vendicarsi se non obbligando Alice a vendere la nave a cui è tanto legata, a rinunciare alla sua vita da capitano, per diventare una semplice impiegata in una delle innumerevoli aziende?
Insomma Alice è in guai seri ma qualcuno ha deciso di tornare a farle visita, qualcuno che ha conosciuto una vita fa, quando ancora non si immaginava il futuro.
Ed ecco che il Brucaliffo, diventato ormai una splendida e colorata farfalla, entra in scena e giuda Alice verso uno specchio magico, uno specchio che, una volta attraversato, porta la nostra eroina nuovamente nel Sottomondo.
La ragazza è stata chiamata dai suoi amici di un tempo per risolvere un grosso problema di cui solo lei sembra avere la soluzione: il Cappellaio matto è fortemente depresso e rischia di dimenticare persino chi è.
Ma perché il Cappellaio è diventato così normale perdendo tutta la sua allegria?
Perché la sua famiglia, che credeva morta in un grave incendio scoppiato durante il giorno Orristraziante, in realtà potrebbe essere invece ancora viva chissà dove.
Ed è proprio qui che Alice arriva e parte per una nuovissima avventura in cui la sua missione sarà viaggiare nel tempo tornando a quel fatidico giorno e trovare così la famiglia Altocilindro.

Non si può cambiare il passato. Anzi, è proprio dal passato che si può imparare qualcosa.”

Non ve la sto a raccontare tutta, altrimenti vi rovinerei la lettura ma vi assicuro che è una storia decisamente più matura, proprio come la protagonista che ha tirato fuori una grinta e una determinazione impensabile se la mettiamo a confronto con la sua infanzia.
Mi piace questo nuovo carattere tosto di Alice e la sua intelligenza nell'affrontare le sfide una dopo l'altra.
Sempre più dolce il Cappellaio che io ho veramente amato alla follia in questa nuova storia, ma anche la Regina Rossa qui trova una sua svolta.
Riuscite a credere se vi dico che l'ho adorata? Qui capirete davvero tutto di lei, conoscerete la sua vera storia e i motivi che l'hanno portata a diventare così cattiva e malvagia.
Insomma mi ha fatto capire che anche la persona più cattiva può migliorare e che a volte è solo necessario ascoltare e comprendere prima di giudicare.
Nessuno è totalmente buono o totalmente cattivo.

Tempo, sono sempre stata convinta che foste un ladro e che vi divertiste a portarmi via coloro che amavo. Ma voi date, prima di togliere. E ogni giorno, ogni ora, ogni minuto, ogni secondo in più, è un regalo.”

Tempo poi è uno spasso come personaggio, non mi ero davvero mai immaginata che potesse essere rappresentato come una persona e la cosa mi ha fatto sorridere e divertire.
Rispetto ad Alice nel Paese delle Meraviglie, questo libro è tutta un'altra cosa.
È avventuroso, adrenalinico, spassoso, e vi lascia con il fiato sospeso un capitolo dopo l'altro.
Altra cosa che ho amato sono le magnifiche illustrazioni riportate tra un capitolo e l'altro, curate e bellissime davvero.
Insomma, per farla breve, pollice in su per Alice attraverso lo specchio, davvero un libro che consiglio a tutti.

Ogni secondo è importante, non dimenticartelo mai.”


giovedì 10 agosto 2017

Un libro sotto l'ombrellone book tag.

Un libro sotto l'ombrellone.




IL MARE

Il libro più frizzante mai letto
Un giorno da favola è uno dei libri più frizzanti che ho letto nell'ultimo anno e mezzo, ne conservo un gioioso ricordo, tanto che ho intenzione di leggere anche il seguito: Un matrimonio da favola, che già possiedo e che non vedo l'ora di leggere.



LA SPIAGGIA

un libro ambientato al mare che ti è piaciuto
La saga di Fairy Oak se non sbaglio è ambientata in una zona marinaresca e io l'ho amata tantissimo!



IL GELATO

il libro dalla copertina più colorata che hai in libreria
Credo che sia La profezia di mezzanotte, la cover è un bouquet di colori sgargianti e mi ha colpita subito. Purtroppo non ho ancora avuto modo di leggerlo.



IL SOLE

un libro che ti ha scaldato il cuore
Storia di Bailye mi ha scaldato il cuore, come quasi tutte le storie di animali. Non posso farci nulla, sono troppo sensibile per quanto riguarda gli animali.



LE NOTTI D'ESTATE

l'ultimo libro romantico che hai letto
Non leggo moltissimi libri di questo genere, per cui devo andare a controllare l'elenco di letture fatte sa gennaio 2017...mi risulta che a maggio ho letto Calendar girl #2, che può anche considerarsi una lettura romantica...se lasciamo perdere il fatto che sia più un erotico che un romantico.



FRULLATO ALLA FRUTTA

Un libro dolce che hai letto
Mio fratello rincorre i dinosauri è sicuramente una lettura dolcissima che parla del rapporto tra fratelli in un modo davvero particolare. Mi è piaciuto moltissimo.



IL BAGNINO

un libro con un/una protagonista sexy
Cito ancora Calendar girl che è pieno zeppo di protagonisti sexy, sia uomini che donne.
Mia e Wes sono sicuramente sue dei personaggi più sexy di cui io abbia mai letto.



Il SALVAGENTE

un libro che ti ha fatto superare il blocco dello scrittore
Sembrerà strano ma Dylan Dog mi aiuta spesso a trovare nuovissime idee per le mie storie horror, quando non riesco a mettere nemmeno due parole di senso compiuto nero su bianco, mi basta leggermi una nuova avventura di Dylan e torno a scrivere che è una meraviglia.



LA STELLA MARINA

un libro che consigli di leggere assolutamente.
Penso di averlo consigliato ormai in tutte le lingue ma lo ridico molto volentieri: leggete tutti Il piccolo principe e se è possibile leggetelo sia da bambini che da adulti perché, ad ogni nuova lettura, troverete sfumature nuove da cui trarre insegnamento.


Bene amici lettori, questo era Sotto l'ombrellone book tag, spero vi sia piaciuto.
Se avete dei book tag da propormi scrivetelo nei commenti e sicuramente lo proporrò sul blog.
Bacioni dalla vostra Cry.