Elenco blog personale

lunedì 13 maggio 2019

Recensione Il malefico caso Alastor contro Redding.


Risultati immagini per il malefico caso alastor contro reddingTitolo: Il malefico caso Alastor contro Redding
Autore: Alexandra Bracken
Casa editrice: Piemme
Prezzo: € 17,90
Genere: Fantasy per ragazzi
Pagine: 354
Voto: 8/10

Trama:

Può esserci di peggio che ritrovarsi preda di un vendicativo spirito maligno che vuole distruggere tutta la tua stirpe. Lo sa bene Prosper Redding, pecora nera della sua illustre e blasonata famiglia, che da secoli vanta solo figure vincenti. A un soffio dai suoi tredici anni, scopre che l'incredibile fortuna dei Redding è legata al patto che il suo bis-bis-avolo stipulò - e poi ruppe - con un maleficente, uno spirito maligno che concesse splendore e successo in cambio di eterna servitù negli inferi. Sfortunatamente il demone Alastor non si rivela un tipo facile al perdono e, dopo tre secoli dall'incantesimo che avrebbe dovuto annientarlo, si risveglia dentro il corpo del ragazzo a reclamare vendetta. Prosper ha poco tempo per cacciare fuori di sé il malefico ospite, e deve riuscirci senza firmare nessun contratto. Perlomeno senza clausole di eterna servitù, se possibile.

Recensione:

La magia esiste da più di quanto chiunque di noi possa immaginare e proviene da un luogo che esiste tra il nostro mondo e qualunque cosa ci sia al di là.”

La prima cosa che mi ha attratto di questo libro è sicuramente la copertina, lugubre e meravigliosa, non si può non notare subito.
È davvero curatissimo anche all'interno e merita i soldi spesi.
In quanto alla storia invece, ammetto che i primi capitoli non mi hanno presa affatto, però andando avanti mi sono appassionata da morire, talmente tanto che, in pochi giorni l'ho terminato.
È una di quelle storie che fa per me: lugubre, piena di creature maligne, spiriti, streghe, e famiglie maledette.
Cosa può esserci di meglio?
Per giunta il romanticismo non viene proprio contemplato, e sapete quanto io apprezzi questa cosa.
Essendo un libro per ragazzi è avventuroso ma anche pieno di spunti di riflessione per quanto riguarda la crescita personale e i disagi che si provano nel corso della vita.
Mi sono immedesimata molto in Prosperity, specie nei suoi disagi sul non essere accettato dagli altri.
Ma, ammetto, la cosa che mi ha intrigato più di tutte è la figura dell'antagonista, o meglio dei vari antagonisti, perché questo libro è davvero pieno di personaggio di cui dubiterete fino all'ultimo.
Mi sono affezionata ad Alastor, un demone molto molto subdolo ma che nasconde un lato quasi buono che lo porta a creare un legame con Prosperity.
Ho trovato molto particolare questa cosa perché non l'ho quasi mai trovata nei libri letti in passato, l'antagonista che crea un legame con “l'eroe” è un piacevole diversivo.
Non posso farvi spoiler ma vi assicuro che succedono delle cose nel corso dei capitoli che mi hanno fatta sorridere e intenerire.
Se dovessi scegliere non so sinceramente quale dei due sceglierei, sono entrambi ottimi personaggio con un passato da svelare poco a poco.
Ho capito inoltre che ci sarà un secondo volume visto il finale aperto...e, ammetto, di esserne felice, mi sarebbe spiaciuto abbandonare questi personaggi così presto, la storia ha ancora tanto da dare, e i nodi non sono ancora venuti tutti al pettine.
Unico personaggio femminile presente nella storia? Beh, Nell/Cornelia che all'inizio mi era piaciuta molto, salvo poi scendere dalle stelle alle stalle sul finale.
Insomma, questo libro mi è piaciuto molto e ve lo consiglio quindi, se siete amanti delle storie leggere ma comunque piene di sfumature cupe e creature da brivido.
Non vedo l'ora di poter proseguire.

Un cuore tenero rende solo più facile per il coltello penetrarlo.”

MiniCry dice:
Carinissimo, appassionante e rocambolesco. Posso dire di essermi innamorata delle forme che assumono i demoni in questo libro, sono pucciosissimi!”

Nessun commento:

Posta un commento