Elenco blog personale

domenica 26 maggio 2019

Parliamo di Spartacus.


Immagine correlata

Mi trovo in estrema difficoltà a parlare di Spartacus, ho appena finito di vedere l'ultimo episodio ed il mio cuore è ancora straziato e i miei occhi lucidi faticano a mettere a fuoco le parole...per cui capitemi se il testo sarà un po' confusionario ma sento l'esigenza di parlare subito e mettere nero su bianco le mie emozioni dopo la visione di questa meravigliosa serie tv.

Si parla di storia, del mitico Spartacus, uno schiavo, un gladiatore, un condottiero, un fratello, un marito, un amico, ma sopratutto un uomo.
La figura di Spartacus è diventata la mia preferita in assoluto, nutro una forte ammirazione ed un affetto concreto nei suoi confronti.
Mi rendo conto che può sembrare strano o incredibile ma per la prima volta in vita mia sento per Spartacus un affetto vero e sincero, proprio come se fosse una persona che ho conosciuto realmente. Sono pazza vero?
Probabilmente mi si è fuso il cervello che ne so...
ho vissuto questa storia, l'ho sentita mia, ho riso, ho provato rabbia, mi sono indignata, ho provato disperazione, paura, gioia e dolore, dolore vero, autentico. È incredibile come una serie tv sia riuscita ad entrarmi così a fondo nel cuore e a straziarmelo, farlo in tanti piccoli pezzetti e disperderli nel vento.
Non voglio sembrare esagerata ma credetemi, è difficile descrivere a parole le mie emozioni.
Risultati immagini per spartacus e crisso
È nato tutto piano piano, ho conosciuto Spartacus e Sura, ho percepito l'amore che legava i due, e poi ho seguito Spartacus e le sue disavventure come schiavo, l'ho guardato crescere, ubbidire, sacrificarsi come gladiatore sotto il comando di Quinto Lentulus Batiato ma mai e poi mai l'ho visto spezzarsi.
Proprio da questo è nata la mia ammirazione per questo personaggio, sapete che amo i caratteri forti e combattivi ma Spartacus è decisamente qualcosa di più, indescrivibile e unico.
Ho amato il suo valore, il suo coraggio, la sua lealtà e la determinazione nel voler cambiare il mondo, ho amato la sua mente scaltra e la sua abilità, ho amato il suo cuore puro anche se offuscato dal dolore e dalla sete di vendetta.
Si può tranquillamente dire che mi è entrato sottopelle arrivando dritto al cuore.
Il suo scopo poi era dei più nobili, lui ha combattuto per far si che tutti avessero la libertà, che tutti potessero vivere una vita senza il giogo della schiavitù.
Penso non ci siano altre parole per descrivere la bellezza di questo messaggio che è sempre un po' odierno e che non va mai dimenticato.

Entrando nello specifico questa serie tv è formata da 4 stagioni (3 + un prequel) e la mia preferita in assoluto è stata la prima (sangue e sabbia), è quella che mi ha entusiasmata maggiormente e che ha fatto si che nascesse la mia nuova ossessione per Spartacus.
C'è anche da dire che sono fortemente legata all'attore che presta il volto al protagonista, purtroppo scomparso prematuramente prima di riuscire a terminare la serie e che quindi ha interpretato Spartacus soltanto per la prima stagione.
A lui va tutta la mia ammirazione e la sicurezza che per me sarà solo lui il vero Spartacus nonostante tutto e mi dispiace da morire per il suo triste destino.

Risultati immagini per spartacus sangue e sabbia
Ma torniamo a Spartacus sangue e sabbia; è proprio nell'arena di Capua che nasce Spartacus, il grande gladiatore ed è proprio qui che tutto ha inizio.
Ed è qui che una parte del mio cuore ha ricevuto un grosso colpo: la morte di Varro, l'amico, il fratello, l'alleato di Spartacus.
Ho versato più di una lacrima per questa morte assurda e mi sono chiesta spesso che ruolo avrebbe avuto Varro nella guerra, mi sarebbe tanto piaciuto vederlo al fianco del grande condottiero, assieme a Crisso, Agron e Gannicus.
Quello era il suo posto...ma così non è andata e ne sono profondamente amareggiata.

Immagine correlata
Per quanto riguarda il prequel (gli dei dell'arena) l'ho trovata molto interessante e necessaria per capire bene tutte le varie mosse, i sotterfugi e gli intrighi che hanno portato Quinto e Lucrezia a domare e forgiare gladiatori assetati di sangue e gloria.
L'unica pecca è che i fatti si svolgono prima dell'arrivo di Spartacus che quindi non è presente.
Però è stato molto utile per conoscere meglio sia Crisso che Oenomaus due personaggi che ho apprezzato molto e che, a modo loro, mi sono entrati nel cuore.
Immagine correlata
La terza stagione, Vendetta, purtroppo non è riuscita ad emozionarmi come le precedenti ed ho fatto un pochino di fatica nei primi episodi.
Il gruppo dei ribelli ha qualche problema di assestamento e Spartacus e Crisso si ritrovano spesso a rivendicare le proprie posizioni.
Ma è anche la stagione in cui Crisso e Nevia si ritrovano dopo mille avversità, dove Agron diventa la spalla fedele di Spartacus e dove Gannicus ed Oenomaus finalmente rinsaldano i rapporti dopo il doloroso tradimento che il primo ha inflitto a Oenomaus (durante la stagione Gli dei dell'arena).
E qui un altro pezzo di cuore è voltato via assieme ad Oenomaus, caduto in battaglia e tanto pianto.
Mi sono molto affezionata a quest'uomo buono e valoroso, un guerriero di ferro che con tenacia e disciplina ha saputo forgiare i migliori gladiatori di tutti i tempi pur rimanendo umile e di sani principi.
Stessa storia, come per Varro, avrei voluto vederlo al fianco degli altri nella battaglia finale.
Immagine correlata

La quarta stagione, La guerra dei dannati, è stata la più sofferta e difficile di tutte, qui c'è la resa dei conti, e gli ultimi 3 episodi sono davvero uno strazio continuo...per non parlare dell'ultimo in cui praticamente cadono tutti vittima dei romani (che avrei voluto torturare uno per uno).
Se la morte di Crisso mi ha sconvolta, potete ben immaginare cosa sia stato vedere quella di Spartacus.
Io non piango molto ed è difficile che lo faccia durante un film ma vi assicuro che qui le lacrime scorrevano a fiumi.

Immagine correlata
Ancora adesso non mi capacito di come si sia concluso tutto.
Che tristezza...Spartacus, Gannicus, Crisso, Nevia... uffi!
Mi consola il fatto che almeno Agron sia stato risparmiato e mi piace pensare che abbia vissuto il resto dei suoi giorni felice e da uomo libero, conservando nel cuore il ricordo de suoi fratelli di sangue.

Risultati immagini per spartacus gli dei dell'arena
È stata una serie tv molto interessante, piena di intrighi, tradimenti, sotterfugi, vittorie e sentimenti che mi ha gettato in un limbo da cui faccio ancora fatica ad uscire.
Sono stata inoltre felice di aver ritrovato una delle attrici a cui sono più affezionato, ovvero la mitica Lucy Lawless che tanti ricorderanno nei panni di Xena la principessa guerriera.
Peccato che in Spartacus abbia avuto un ruolo infido e terribile da antagonista...una delle peggiori per giunta.


Infine vorrei spezzare un'ennesima lancia in favore di questa splendida serie, perché per la prima volta in vita mia è stata capace di farmi apprezzare un genere che non ho mai apprezzato ovvero lo storico e la guerra.
Davvero una serie da vedere almeno una volta nella vita, ben fatta e con attori eccellenti.
La storia vi conquisterà il cuore, ve lo garantisco.
Votazione? Beh, ormai è chiaro: 10/10 perché l'11 non è contemplato purtroppo.
Risultati immagini per spartacus varro

Nessun commento:

Posta un commento