Elenco blog personale

martedì 21 maggio 2019

Recensione Gli angeli di pietra.


Titolo: Gli angeli di pietra
Autore: Kristina Ohlsson
Prezzo: 13,90
Genere: libro per ragazzi / giallo / thriller
Pagine: 150
Voto: 8/10

Trama:

Simona è felice: ha davanti a sé un weekend da passare con la nonna nella sua grande casa. Ma improvvisamente tutto sembra prendere una brutta piega. Perché la nonna si fa male cadendo, e in ospedale scopre di avere una grave malattia. Come se non bastasse, in casa cominciano a succedere delle cose strane: qualcuno sta spostando le statue di pietra nel giardino, di notte si sentono rumori di passi e sospiri, e un vecchio mangiacassette che la nonna aveva regalato a Simona si mette a registrare voci inquietanti... forse dietro a tutto questo c’è un segreto. Un segreto nascosto nelle pieghe del passato, nella storia della casa e dei suoi abitanti. Simona è determinata a scoprirlo, ma nella sua ricerca coraggiosa non sarà da sola. Al suo fianco ci sono infatti i suoi amici Billie e Aladdin, che le staranno vicino in questi giorni difficili. Perché Simona non deve affrontare soltanto degli eventi misteriosi, ma anche una paura ben più concreta: quella di perdere la nonna, che sta combattendo contro la sua malattia. E scoprirà qualcosa che riguarda lei, e la sua famiglia, da molto vicino… Dopo Bambini di cristallo e Il Bambino argento tornano i piccoli protagonisti di Kristina Ohlsson in una storia avvincente e dolce, che intreccia con sapienza il brivido e l’amore.

Recensione:

Avendo amato Bambini di cristallo e Bambino argento (i precedenti volumi) ho iniziato Gli angeli di pietra non appena l'ho acquistato.
Come sempre la Ohlsson non mi ha delusa, anzi mi ha trascinato in una storia dai toni oscuri che io tanto amo, un po' nello stile della collana Piccoli brividi, e mi ha fatto rincontrare Simona, Billie e Aladdin, che non mi sono mai dimenticata da che ho scoperto questa serie.
Qui la protagonista è Simona che si ritrova a passare molto tempo a casa della nonna gravemente ammalata, ed è proprio grazie a lei che si entra nel mistero.
La bambina riceve in dono un mangiacassette piuttosto antico e da lì nascono i problemi perché pare che questo strumento registri cose che parecchio strane come richieste di aiuto, rumori strani e tanto altro.
Ma non è il solo mistero su cui Simona, assieme agli amici inseparabili, indaga, nel giardino della nonna vi sono 4 statue di pietra che qualcuno sembra aver preso di mira, divertendosi a spostarle di continuo.
Cosa nascondono però queste statue?
E se rappresentassero persone realmente vissute?
E cosa c'entra la nonna e il suo eccentrico e burbero vicino in tutto ciò?
Ovviamente io lo so ma non posso dirvi nulla o vi rovinerei il piacere di scoprire ogni cosa attraverso la lettura di questo piccolo libro meraviglioso.
Mi piace molto lo stile dell'autrice che è assolutamente bravissima a portarmi, ad ogni volume, nella splendida e lugubre Svezia per raccontarmi storie che mi fanno venire i brividi, storie di fantasmi, case stregate, e stanze “dei sospiri” di anime perdute.
Un'altra cosa che trovo molto piacevole è che ad ogni volume il protagonista cambia in modo da conoscerli meglio uno per uno, il mio dubbio è che i personaggi principali sono soltanto tre e che quindi presumo non ci saranno altri volumi, ne sarei profondamente dispiaciuta perché trovo sia una serie molto carina e coinvolgente.
Inoltre, sebbene sono sia un'amante dei gialli, ammetto che mi diverto sempre tanto a scervellarmi su chi possano essere i colpevoli ogni volta, e a cercare di ricostruire le varie storie unendo tutti gli indizi che vengono fuori durante la lettura.
Insomma, ho apprezzato tantissimo Gli angeli di pietra e ho trovato delicatissimo il modo in cui la Ohlsson ha trattato temi delicati come la malattia e la morte attraverso gli occhi di una bambina.

MiniCry dice:
Adoro calarmi nei panni dell'investigatore...peccato che il mio intuito sia piuttosto scarso. Meno male che ci sono Simona, Billie e Aladdin a svelare il mistero. Spero tanto che la serie continui con nuovissime e spaventose avventure.”

2 commenti:

  1. Devo ancora leggere il secondo, dopo comprerò sicuramente anche questo :)

    RispondiElimina