Elenco blog personale

mercoledì 11 maggio 2016

Doppia recensione.

Ciao a tutti lettori, come state?
Io tutto bene, oggi non ho letto nemmeno un po' ma conto di rifarmi domani, sperando in una giornata tranquilla.
Vi lascio due recensioni.

Titolo: Nonostante tutto ti amo ancora
Autore: Samantha Towle
Prezzo: € 9,90
Genere: Romantico
Pagine: 314
Voto: 8

Trama:

Mia Monroe sta scappando. Da una persona che le ha fatto del male. Da un passato che vuole tenere nascosto. Non ha più fiducia nel futuro.
Jordan Matthews ama le cose facili. Le donne facili. La vita facile. Poi incontra Mia. Lei è a pezzi e ha sulle spalle il peso più grande che una persona possa sostenere. Ma più Jordan conosce Mia, più si ritrova, per la prima volta nella sia vita, a volere con tutto se stesso qualcosa...qualcuno...lei. E allora la vita non è più così facile.
Jordan è tutto ciò che Mia non dovrebbe volere. Un ragazzo poco raccomandabile, arrogante, con un passato da giocatore d'azzardo e un presente da cinico donnaiolo. Eppure Mia se ne innamora. E allora il passato da cui cercava di fuggire torna a raggiungerla...



Recensione:

Non vi starò a ripetere sempre la stessa cosa, sappiate che è un romantico per cui...
Nonostante questo avevo capito subito dalla trama che non era il solito libro mieloso anzi, all'interno della storia ci sono molti temi importanti e delicati di cui amo leggere e che rendono le storie più “vere”.
Non posso dire di averlo amato alla follia ma posso confermare la mia scelta e dire che è stata una bella lettura che mi ha lasciato finalmente qualcosa, un bel ricordo.
La storia di Mia è toccante, sentita, delicata, è una di quelle di cui abbiamo tanto sentito parlare ultimamente. Una storia di violenze fisiche, verbali, la storia di una donna che subisce da sempre, prima dal padre e successivamente dal fidanzato, ed è così abituata a questa violenza che non sa come vivere senza, perché la brutalità, la cattiveria, la sete di controllo sono tutto ciò che conosce e che ha sempre fatto parte della sua vita.
Per questo quando finalmente si decide a scappare, a cambiare vita e incontra Jordan, non sa come fare a gestirlo.
La sua dolcezza, la gentilezza, l'interesse che dimostra nei suoi confronti la confonde, la disorienta ma allo stesso tempo la fa innamorare perdutamente.
Un altro argomento delicatissimo che va a trattare la Towle è la bulimia. Non tutti sono capaci di affrontare certi temi in modo leggero, senza passare cattivi messaggi ma questa autrice ce l'ha fatta elegantemente aggiudicandosi la mia stima.
Non è Jordan ad essere il personaggio principale ma proprio Mia che rende la storia così toccante e reale.
Penso che tante donne che subiscono le stesse cose, leggendolo, potranno trovare conforto, forza e coraggio da questo tipo di lettura.
Ho amato il modo in cui l'autrice ha trovato la chiave giusta per arrivare al cuore di tutte le donne.
Penso sia veramente bravissima.
Ha anche un ottimo stile, leggero e scorrevole che ho apprezzato molto.
La trama poi è semplice ma allo stesso tempo piena di colpi di scena, e non troppo mielosa, a tratti divertente, sopratutto nei capitoli dedicati a Jordan.
Un personaggio però ho amato più degli altri: Dozer il cagnone divertentissimo di Jordan, quando si parlava di lui il tutto era decisamente più divertente.
Insomma mi sto incastrando con la recensione e direi che, per non confondervi mi fermo qui, vale la pena di leggerlo se come me amate i libri che trattano temi scomodi come questi.


Le frasi più belle tratte dal libro:

Credo davvero che tutti soffrano e che tutti abbiano la capacità di affrontare il dolore, ognuno a modo suo.

La verità è che ho scelto l'unica strada che conoscevo... ho continuato a essere la vecchia me stessa, invece di trovare una nuova Mia, la vera Mia.

Forse anche lei sa cosa vuol dire avere un occhio nero. Non è la botta che si vede all'esterno a fare male, il danno peggiore è dentro. Un occhio nero guarisce, il dolore non guarisce mai.

Quando arrivi davvero a conoscere qualcuno?

Questa è Mia. Lei ti penetra a fondo nell'anima, senza nemmeno volerlo, e alla fine non puoi fare a meno di sentirla. Questo è ciò che mi ha fatto.

Per tanto tempo ho creduto di essere una brutta persona. E non riuscivo a vedere oltre, finché non è arrivata lei. A volte basta questo. Qualcuno che ti cambi completamente la prospettiva, che ti ricordi la persona che eri.

Lei è tutto ciò che non ho mai saputo di volere.

Se un momento potesse rimanere sospeso nel tempo per sempre, tenuto lì per essere rivissuto e custodito, metterei i ricordi in una scatola, la avvolgerei con un nastro, e la terrei al sicuro. La conserverei per aprirla ogni volta che avessi bisogno di ricordare un momento meraviglioso.

Non ho mai provato alcun sentimento per nessuna ragazza, ma la prima volta che mi capita mi innamoro e di brutto. Credo che questo sia ciò che succede a noi uomini che non amiamo facilmente. Ci innamoriamo più velocemente e più intensamente.

Non puoi sistemare questa cosa...non puoi sistemare me. Mi hanno distrutto tanto tempo fa, e non posso essere riparata.

Ti amo. Amo ogni parte di te. La migliore e la peggiore. Quella guasta e quella perfetta. Quella cattiva e quella buona. Sei tutto per me. Vedo solo te.

Queste sono le frasi che mi hanno maggiormente colpita ma qui sotto vi segno la parte che più mi ha angosciata e che ho riletto due volte per imprimermi ogni parola nella mente.

Sbattuta contro al muro.
Buttata a terra.
Immobilizzata al letto.
Gettata dalle scale.
Colpita.
Schiaffeggiata.
Presa a calci.
Presa a pugni.
Percossa.
Costole, polsi, dita rotti...
cuore, spezzato, irreparabilmente.
Inutile.
Sofferente.
Tutte le volte.
Non finiva mai.
Nessuno è mai venuto a salvarmi...

Seconda  recensione:

Titolo: Maleficio
Serie: The Prodigium trilogy
Autore: Rachel Hawkins
Prezzo: € 14,90
Genere: Fantasy
Pagine: 283
Voto: 9

Trama:

Sophie Mercer era convinta di essere una strega. Ecco perché era stata spedita all’Hecate Hall, una scuola speciale dove vengono raddrizzati e puniti ragazzi con strani poteri (streghe, mutaforma, maghi). Ma questo accadeva prima che Sophie scoprisse gli oscuri segreti che la sua famiglia aveva tenuto nascosti per anni. E soprattutto prima che si innamorasse di Archer Cross, un agente infiltrato dell’organizzazione clandestina L'Occhio di Dio, fondata proprio allo scopo di distruggere i Prodigium. Invece ora Sophie sa di essere un demone e che, in tutto il mondo, esiste solo un altro essere come lei: suo padre. E, cosa peggiore, sa anche di possedere poteri magici che...


Recensione:

Era da un po' che volevo tornare a visitare la Hecate, la scuola dei Prodigium per cui, dopo una considerevole pausa a base di letture auto conclusive, mi sono tuffata nel secondo volume della Prodigum trilogy ovvero Maleficio.
Dato quanto mi è piaciuto Incantesimo sapevo che mi avrebbe entusiasmato anche questo e non mi sono affatto sbagliata.
L'autrice mi ha presa per mano e mi ha accompagnata in un altra sconvolgente e quanto mai inaspettata avventura della giovane Sophie che io adoro in tutto e per tutto.
Questa volta la giovane dovrà fare i conti con L'occhio di Dio, pericolosissima setta che ha come intento quello di eliminare dalla faccia della Terra tutti i prodigium.
Ma si sa, un problema non basta mai quindi ad aggravare la già complicata situazione si ci mette anche lo spirito di Elodie che sembra perseguitare Sophie, le scaramucce amichevoli con Jenna la vampira e sua migliore amica, il delicato rapporto in via di costruzione con il padre da sempre assente, due demoni che non ricordano nulla della loro vita di prima, Cal, il bellissimo custode della Hecate che darà al cuore della giovane qualche palpito in più e infine l'amore impossibile che la lega ad Archer nonché il dilemma costante: il ragazzo che ama sta fingendo oppure no?
Ma non è finita perché un personaggio vi stupirà (o almeno ha stupito me) con la sua finta maschera da buono...non posso dirvi altro.
In questo libro mi sono lasciata affascinare da Cal, lo ammetto, so che sono sempre quella che va contro corrente, ma mi piacerebbe moltissimo se Sophie gli desse una possibilità. Non fraintendetemi, mi piace Archer ma sono da sempre dalla parte dei personaggi meno indicati a conquistare il cuore delle protagoniste.
Mi spiego meglio: in Twilight io facevo il tifo per Jacob, speravo che riuscisse a far innamorare Bella, In Harry Potter sognavo che il maghetto un domani si mettesse con Hermione, nella Crossfire series speravo che la bella Eva si scoprisse innamorata dell'amico Cary, in Evernight volevo che la scelta della protagonista fosse Balthazar, in Fallen desideravo che Luce si scoprisse innamorata del bellissimo Cam...insomma potrei andare avanti per ore a citarvi le coppie su cui io avevo fatto affidamento e che mai una volta sono state esaudite dagli autori.
Non sono per le cose scontate e per questo difficilmente vengo accontentata.
Quindi Cal mi piace tanto anche se scommetto vincerà Archer.
Penso che abbiate capito bene quanto mi è piaciuto Maleficio quindi evito di dilungarmi ulteriormente.
Ve lo consiglio semplicemente perché altre parole sarebbero inutili.

Frasi più belle tratte dal libro:

È proprio brutto quando qualcuno ti manca in quel modo. Pensi di aver accettato che non faccia più parte della tua vita, che la sofferenza sia finita e poi bam. Basta una piccola cosa ed è come se lo avessi perso di nuovo.

Non c'è magia al mondo che possa semplificare i problemi di cuore.

Mia madre diceva sempre che non sappiamo quasi mai quali decisioni cambieranno la nostra vita, sopratutto perché spesso sono quelle più insulse. Prendi un autobus invece di un altro e finisci per incontrare la tua anima gemella, cose del genere. Ma non avevo dubbi che quello era uno di quei momenti che mi avrebbero cambiato la vita.

“Ci si vede Cross. Anche se non sarà così, vero? Quindi meglio salutarci definitivamente.” mi sentivo come se fossi sul punto di esplodere in mille pezzi, come lo specchio che avevo rotto con mio padre.

Ho passato tutta la vita a far finta di essere qualcuno che non ero, simulando e nascondendo i miei sentimenti. Quello che c'è tra di noi è l'unica cosa vera che ho da molto tempo a questa parte e ho deciso di smettere di fingere che non ti voglio.

Per oggi è tutto lettori, ci vediamo domani con un nuovo post.
Se avete letto questo libro fatemi sapere cosa ne pensate.
Un bacione da Cry.


















Nessun commento:

Posta un commento