Elenco blog personale

venerdì 1 luglio 2016

Resoconto del mese.

Ciao lettori, come state? Io sfiancata dal caldo che non mi permette di leggere più di un paio di capitoli al giorno. Davvero odioso. Anche Giugno è finito e urge un resoconto dettagliato delle mie letture. Non sono molto contenta, devo ammetterlo, questo mese sono incappata in letture mediocri e pochissimi bei romanzi. Pazienza, spero che Luglio sia migliore e che non faccia troppo caldo.

LE LETTURE DEL MESE:

 



LE LETTURE MIGLIORI DEL MESE:

Primo posto se lo aggiudica Maledetta primavera.
Sono particolarmente stupita di citare questo libro da cui non mi aspettavo proprio nulla e che, invece, mi ha conquistata.
Non so, forse è capitato in un periodo in cui ero in cerca di qualcosa che fosse leggero ma al tempo stesso coinvolgente, forse perché l'autore a saputo dare vita a personaggi molto particolari, forse perché semplicemente è arrivato al momento giusto, ma io l'ho davvero apprezzato.
È carico di contenuti, c'è del mistero, del romanticismo, un po' di giallo, un briciolo di comicità...insomma c'è di tutto in quelle pagine.

Al secondo posto si piazza Olga di carta di Elisabetta Gnone, una dolcissima lettura che mi ha conquistata e fatta sognare.
Sapevo che la Gnone non mi avrebbe delusa, mi sono innamorata di lei con Fairy Oak e Olga di carta ha sicuramente rafforzato il mio pensiero su questa fantastica autrice.
Davvero una storia carinissima adatta ad un pubblico giovane proprio perché insegna l'importanza della fantasia. Anche i grandi dovrebbero leggerlo per riscoprire la bellezza dell'infanzia che ormai hanno dimenticato.

Terzo gradino del podio va a Il bambino con la fionda di Vanna De Angelis.
Storia senz'altro cruda ma davvero ricca di emozioni, paure, dolore, dolcezza, rabbia e tristezza.
Un libro toccante e consigliatissimo per chi come me ama le storie drammatiche che sanno arrivare al cuore del lettore.
Il protagonista mi ha letteralmente conquistata e, nel corso della lettura, mi è venuto spesso un moto di affetto e protezione nei confronti di questo dolcissimo bambino che purtroppo si troverà a dover affrontare il disprezzo di chi si crede migliore e superiore agli altri.

LE LETTURE PEGGIORI DEL MESE:

Arghhh! Questo mese proprio ho scelto malissimo le mie letture, se non consideriamo i tre libri citati prima.
Ho disprezzato La notte in cui ci siamo ascoltati di Espinoza e, non me ne vogliano quelli che l'hanno amato, ma a me non è proprio piaciuto.
Una storia superficiale, troppo breve e confusionaria.
No, proprio non mi è piaciuto, penso che, scritto meglio e in modo approfondito, avrebbe saputo dare di più al lettore. L'idea di base era buona ma lo sviluppo a me ha lasciato a desiderare.

Le #piccolecose che amo di te di Cleo Toms mi ha fatto lo stesso effetto. L'ho apprezzato un po' di più ma non faccio certo i salti di gioia.
Anche questa storia non è approfondita, non racconta le vere emozioni del personaggio e non fa immedesimare il lettore nella protagonista.
È scorrevole certo, ma manca di sostanza, almeno a parer mio.
E poi il finale mi ha davvero lasciata basita.

Purtroppo devo citare anche Il bambino con il pigiama a righe di John Boyne.
La storia sarebbe anche carina ma ha qualcosa che non mi quadra. Forse lo stile dell'autore non è nelle mie corde o forse l'antipatia per Bruno (il protagonista tedesco) e per altri personaggi, non mi ha permesso di godermi la lettura. Non è uno dei libri più brutti che abbia letto ma sicuramente non uno dei migliori.

I PERSONAGGI CHE HO AMATO:

Olga di Olga di carta. Ho amato molto questa sottile bimba che, con la sua fantasia e la sua tenacia, da vita a storie incredibili. E poi è davvero dolcissima.
Mi sono rispecchiata in lei perché anche io amo volare con la fantasia, starmene nel mio mondo fantastico e inventare storie avvincenti.

Montagnér di Maledetta primavera mi ha fatto davvero molta simpatia. Allegro, ironico, un uomo semplice ma determinato a conquistare la ragazza che ama ma, al tempo stesso un uomo fragile, che sbaglia e poi si pente. Insomma questo è uno di quei personaggi che sembrano “reali”.

Infine mi è piaciuto tanto il bambino di Il bambino con la fionda.
Come ho già detto, leggendo la sua storia, spesso avrei voluto difenderlo, proteggerlo nonostante sapevo fosse solo il personaggio di un libro.
Mi è entrato un po' nel cuore questo piccolino.

I PERSONAGGI CHE HO ODIATO:

In primis il Tenente Kotler di Il bambino con il pigiama a righe.
L'ho odiato nel vero senso della parola, arrivando a sperare che qualcuno lo levasse di mezzo.
Un odio più velato anche per Bruno, protagonista dello stesso libro che con la sua insensibilità tante volte mi ha fatto esasperare ma, è solo un bambino per cui non si può andare tanto per il sottile e capire che, nove anni a volte sono pochi per capire cose così grandi.

La nonna di Olga di carta che cerca di tarpare le ali alla nipotina impedendole di sognare. Io non vado molto d'accordo con la gente troppo concreta, penso che la dote più bella che una persona può avere sia la fantasia perché, se non si sogna, allora cosa ci resta?

Totta di Maledetta primavera.
Questa è la classica ragazza bellissima, stupenda, troppo sicura di sé e decisamente troppo esigente.
Proprio non mi è piaciuta.
Se la tira troppo a parer mio anche se verso la fine del libro migliora un pochino.

LA COPERTINA MIGLIORE:

Primo posto per Il bambino con la fionda.
Come vedete, mi ha conquistata sia la storia, sia la copertina dove quel visino di bimbo fa già commuovere, sia i personaggi.

Olga di carta che con il suo azzurro tenue e la figurina in ombra della bimba mi ha colpita molto.

La principessa sul pisello, perché adoro la Littizzetto e la sua foto mi ha fatto ridere.

LA COPERTINA PEGGIORE:

Purtroppo la copertina di Maledetta primavera io non l'ho apprezzata.
Cosa diavolo dovrebbe rappresentare una ragazza di spalle?
Bo, io non lo capisco.

Stranamente non mi ha catturata nemmeno quella di Un barattolo mostruoso #2 dove fa la sua brutta figura un enorme cricetone.
Non il massimo.

LE SERIE/TRILOGIE INIZIATE QUESTO MESE:

Amici di letto fa parte di una trilogia ma non so se la continuerò perché questo libro può tranquillamente essere letto come auto conclusivo.

GLI ACQUISTI DEL MESE:





I LIBRI AVUTI IN REGALO:

Ringrazio la mia best per questo bellissimo regalo che sono curiosissima di leggere. 
Si prospetta una bellissima lettura.

Con questo il resoconto del mese è terminato lettori, io vi saluto e vi mando un abbraccio, a domani!




2 commenti:

  1. Tra i libri che hai elencato io ho amato Olga di carta. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto carino questo libro.
      La Gnone è una grande autrice.

      Elimina