Elenco blog personale

sabato 30 luglio 2016

Evernight versus The Prodigium Trilogy.

Ciao lettori, come state? Eccomi al secondo post della nuova rubrica Versus. Oggi ho scelto due saghe abbastanza famose Evernight e The Prodigium trilogy. Le ho messe a confronto per le tante similitudini che ho trovato nelle storie, spesso l'una mi ha ricordato l'altra per cui eccomi a parlarne.

Evernight Versus The Prodigium Trilogy.




Ho letto qualche anno fa, grazie alla mia best, la serie Evernight di Claudia Gray e mi era piaciuta molto, ho amato la storia nel complesso, buona parte dei personaggi e l'ambientazione oltre che lo stile dell'autrice.
Invece ho letto nei mesi scorsi la Prodigium Trilogy di Rachel Hawkins, e ho amato anche qui i personaggi, la storia, lo stile dell'autrice.

I personaggi della serie Pridigium sono:
Sophie
Archer
Anastasia Casnoff
Call
Alice
Lara Casnoff
Jenna

I personaggi di Evernight sono:
Bianca
Lucas
Baltazhar
Raquel
Mrs Bethanty

Come potete capire mi sono piaciute entrambe le serie che sono, nel complesso, molto simili a parer mio, ma che comunque hanno elementi sufficienti per non apparire completamente uguali.

Ci sono davvero tantissime similitudini in queste due opere e ora ve le cito:
1)
Nella serie della Gray la protagonista è Bianca, figlia di due vampiri, costretta a frequentare la Evernight Accademy per imparare a vivere nel mondo dei mortali senza causare loro problemi.
In quella della Hawkins la protagonista è Sophie, una giovane strega che ha ereditato i poteri dal padre. Purtroppo a causa di un pasticcio magico, la ragazza è costretta a frequentare la Hex hall, un riformatorio per Prodigium che hanno rischiato di rivelare al mondo l'esistenza della magia.
Le due scuole sono l'una il copia e incolla dell'altra, stessi saloni lussureggianti, stesse stanze, stessi corridoi...insomma sono descritti in un modo che mi fa immaginare siano molto simili. Inoltre l'alloggio delle presidi è sempre a parte un poco lontano dalla scuola.
2)
Il ballo dove capitano disastri in entrambi i casi, beh, quest'occasione in realtà è molto usata nei libri americani, lì si fanno spesso balli di fine anno mentre in Italia non esiste questa cosa e me ne dispiaccio perché sarebbe bello.
3)
Sia Bianca che Sophie pensano di essere l'una una vampira e l'altra una strega, ma scoprono presto di essere ben altro. Bianca ha una situazione leggermente più intricata ma in sostanza la situazione è uguale.
4)
I ragazzi di cui le due si innamorano, Lucas e Archer, nascondono un segreto grande che metterà a repentaglio tutto.
5)
Entrambe le presidi sono persone di cui diffidare, che fanno venire molti dubbi riguardo il loro ruolo...buone o cattive?
6)
Come in tutti i libri esistono degli spasimanti che si mettono un po' in mezzo e, anche questi due libri ne contengono uno ciascuno.
7)
Jenna e Raquel sono le migliori amiche delle protagoniste e sono davvero molto simili, tendono tutti a snobbarle rendendole depresse e solitarie almeno fino a quando non arrivano Bianca e Sophie nelle loro vite.
8)
In entrambi i libri sono presenti due organizzazioni che cercano di eliminare le creature sovrannaturali, La Croce Nera e L'Occhio.

Questi sono i casi in cui un libro mi ha ricordato troppo l'altro.
Sia Archer che Lucas hanno finito per non piacermi ma, se mi seguite da un po' saprete che io (di solito) finisco per avere un debole per i terzi incomodi, che in questo caso sono Call e Baltazhar, anche se so già come andrà a finire io ci spero lo stesso che possano vincere loro...ogni volta però rimane delusa.
Le storie d'amore sono piuttosto interessanti visto che non sono per niente semplici e vengono ostacolate in tutti i modi, nonostante i problemi però sono indistruttibili e questo è positivo.

Lo stile delle autrici non è uguale ma hanno una fantasia molto simile che rende i libri leggibili e avvincenti e crea personaggi originali che fa piacere “conoscere”.

I finali devo dire che sono stati soddisfacenti anche se avrei preferito cambiare qualcosa qua e là. La Hawkins però mi ha giocato un gran brutto tiro...non posso dire di più perché farei un grosso spoiler.
Di entrambe le serie devo leggere ancora gli spin off usciti che riguardano Balthazar e Izzy Brannick ma possiedo solo il secondo che leggerò a breve mi auguro.

Alla fine dei conti, tirando le somme, quello che ho amato un pochino di più rispetto all'altro è Prodigium Trilogy, a parer mio, ma è stato difficile scegliere visto che mi sono piaciuti entrambi parecchio.

Anche questo post è concluso lettori, spero che vi sia piaciuto, se volete farmi sapere la vostra idea sarò ben felice :-)
Ci vediamo domani con un nuovo post su Il mondo di Cry.



Nessun commento:

Posta un commento