Elenco blog personale

sabato 10 marzo 2018

Recensioni Non ho tempo per amarti & Orgoglio e pregiudizio.


Risultati immagini per Non ho tempo per amarti libroTitolo: Non ho tempo per amarti
Autore: Anna Premoli
Casa editrice: New Compton editori
Prezzo: 10,00
Genere: rosa
Pagine: 311
Voto: 7

Trama:

Julie Morgan scrive romanzi d’amore ambientati nell’Ottocento. Di quell’epoca ama qualsiasi cosa: i vestiti lunghi, gli uomini eleganti, le storie romantiche che nascono grazie a un gioco di sguardi o al semplice sfiorarsi delle mani… L’unica cosa che salva del mondo di oggi è lo shopping online, che le permette di non mettere il naso fuori dal suo amatissimo e solitamente silenzioso appartamento. Almeno finché – proprio al piano di sopra – non arriva un misterioso inquilino: un ragazzo strano, molto giovane e vestito in un modo che a Julie fa storcere il naso. È davvero un bene che lei sia da sempre alla ricerca di un uomo d’altri tempi, perché il suo vicino, decisamente troppo moderno, potrebbe rivelarsi ben più simpatico di quanto avrebbe mai potuto sospettare…

Recensione:

È buffo come uno trascorra anni a cercare di cementare certi legami, e come invece altre persone ti rimangano dentro senza che tu abbia fatto nulla perché accadesse.”

Tutte le volte ve lo dico, ma lo ripeto: non sono il tipo da letture rosa...ma ho voluto fare una piccola eccezione per febbraio, e così scelto un libro della Premoli, una delle pochissime scrittrici rosa che amo e seguo.
Anche questa volta non mi ha delusa, è riuscita a farmi leggere una storia romantica senza rendermela troppo mielosa e sdolcinata.
Il suo punto di forza è sicuramente l'ironia dei personaggi, ho trovato Julie, la protagonista, divertente, buffa e pungente proprio come piace a me.
Inoltre non è la solita storia che ha come base un uomo affascinante e maturo che si innamora della ragazzina ingenua e sprovveduta che ci casca, no, è l'esatto opposto: la quasi quarantenne pantofolaia, infantile e spontanea che conquista la star della musica, nonché giovanissimo Terrence.
Devo ammettere che questo diversivo mi ha piacevolmente colpita.
Mi sono divertita molto a seguire gli scambi di battute pungenti dei protagonisti e il conseguente amore tra loro.
Terrence a volte mi è sembrato un pochino appiccicoso, è vero, ma sono comunque riuscita ad amarlo.
Julie invece l'ho proprio adorata, salvo quando si fa venire dubbi impossibili, è la protagonista femminile che vorrei in tutte le storie rosa, è sempre se stessa e non si fa scrupoli a mostrare la sua natura infantile e sognatrice mettendo anche in risalto i propri difetti. Inoltre una che porta maglioni con le principesse Disney disegnate sopra e calza babbucce a forma di unicorno non poteva proprio lasciarmi indifferente.
Se poi aggiungiamo che è una scrittrice non posso certo non simpatizzare per lei.
Ma, devo ammettere, nel mio cuore la Signorina Berry, vicina ostica e bisbetica di Julie, ha conquistato la prima posizione...chi non vorrebbe una vicina vecchia e dispotica come lei? Mi ha fatto morire letteralmente, anche quando diventa sensibilmente più carina nei confronti di Julie.

Gli scrittori hanno il grande vantaggio di poter elaborare gran parte dei propri dispiaceri tramite la scrittura.”

Ho scoperto solo dopo che Non ho tempo per amarti si collega al precedente libro È solo una storia d'amore, ma non vi preoccupate perché, sebbene vi siano personaggi che compaiono in entrambi i libri, le storie non sono collegate direttamente quindi potrete leggere solo uno o l'altro se non avete il desiderio di leggerle entrambe.
Insomma amici lettori, non sarà tra le mie letture preferite ma sicuramente l'ho letto con piacere per la sua scorrevolezza e leggerezza, il pizzico di comicità l'ha reso ancora più piacevole.

Il problema dell'innamoramento è che ti rende vulnerabile.”



Titolo: Orgoglio e pregiudizio
Autore: Jane Austen
Casa editrice: Feltrinelli
Prezzo: 9,00
Genere: classico/romantico/drammatico
Pagine: 400
Voto: 7
Trama:

"Orgoglio e pregiudizio" è uno dei primi romanzi di Jane Austen. La scrittrice lo iniziò a ventun anni; il libro, rifiutato da un editore londinese, rimase in un cassetto fino alla sua pubblicazione anonima nel 1813, e da allora è considerato tra i più importanti romanzi della letteratura inglese. È la storia delle cinque sorelle Bennet e dei loro corteggiatori, con al centro il romantico contrasto tra l'adorabile e capricciosa Elizabeth e l'altezzoso Darcy; lo spirito di osservazione implacabile e quasi cinico, lo studio arguto dei caratteri, la satira delle vanità e delle debolezze della vita domestica, fanno di questo romanzo una delle più efficaci e indimenticabili commedie di costume del periodo Regency inglese.

Recensione:

Devo ammettere che ho conosciuto la Austen solo nelle ultime settimane, ne ho sempre sentito parlare benissimo ma ci ho messo un po' a convincermi a leggere qualcosa.
L'ho sempre evitata perché pensavo, erroneamente, che i libri ambientati in epoche non proprio recenti fossero noiosi e antiquati, salvo poi scoprire che invece mi appassionano moltissimo. Ho iniziato con Jane Eyre e ho proceduto con Orgoglio e pregiudizio, due dei pilastri di questo genere.
Sebbene mi sia piaciuto meno rispetto a Jane Eyre (che comunque non è della stessa autrice), ho trovato Orgoglio e pregiudizio una storia ironica, e assolutamente velocissima, in un attimo avevo terminato l'ascolto (ho l'audiolibro).
Mi è piaciuta la masnada di personaggi eccentrici e le ambientazioni lussuose.
Ma su tutti ho amato Mr Darcy, un uomo dapprima arrogante e snob, per scoprirsi poi una persona davvero amabile e affascinante.
Mr Darcy è da sempre un personaggio famosissimo tra le lettrici romantiche, e in effetti ho subito un po' anche io il suo fascino...ho invidiato tantissimo Elizabeth per la sua fortuna.
La storia è molto divertente e le gran dame pettegole mi fanno sempre morire dal ridere, il fatto che i coniugi Bennet vogliano assolutamente piazzare tutte e cinque le figlie, per me, è quasi comico,ma ci pensate se al giorno d'oggi funzionasse ancora così?
Non ci voglio nemmeno pensare...essere costrette a sposare qualcuno solo per non rimanere zitelle!
Unica pecca, ma è sempre e solo un mio pensiero personale, il finale scontato, ma d'altronde è pur sempre un libro romantico e non può che finire in un unico modo.
Sicuramente leggerò altri libri della Austen, vi chiedo quindi di darmi qualche titolo che avete amato.

😗Ciao amici lettori!

2 commenti:

  1. Sai quanto io possa amare ''Orgoglio e Pregiudizio'', sono contenta quindi che tu abbia apprezzato la penna della Austen.
    Di Jane Austen ti consiglio ''Ragione e sentimento''. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo segno Didi, grazie del consiglio ;)

      Elimina