Elenco blog personale

domenica 25 marzo 2018

L'angolino del manga.


Ciao amici lettori! Come state?
Dopo l'inizio di marzo ricco di neve e cattivo tempo ho la speranza che la primavera finalmente inizi.
Siccome è venuta giù davvero molta neve che mi ha reso impossibile muovermi da casa, ho avuto abbastanza tempo per fare le mie letture.
Per questo mese ho scelto un manga dai toni inquietanti: Another.
Buona lettura!
L'angolino del manga.

Another


Titolo: Another
Autore: Yukito Ayatsuji
Volumi: 4
Prezzo(di un volume singolo): 4,90

Personaggi principali:
Immagine correlata
Koichi Sakakibara
Mei Misaki
Reiko Mikami
Teshigawara
Kazami
Mizuno
Mochizuki
Akazawa

Trama:
Immagine correlata
Koichi Sakakibara si è appena trasferito da Tokyo a Yomiyama, una piccola ed isolata cittadina giapponese, per finire l’ultimo anno delle scuole medie . Vive con i nonni materni poiché suo padre, rimasto vedovo da quando la moglie è morta dando alla luce Koichi quasi 15 anni prima, è in India per lavoro. Fin dai primi giorni di scuola Sakakibara si rende conto di essere finito in una classe strana, apparentemente amichevole e cordiale, ma allo stesso inspiegabilmente misteriosa. Misaki Mei, una delle sue compagne di classe, è forse la ragazza più strana tra tutti i componendi della terza classe sezione 3: porta sempre una benda sull’occhio, capelli neri come la notte e carnagione pallida come la morte. Come se non bastasse tutti gli altri membri della classe sembrano deliberatamente ignorare Misaki.
In pochi giorni Koichi è catapultato, suo malgrado, in una realtà sconvolgente, irta di pericoli e avvolta da una fitta rete di mistero. Perché nessuno si rivolge mai a Misaki Mei? Possibile che sia Koichi l’unico in grado di vederla? E soprattutto, qual’è la risposta alla misteriosa domanda scritta sul banco della ragazza: chi è il morto? Una spaventosa maledizione aleggia implacabile sulla terza classe sezione 3 di cui Misaki e Sakakibara fanno parte.
Il mio pensiero:

La trama di questo manga ha catturato da subito la mia attenzione, una storia dai tratti horror, un mistero, una maledizione che aleggia sulla classe 3°C e una ragazza misteriosa che si aggira per la scuola ma che nessuno sembra vedere tranne Koichi...insomma cosa potevo chiedere di meglio?
È proprio una storia che sapevo avrei amato e non mi ha affatto delusa.
Da subito è partita con la maledizione, lasciandomi con un brivido lungo la schiena, che poi è proprio quello di cui avevo bisogno e che ogni buon amante dell'horror si aspetta ed esige da una storia di questo genere.
Mi è piaciuto molto Another, perché l'autore non si è sbilanciato troppo in noiose descrizioni ma mi ha fatta entrare subito nel vivo della storia, anche la presentazione del protagonista è avvenuta in modo fluido e veloce senza essere però superficiale e poco chiaro.
Inutile dire che adoro la capacità di rendere concisa ma bellissima una storia e lui ce l'ha fatta in pieno.
Come vi dicevo non avrete un attimo di tregua, essendo formato da solo 4 volumi non poteva certo far diversamente.
Immagine correlataMi sono molto affezionata al protagonista Koichi, e devo ammettere che ho temuto per lui più di una volta nel corso della storia, ma ovviamente non posso dirvi di più nonostante vorrei davvero, vi rovinerei la bellezza della storia, che consiste poi nel capire chi è il morto infiltratosi nella classe. Si, avete letto bene, qui c'è un morto tornato nel mondo dei vivi a regolare giusto qualche conto...
voi ancora non lo sapete ma tutto ciò che riguarda gli spiriti, l'aldilà e le maledizioni sono esattamente gli argomenti che più amo del sovrannaturale, mi affascinano e terrorizzano allo stesso tempo da sempre.
Forse è proprio per questo che Another mi è piaciuto così tanto, oltre al fatto che l'autore è stato davvero abile a confondere le carte in tavola facendo si che il lettore inizi a formulare ipotesi su ipotesi, a dubitare di tutti i personaggi per poi arrivare al finale e capire di non averci azzeccato nemmeno di striscio!
L'ho letteralmente adorato, si è piazzato fra i miei manga preferiti, non che ne abbia letti poi molti, però è davvero il migliore che io abbia letto fino ad ora e sono felicissima di averlo nella mia libreria, dove potrò rileggerlo ogni volta che vorrò.
Immagine correlata
Un'altra cosa che mi è piaciuta molto è l'aggiunta delle bambole nella storia, non hanno un ruolo importante ma vi assicuro che mi hanno inquietata parecchio, sopratutto nel contesto in cui sono state citate...da brivido!
Un altro personaggio affascinante è sicuramente Mei Misaki, il primo personaggio di cui ho dubitato visto lo strano ruolo che ha all'inizio della storia e che poi comprenderete andando avanti con la lettura.
La ragazza inoltre ha un potere che viene fuori al momento opportuno e che mi risulta intrigante e pauroso allo stesso tempo.
Inutile dire che mi sono già imbattuta in storie simili ambientate nei licei giapponesi e, fino ad ora li ho adorati tutti, credo sia proprio questo il mio personale genere di manga e non le storie romantiche.
Sono in cerca di altri titoli simili per cui vi chiedo una mano lettori, mi potete gentilmente consigliare altri manga simili ad Another o Corpse party?
Ve ne sarei immensamente grata.Immagine correlata
Vorrei parlarvene ancora a lungo ma sarebbe davvero difficile non darvi indizi che potrebbero rovinarvi la suspance della storia per cui mi fermo qui consigliandovene la lettura se siete amanti di questo genere.
Non è uno splatter, tranquilli, alcune scene sono un po' forti ma sono certa che le saprete apprezzare.
Insomma amici, sono soddisfatta della mia personale lettura manga di questo mese.

Voi l'avete letta amici lettori? Che ne pensate?
Ci leggiamo presto con un nuovo post.
Ciao ciao amici lettori!

Nessun commento:

Posta un commento