Elenco blog personale

giovedì 15 febbraio 2018

Le letture delle fate del bosco atro # 2


Buongiorno a tutti amici lettori!
Come state? Io benone.
Come al solito ho poco da raccontarvi ma ho qualcosa da mostrarvi: la seconda lettura di gruppo con la dolcissima Diletta di La cantastorie dei boschi , a questo giro, dopo aver letto lo scorso mese La storia infinita, abbiamo deciso di leggere una serie manga: Orange, ma andiamo a vedere nel dettaglio...
Buona lettura!

 #2



Trama:
Naho Takamiya è una normale ragazza che un giorno riceve una lettera di cui è la destinataria, ma anche la mittente! Per la prima volta è in ritardo a scuola, quindi non ha il tempo di leggere la lettera e inizia a farlo in classe, dove si accorge che la lettera è firmata dalla sé stessa del futuro! Inizialmente Naho pensa ad uno scherzo, ma poi si accorge che chi ha scritto la lettera sapeva già sia che lei sarebbe arrivata in ritardo, sia che si sarebbe presentato un nuovo studente, Kakeru Naruse.
Gli amici di Nao invitano Kakeru ad uscire dopo la scuola, ma lui inizialmente rifiuta... Naho ricorda che nella lettera c'era scritto di non invitarlo per nessuna ragione, ma non ha il coraggio di opporsi e alla fine Kakeru accetta. Quel giorno si divertono tutti moltissimo, ma poi Kakeru non si presenta a scuola per le due settimane successive, fino al torneo di giochi con la palla, in cui dice semplicemente di aver saltato le lezioni...
In seguito, in occasione del torneo di softball, a Naho viene chiesto di fare da battitrice, ma lei non se la sente, salvo poi ricordare che nella lettera c'era scritto di accettare, altrimenti se ne sarebbe pentita. Per questo alla fine accetta e infine riesce a battere un homerun!
Continuando a leggere la lettera, Naho scopre che la sé stessa del futuro è piena di rimpianti, in gran parte dovuti al fatto che nel futuro Kakeru non ci sarà più...

Il personaggio preferito:
Chi mi conosce sa che ho un debole per i terzi incomodi quindi non dovrebbe stupire il fatto che il mio personaggio preferito sia Suwa.
Adoro questo gigante buono che mette sempre la felicità degli altri davanti alla propria, mi è stato impossibile non amarlo profondamente.

Il personaggio meno amato:
Sicuramente quell'antipatica di Ueda, l'ex ragazza di Kakeru, davvero spocchiosa e maligna, uno dei personaggi più negativi (se non l'unico personaggio negativo e antipatico) della serie manga.

Il mio pensiero:
Avevo già letto ottime recensioni su blog e canali youtube per cui ero curiosissima di leggere Orange.
Sapevo dalla trama che mi sarebbe piaciuto ma non pensavo a questi livelli.
Ho trovato in Orange tutto quello che piace a me in una storia: un po' di drammaticità, un amore sofferto, un triangolo amoroso, amicizia, sentimento, problemi personali.
So che detta così sembra un'accozzaglia di argomenti ma vi assicuro che in Orange ho trovato tutto questo.
La drammaticità è la base portante della serie, una terribile corsa contro il tempo nel tentativo di cambiare il destino di Kakeru e quindi di salvarlo.
Mi ha fatto molto riflettere perché anche io ho perso un amico in giovane età, anche se non per un suicidio ma bensì per un incidente che lo ha portato via a soli 16 anni.
Per questo motivo sono molto sensibile quando si parla di morti premature, di qualunque natura siano.
Il personaggio di Kakeru mi ha sconcertata e resa malinconica, penso che tutti noi nella vita abbiamo avuto un momento in cui siamo stati deboli, in cui i problemi sono sembrati troppi e troppo difficili da superare e affrontare. Io stessa ho avuto un periodo simile, sebbene meno drammatico di quello vissuto da Kakeru.



Ho capito l'importanza di avere persone vicine pronte a sostenere la persona depressa in questione, quanto a volte anche solo una parola gentile, un gesto possano seriamente far sentire meglio chi ci circonda.
Purtroppo spesso le persone più sole e tristi sono quelle che alla domanda “Come stai?” rispondono “Bene” sentendosi comunque morti dentro.
Per tutti questi motivi cerco di essere sempre gentile sopratutto con le persone taciturne perché non possiamo sapere cosa sta passando chi abbiamo di fronte e non tutti sono disposti a parlarne.
Io stessa mi tengo sempre tutto dentro e difficilmente parlo dei miei problemi se non con pochissimi amici fidati e, mi rendo conto, che non fa affatto bene immagazzinare dolore o pensieri senza dar loro una valvola di sfogo.
Proprio per questo Orange mi ha colpita nel profondo, non è un semplice manga melenso ma bensì una storia di quelle “Pesanti a livello sentimentale” che mi ha stravolta e commossa, specialmente sul finale.
Ma ci sono anche parti allegre, non pensate sia una storia strappalacrime e basta.
Vi è anche un altro argomento importante: l'amicizia.
Più che l'amore tra Kakeru e Naho mi è piaciuta la forte amicizia che lega tutti i personaggi e, in particolare Suwa e Kakeru.
Sono sempre felice quando nelle storie vi sono amicizie quasi fraterne come quella tra questi due personaggi.
Anche io vorrei un gruppo affiatato come quello di Orange in cui, addirittura, Naho e gli amici fanno il tutto per tutto per cambiare le cose e rimettere a posto le cose per far si che Kakeru non muoia.
Inoltre trovo che questo manga aiuti chi, come me, non è capace spesso di dire quel che prova per paura di essere respinto, anche quando è impossibile.
Naho in questo mi somiglia molto perché non riesce a comunicare con Kakeru, a dimostrargli quanto sia importante per lei, e questo inevitabilmente la porterà ad avere molti rimpianti in futuro.
Non dico ovviamente che cambierò questo lato di me perché è impossibile, ma sicuramente cercherò di far capire alle persone a me care quanto siano importanti per me...a modo mio.

Tirando le somme direi che in una votazione da 1 a 10 do a questo manga un 9 pieno tendente al 10 per la dolcezza, le tematiche importanti che tratta, la bellezza dei disegni, la completezza e le sfaccettature dei personaggi e il finale.
Un'ottima serie manga che insegna molto sulla vita.


Bene amici lettori, spero che questa rubrica vi piaccia e che partecipiate alle nostre letture di gruppo dove potremo scambiarci pareri e chiacchiere libresche, per marzo si legge La prigioniera del ghiaccio e della neve.
Ma abbiamo una novità: da oggi potrete votare il libro che leggeremo ad aprile!
I due candidati sono: Cynder, il primo volume della serie Le cronache lunari, oppure La bussola d'oro, il primo volume della serie Queste oscure materie.
Avrete tempo per votare fino al 10 di marzo per cui votate lettori!!!
Ora andate a leggere il post della mia cara collaboratrice Diletta di La cantastorie dei boschi
mi raccomando!
Un bacione dalla vostra Cry.


2 commenti:

  1. Senza metterci d'accordo poniamo sempre le stesse votazioni e personaggi preferiti!
    Bellissima recensione, sopratutto per le tue dolci parole. Sei stata molto toccante!
    Un bacio grande!
    Ps. Sono curiosa di vedere il responso delle votazioni! ❤❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono curiosa di vedere come voteranno i nostri lettori ;)

      Elimina