Elenco blog personale

giovedì 22 febbraio 2018

I miei consigli..per piccini!


Ciao a tutti amici lettori, come state? Spero tutto bene.
Io mi sto concedendo letture leggere, qualche fantasy, qualche romanzo rosa, qualche fumetto, un manga...insomma letture per tutti i gusti 😄
Ma oggi voglio parlare con i più piccini, siete pronti?
Bene, allora buona lettura!

I miei consigli...per piccini!

Olga di carta e Jum fatto di buio.
Olga di carta - Jum fatto di buio

Trama:
Olga di carta:
Olga Papel è una ragazzina esile come un ramoscello e ha una dote speciale: sa raccontare incredibili storie, che dice d’aver vissuto personalmente e in cui può capitare che un tasso sappia parlare, un coniglio faccia il barcaiolo e un orso voglia essere sarto. Vero? Falso? La saggia Tomeo, barbiera del villaggio, sostiene che Olga crei le sue storie intorno ai fantasmi dell’infanzia, intrappolandoli in mondi chiusi perché non facciano più paura. Per questo i racconti di Olga hanno tanto successo: perché sconfiggono mostri che in realtà spaventano tutti, piccoli e grandi. Un giorno, per consolare il suo amico Bruco, dal carattere fragile, Olga decide di raccontargli la storia della bambina di carta che partì dal suo villaggio per andare a chiedere alla maga Ausolia di trasformarla in una bambina normale, di carne e ossa. Il viaggio fu lungo e avventuroso: Olga s’imbatté in un venditore di tracce, prese un passaggio da un ragazzo che viveva a bordo di una mongolfiera e da un altro che attraversava il mare a remi. Più volte rischiò la vita, si perse, ma fu trovata da un circo. E quando infine trovò la maga, solo allora la bambina di carta comprese quante cose fosse riuscita a fare… 

Jum fatto di buio:
Tutti sapevano che Olga
amava raccontare bene le sue storie
oppure non le raccontava affatto,
e quando la giovane Papel
attaccava un nuovo racconto
la gente si metteva ad ascoltare...

È inverno a Balicò, il villaggio è ammantato di neve e si avvicina il Natale.
Gli abitanti affrontano il gelo che attanaglia la valle e Olga li riscalda con le sue storie. Ne ha in serbo una nuova, che nasce dal vuoto lasciato dal bosco che è stato abbattuto.
Quel vuoto le fa tornare in mente qualcuno che anche Valdo, il cane fidato, ricorda, perché quando conosci Jum fatto di Buio non lo dimentichi più. 
È un essere informe, lento e molliccio, senza mani né piedi. La sua voce è l’eco di un pozzo che porta con sé parole crudeli e tutto il suo essere è fatto del buio e del vuoto che abbiamo dentro quando perdiamo qualcuno o qualcosa che ci è caro.
Jum porta con sé molte storie, che fanno arricciare il naso e increspare la fronte, e tutte sono
un dono che Olga porge a chi ne ha bisogno. Perché le storie consolano, alleviano, salvano e soprattutto, queste, fanno ridere.

Il mio pensiero:

Questa particolare duologia mi ha incantata con la sua magia e la grande lezione che ne si può trarre.
Sono una vera amante delle letture con un significato profondo dietro e questa è una specie di favola se vogliamo, Olga di carta è un ottima storia con lezione annessa.
C'è poi da dire che Elisabetta Gnone è una scrittrice favolosa, piace sia agli adulti che ai bambini proprio per il suo stile infantile e pieno di magia e storie incredibili.
Lo dico spessissimo ma lo ribadisco: amo le storie per bambini e non me ne vergogno di sicuro, mi appassiono a libri che aiutano ad alimentare la fantasia e ci rendono capaci di credere in qualsiasi cosa vogliamo, ho sempre pensato che la vita non è vita se non si è capaci di sognare e immaginare cose straordinarie, ci pensate voi ad una vita ordinaria e "reale" in tutto e per tutto?
Io non ci voglio nemmeno pensare!
Per questo consiglio di leggere Olga di carta e Jum fatto di buio miei giovani lettori, sono certa che vi servirà a crescere sensibili e fantasiosi e, la cara Olga, vi porterà con la sua narrazione, in rocambolesche avventure dove conoscerete personaggi strampalati e dolcissimi.
In quanto a Jum fatto di buio, all'inizio potrebbe spaventarvi un poco ma, sono certa, imparerete a combattere questa paura, ed è proprio questa la chiave del libro: trovare in voi stessi la forza e la volontà di combattere le cose che più vi terrorizzano, diventando così piccoli eroi.
Cosa aspettate bimbi? Andate a leggere questi meravigliosi libri e sognate, sognate sempre, anche quando diventerete grandi non dimenticate quella parte di voi necessaria per evadere dalla quotidianità che tanto ci assilla.

Bene amici lettori questo era il mio consiglio di febbraio per i più piccini, spero di esservi stata utile, ci vediamo il prossimo mese con questa rubrica speciale.
Bacioni dalla vostra Cry.

Nessun commento:

Posta un commento