Elenco blog personale

venerdì 13 luglio 2018

5 cose che...



5 pregiudizi sulla lettura che non sopporto

1) Se leggi tanto è perché non hai vita sociale
Questo è quello che odio più di tutti!
Se una persona legge tanto non vuol dire che non ha amici o che è un disadattato, si può amare la lettura a tal punto da preferirla alle serate in discoteca a ballare, questo si, ma non è l'unica cosa che facciamo nella vita cara gente. Esistono anche le persone che preferiscono le serate tranquille e che comunque hanno un sacco di amici con cui uscire. Capitelo!

2) Chi legge i libri per ragazzi e bambini è infantile
Altro pregiudizio che mi fa accapponare la pelle, il fatto che a me, ad esempio, piaccia il fantasy e legga spesso libri per ragazzi, non fa di me una persona infantile e immatura. E poi, se anche fosse, non ci trovo nulla di male a rimanere un po' bambini nel cuore, c'è sempre tempo per fare i seri.

3) Chi legge non ha i piedi per terra
Ma lo volete capire che la lettura non ha nessuna controindicazione?
Non c'è nulla di male a volare con la fantasia e ad affezionarsi a personaggi, autori e storie inventate.
Se un personaggio mi entra nel cuore tanto da sembrarmi reale, non è detto che io creda davvero nella sua esistenza. Sognare e immaginare non sono sinonimi di pazzia, tranquilli.

4) Chi legge pensa di essere più intelligente degli altri
Altra cavolata.
La gente comunemente pensa che leggo tanto perché voglio darmi un tono, usare parole di cui non conosce il significato, per darmi delle arie insomma.
In realtà per me la lettura ha una grande importanza, sia perché è un piacere sia perché mi ha insegnato a esprimermi meglio, conoscere parole nuove e scrivere in maniera corretta. Ma nonostante questo non mi sono certo mai data delle arie!

5) Sei considerato solo se fai letture di un certo spessore.
Avete presente quelli che quando chiedi: “Che generi ti piacciono?”
Gonfiano il petto e rispondono: “A beh, io adoro i pilastri della letteratura come La divina commedia, Romeo e Giulietta, Ulisse ecc...” ma solo per darsi un tono...poi magari nemmeno sanno chi li ha scritti.
Non fraintendetemi, sebbene non ami i grandi classici pesanti e antichi, ammiro molto chi li legge e li capisce anche, detesto solo le persone che li citano solo per sentirsi più interessanti di chi legge Topolino, per dire.

Ecco le mie curiosità, ora vado a vedere le vostre.
Bacioni dalla vostra Cry.

12 commenti:

  1. Concordo con quanto hai scritto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo noi lettori veniamo sempre visti come alieni...

      Elimina
  2. Ciao, concordo con tutto ciò che hai scritto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, sono pregiudizi davvero molto comuni :(

      Elimina
  3. Di solito chi legge molto preferisce un buon libro ad un film, ad esempio.
    Ecco, quante ore al giorno guarda la tv ciascuno di noi?
    Se lo stesso tempo fosse impiegato nella lettura, magari riusciremmo a terminare un libro alla settimana.
    Io leggo poco per alcuni problemi di memoria, ma rispetto l'hobby della lettura come qualsiasi altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io rispetto ogni hobby anche quello di passare molto tempo davanti alla tv o davanti ai videogames, ognuno ha i propri passatempi e sarebbe bello se tutti venissero rispettati :)

      Elimina
  4. Ciao buon fine settimana. Sono super d'accordo con te.

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. Ciao!
      Più o meno noi lettori abbiamo gli stessi problemi e gli stessi pregiudizi da affrontare per cui questo ci accomuna ;)

      Elimina
  6. Ciao Cry! Come già saprai concordo con te, in particolare per quanto riguarda la letteratura per l'infanzia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Seli!
      Sono pregiudizi davvero insopportabili e vedo che siamo un po' tutti della stessa idea, almeno ci diamo man forte fra noi ;)

      Elimina