Elenco blog personale

venerdì 9 dicembre 2016

Tag malattie letterarie.

Ciao amici lettori, visto il periodo freddo mi è venuto spontaneo proporvi questo simpatico tag.
Buona lettura :-)

Tag malattie letterarie

1. Diabete
(un libro troppo, troppo dolce)

Insieme a te di Sylvia Day. Non è un libro particolarmente smielato ma giuro che i pensieri, i dialoghi e le espressioni dei protagonisti sono davvero da diabete.
Ho amato questo libro ma a volte ho fatto fatica a tollerare le loro conversazioni stucchevoli. L'amore è bello ma così mi pare troppo!

2. Varicella
(un libro che non rileggeresti mai più)

Buonanotte amore mio di Daniela Volontè. Questo libro l'ho odiato come pochi seppur la storia non sia così terribile. Nonostante questo non lo rileggerei una seconda volta, questo è sicuro.

3. Influenza
(un libro che si diffonde come un virus)

Vogliamo parlare della serie di Uno splendido disastro della McGuire? Io non l'ho mai letta ma ne sento parlare ovunque, sia in bene che in male...non credo che la leggerò mai.

4. Malattia ricorrente
(un libro che rileggi spesso o ogni anno)

Devo ammettere che non rileggo praticamente mai un libro già letto ma mi capita spesso di rileggere Hachiko proprio perché è davvero breve e nel giro di poche ore lo si fa fuori. Lo adoro!

5. Insonnia
(un libro che ti ha tenuto sveglio)

Cito i fumetti di Dylan Dog perché in genere leggo quelli prima di andare a letto. Tanto per fare “bei” sogni. ;-)

6. Amnesia
(Un libro che hai letto, ma di cui hai dimenticato tutto o quasi)

Il risveglio di Samael di Licia Troisi.
Per quanto ami alla follia quest'autrice, questa serie non è riuscita a prendermi come le altre e, per quanto mi dispiaccia, non mi ha lasciato quasi nulla se non un vaghissimo ricordo.

7. Asma
(Un libro che ti ha tolto il fiato)

La distanza tra me e te di Lucrezia Scali.
Ho provato davvero troppe emozioni leggendolo, mi sono sentita triste, abbattuta, intenerita, gioiosa, mi sono arrabbiata da morire, ed ho provato l'istinto di uccidere la protagonista femminile ma, alla fine, l'ho amato nonostante non mi sia piaciuto il finale.

8. Malnutrizione
(Un libro privo di contenuti)

Devo citare Seta che, a parer mio, poteva essere senz'altro “riempito”, reso più sostanzioso, dall'autore. Ma forse sono io che non l'ho proprio capito, avrei avuto piacere a leggere qualche capitolo in più che mi potesse aiutare a capire maggiormente l'intera storia.



9. Mal di mare
(Un libro che ti ha portato in un altro mondo)

I rami del tempo di Luca Rossi.
Questo libro bellissimo mi ha davvero portata in un altro mondo e non vedo l'ora di leggerne il seguito.

Ci leggiamo domani cari lettori.
😗😗😗


2 commenti: