Elenco blog personale

venerdì 18 novembre 2016

Recensione Seta.



Titolo: Seta
Autore: Alessandro Baricco
Genere: Drammatico
Pagine: 108
Prezzo: € 7,50
Voto: 6/7

Trama:

Si chiamava Hervé Joncour, era mercante di bachi da seta. Ogni anno raggiungeva il Giappone, ogni anno ritornava. Nei suoi viaggi, si leggeva l'ideogramma di una passione silenziosa, rubata al rumore del mondo.

Recensione:

Non immaginate nemmeno da quanto questa recensione mi sta aspettando.
Il problema è che ho davvero pensato di non riuscire nemmeno a scriverla.
Perché?
Beh, perché è uno di quei libri che mi ha creato una totale confusione in testa, a tal punto da non sapere nemmeno se mi è piaciuto o no.
Non prendetemi per pazza, vi assicuro che non lo sono (o almeno non del tutto) è solo che non riesco minimamente a capire cosa realmente mi ha lasciato questa lettura, quindi cercherò di sviscerare i vari pensieri che mi hanno attraversato la testa e perdonatemi in anticipo se, più che una recensione, sembrerà un'accozzaglia di pensieri.
Allora, partiamo con i personaggi.
Hervé è un uomo coraggioso e profondo, un uomo passionale che segue il cuore e lascia indietro la testa a volte.
Poi abbiamo la moglie, Hèléne, donna che io sono riuscita a stimare in maniera assoluta. È sicuramente il personaggio che mi ha lasciato più di tutti un segno sul cuore.
Ho sempre simpatizzato per le donne che amano con tutte se stesse, che lottano fino allo stremo e che hanno la forza immensa di perdonare anche quando sembra impossibile.
E infine arriviamo alla misteriosa ragazzina, quella che lascia un segno così profondo nella vita di Hervé, quella che, senza nemmeno parlare, lo fa innamorare perdutamente diventando la sua ossessione.
Come forse avete capito io non amo molto questa figura...ma ormai mi conoscete e sapete che io non amo chi si mette in mezzo alle coppie, se non in rarissimi casi tipo 9000 giorni e una notte in cui ho amato davvero la coppia Elspeth/David.
Ho cercato di capire, di immedesimarmi nei personaggi ma davvero mi è stato impossibile capire quest'amore così forte, questo rapporto così intenso tra due persone che nemmeno si conoscono.
Non prendetemi per cinica, io sono innamorata dell'amore in sé, sogno quell'amore assoluto che ti lega ad un altra persona in modo indissolubile, credo nel lieto fine e so perfettamente che, può succedere, di innamorarsi perdutamente di qualcuno che non è il proprio compagno, capisco che il destino a volte ci mette davanti le persone giuste al momento sbagliato.
Nonostante questo non riesco proprio a farmi andare giù quest'amore così grande che scoppia tra i due, semplicemente non lo capisco.
Il finale però mi ha regalato tantissime emozioni ed è per questo che ho scelto 7 come voto complessivo.
Scusate ma proprio non sono riuscita a fare di meglio, sono ancora troppo confusa a riguardo e penso che il limitato numero di pagine non abbia aiutato a farmi un'idea più precisa, magari con qualche descrizione, con maggior sentimento, prolungando la storia avrebbe dato di più, o almeno questo è il mio parere.

Questo è quello che penso di Seta amici lettori, ci si legge domani con un nuovissimo post.
Bacioni😚


6 commenti:

  1. Ciao Cristina! Come ti avevo anticipato è esattamente ciò che ho pensato dopo aver letto questo libro. Anche io sono innamorata dell'amore ma soprattutto dell'innamoramento "reale" :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucia!
      Eh già, questo libro mi ha davvero confusa...non so nemmeno dire se mi è davvero piaciuto oppure no!
      L'amore è un sentimento bellissimo che va vissuto solo se è vero e "reale". :-)

      Elimina
  2. Ciao Cristina non so se andata già nel mio blog ma ho risposto a un tag in cui mi hai taggato

    RispondiElimina
  3. Io, più che altro, sono rimasta completamente affascinata dallo stile poetico di Baricco... è bastato quello a farmi andare in brodo di giuggiole xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Seli!
      Si, lo stile di Baricco è davvero poetico ma non so perché la storia non mi ha convinta del tutto... :-(

      Elimina