Elenco blog personale

lunedì 28 novembre 2016

Recensione Once upon a zombie- Il colore della paura.



Titolo: Il colore della paura
Serie: Once upon a zombie
Autore: Billy Phillips & Jenny Nissenson
Genere: Fantasy
Prezzo: € 14,90
Pagine: 350
Voto: 9

Trama:

Impiegabili avvistamenti nei cimiteri di tutto il mondo... Il sito web unexplainablenews.com ha riferito di strani fenomeni avvenuti nei cimiteri di Scozia, Germania, Italia e Stati Uniti. Solo una persona sa cosa sta accadendo... e perché! L'individuo in questione conosce anche l'unica ragazza potenzialmente in grado di impedire una terribile, imminente catastrofe. Ma ci riuscirà? Fiato poco, paura tanta... Quando la mamma di Caitlin Fletcher scomparve (o se ne andò?) quattro anni prima, anche tutto l'ossigeno del mondo sembrò svanire con lei, o almeno così parve a Caitlin. Da allora Caitlin soffre di attacchi d'ansia che la lasciano senza fiato. E il recente trasferimento a Londra con il papà e la sorellina cervellona minaccia di portare con sé nuove situazioni di panico. Ormai Caitlin va in ansia alla sola idea... di poter andare in ansia! Un tormentoso viaggio in un'altra incredibile dimensione... La vita di Caitlin prende una piega bizzarra quando si ritrova costretta con l'inganno a calarsi in una "tana di coniglio" che la condurrà in un universo fatato, assolutamente meraviglioso... be', se non brulicasse di selvaggi zombie con gli occhi iniettati di sangue! 

Recensione:

Premetto che non conoscevo la serie tv Once upon a zombie e quindi non avevo idea di cosa parlasse la storia. Ho comprato questo libro perché mi sono innamorata della copertina dai toni decisamente gotici e misteriosi, e voi sapete quanto io amo queste cose! Potevo forse resistere? Direi di no...inoltre è capitato a fagiolo proprio per Halloween! ;-)
Già alle prime pagine sono stata catturata letteralmente dalla storia, mi sono immersa appieno nella storia di Caitlin e non l'ho più mollato finché non l'ho terminato.
Caitlin è un personaggio piuttosto complicato, pieno di paure, ansie e fobie, insomma non è certo l'eroina che tutti si aspetterebbero di vedere. Devo ammettere che come protagonista non mi ha convinta più di tanto, io preferisco le protagoniste “cazzute”, quelle forti e determinate e con lei non sono entrata in sintonia purtroppo.
Ma ciò non toglie affatto che il libro mi sia davvero piaciuto tantissimo.
Personaggio che mi ha attratto maggiormente è Natalie, la sorellina sapientona e decisamente più coraggiosa della sorella, l'ho trovata originale e molto acuta.
Però vorrei concentrarmi sulle vere “star” del libro, ovvero le principesse zombie: Raperonzolo, Biancaneve, Cenerentola e la Bella addormentata.
Sono loro le vere protagoniste secondo me, quelle che danno una svolta all'intera storia rendendola unica.
Prima fra tutti Raperonzolo che qui viene rappresentata come una leader, carismatica e con una soluzione per ogni problema. Rispecchia perfettamente la mia immagine di eroina perfetta che sotto la corazza nasconde un cuore grande come il mondo.
È lei che trova sempre il modo per uscire dai guai studiandone una più del diavolo.
Biancaneve è invece quella più delicata, più compassionevole delle quattro e devo ammettere che non mi è piaciuta più di tanto visto che io non amo il sentimentalismo portato allo stremo.
La bella addormentata beh...come si può descrivere una che si addormenta nel bel mezzo di una scalata??? direi che l'aggettivo che meglio le si addice è: singolare.
Ma arriviamo a Cenerentola... dovete sapere che io ho sempre trovato molto antipatica questa particolare principessa Disney che è anche una delle più popolari, ma qui gli autori si sono davvero superati annullando tutti quei lati mielosi che me la facevano odiare e l'hanno resa una buffissima zombie affamata, non vi dico le risate che mi sono fatta leggendo.
Insomma, l'hanno trasformata in una rozza ragazzotta sempre pronta a menare le mani quando occorre e con una lingua tagliente come pochi. Divertentissima davvero!
Mi spiace un po' che la Sirenetta, invece, abbia avuto una piccolissima parte, mi sarebbe piaciuto molto che fosse più presente ma magari sarò accontentata nel secondo volume??? chi lo sa.
Spero che esca prestissimo perché non vedo l'ora di leggere cosa succederà alla dolce Alice del Paese delle Meraviglie.
Once upon a zombie è una lettura secondo me da fare assolutamente perché originale, a tratti buffa, a tratti emozionante, che mi ha fatto sognare mondi nuovi e paesaggi dark proprio come piacciono a me.
E poi lo ammetto, voglio sapere se Jack e Caitlin proseguiranno la loro storia d'amore!
Tirando le somme cari lettori, l'ho trovato davvero un libro avvincente, il degno inizio di quella che penso sarà una serie.

Le frasi più belle tratte dal libro:

Lei evitava tutto ciò che la spaventava.


Il sole splende sempre, anche quando le nuvole lo oscurano. Invece di inseguire la luce trova le nuvole che la nascondono.

Bene amici lettori, per oggi il post è concluso, ci leggiamo domani! 😘

2 commenti:

  1. Spero davvero di metterci su le mani prima o poi, mi ispira troppo *O*
    Purtroppo è stata troncata in italiano, ma se non l'hai ancora letto ti consiglio Monster High, di Lisi Harrison :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Seli!
      Se c'è una cosa bella la troncano sempre :-(
      sarò felice di leggere Monster High che non conosco per niente e a cui voglio dare un'opportunità.
      Grazie del consiglio e un abbraccio.

      Elimina