Elenco blog personale

martedì 31 ottobre 2017

Recensione Una presenza in quella casa.

Ciao a tutti amici lettori, come state?
Per festeggiare Halloween io e la dolcissima Seli di Ombre Angeliche abbiamo deciso di recensirvi un libro adatto alla serata quindi passate anche da lei, mi raccomando!
Buona lettura.

Recensione.

Copertina Una presenza in quella casaTitolo: Una presenza in quella casa
Autore: Paige McKenzie
Casa editrice: Giunti
Prezzo: € 16,00
Genere: Horror/sovrannaturale
Pagine: 301
Voto: 8
Trama:

Tutto comincia nel 2010, quando una sedicenne simpatica e carina posta su YouTube un brevissimo filmato e confessa il sospetto che nella sua casa ci siano i fantasmi. Nel giro di pochi anni la serie di brevi filmati che la vedono protagonista diventa virale. Una presenza in quella casa, ispirato alla serie web che ha già fatto tremare così tanti amanti del genere horror e non solo, è il primo romanzo della giovanissima Paige McKenzie.
Nella nuova casa di Sunshine – questo il soprannome della ragazza – si avverte qualcosa di inquietante: oggetti che si spostano, risatine nel cuore della notte, ombre misteriose nelle foto che scatta... La madre adottiva, con cui Sunshine ha un rapporto aperto e affettuoso, insiste nel dire che è tutto frutto di immaginazione e comincia a comportarsi in modo sempre più incomprensibile. C'è solo una persona che dà credito ai timori di Sunshine: Nolan, un compagno di liceo che condivide la sua passione per la fotografia ed è disposto ad affiancarla per studiare i vecchi casi di cronaca nel tentativo di capire cosa stia davvero succedendo. La tensione sale inarrestabile e le cose peggiorano quando le risatine si trasformano in urla e singhiozzi. Cosa nasconde quella casa? Sunshine è in preda al terrore, ma deve farsi forte se vuole salvare la madre da una sorte peggiore della morte.
Recensione:

Riesco solo a vedere la bambina, l'abito scuro vecchio e logoro, che gioca a campana sul pavimento. E di nuovo la sento ridere. La risata di un bambino non mi è mai sembrata così inquietante.”

Avevo tanto sentito parlare di questo libro che mi sono incuriosita a tal punto da acquistarlo alla veloce e leggerlo ancor più velocemente.
Come sapete amo l'horror e quindi non potevo proprio non finire per amare questo libro.
Il fatto che il tutto sia iniziato con un video su You Tube postato dall'autrice, la quale sospettava di essersi trasferita in una casa infestata dai fantasmi, era lo stimolo che mi ci voleva per gettarmi a capofitto in questa storia da brivido.
La McKenzie è riuscita a creare una storia che fa venire i brividi ma che, a tratti, è divertente, fresca e che assomiglia ad una nuova serie urban fantasy, seppur dai tratti gotici.
Insomma, il mio pane quotidiano!
Sunshine è una ragazza di 16 anni, ma non una ragazza qualunque: lei è una luiseach, ovvero ha il potere di aiutare gli spiriti a passare nell'aldilà.
Si, assomiglia vagamente alla serie tv Ghost Whisperer ma vi assicuro che è tutta un'altra storia.
In realtà Sunshine scopre i suoi poteri a poco a poco, tra misteri e persone particolari che entrano nella sua vita.
Mi è sempre piaciuta l'idea che esistano i fantasmi e non faccio affatto fatica a credere nella loro esistenza, quindi sono riuscita ad entrare nella storia e a farmi coinvolgere.
Ho adorato in particolare la bambina fantasma che infesta la casa, mi ha fatto prendere dei begli infarti ma alla fine si è rivelata molto meno inquietante rispetto all'inizio ma non vi posso certo dire il perché.
Sebbene il fattore pauroso sia ben sviluppato e coinvolgente, purtroppo l'aspetto romantico lascia un po' a desiderare...
come ogni libro che si rispetti ha la sua bella storia d'amore, ed io mi aspettavo molto da Nolan e Sunshine ma...beh se pensate che succeda qualcosa fra loro, sappiate che non succede, o almeno non in questo primo volume di quella che dovrebbe essere una trilogia.
Non mi resta che acquistare quindi il secondo volume ovvero Il risveglio di Sunshine mi pare che si intitoli, e vedere se finalmente ci sarà oppure no una svolta nella loro storia amorosa.
Sunshine è una delle poche protagoniste femminili che è riuscita a colpirmi in qualche modo, è ostinata, forte ma anche sensibile e un pizzico strana...insomma proprio il personaggio che piace a me.
Ha inoltre una passione per le cose antiche, per la fotografia e per gli animali impagliati e vestiti vintage. È una ragazza solitaria e un po' impacciata che mi ha fatto subito tenerezza anche per il fatto che è stata abbandonata appena nata e adottata da Kat, una donna che appena l'ha stretta fra le braccia l'ha amata con tutto il cuore.
Nolan, dal canto suo, è un buon personaggio maschile anche se non riesco bene ad inquadrarlo del tutto, è gentile, protettivo e un po' strano anche lui, il classico principe azzurro pronto a difendere e sostenere la sua principessa in ogni occasione e sopratutto a credere senza batter ciglio ad una ragazza conosciuta da poco che ti dice di essere perseguitata da un fantasma.
Non lo vorreste anche voi un amico così?

Venendo quindi alla conclusione direi che Una presenza in quella casa è un bellissimo libro che conquisterà chi come me ha una passione per l'horror e le storie che ti mozzano il respiro e fanno battere il cuore all'impazzata.


4 commenti:

  1. Anche io ho una passione per l'horror... quindi credo che questo libro potrebbe piacermi!
    Un abbraccio!

    Nuovo post sul mio blog!
    Ti aspetto da me se ti va!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Devo assolutamente prenderlo, è da troppo tempo che ce l'ho in WL! Il fatto che non ci sia una storia d'amore particolarmente forte mi piace :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho trovato bellissimo :) Mi saprai dire.
      Devo recuperare il secondo volume, voglio sapere che succede dopo.

      Elimina