Elenco blog personale

sabato 14 ottobre 2017

Recensione La figlia del destino + Nel cuore della foresta.

sutherland tui t. - nel cuore della foresta. i regni del fuoco 3Titolo: Nel cuore della foresta
Serie: I regni del fuoco #3
Autore: Tui T. Sutherland
Prezzo: € 15,00
Genere: Fantasy
Pagine: 359
Casa editrice: Il Battello a vapore
Voto: 8

Trama:

I draghi del destino non sanno cosa aspettarsi dal misterioso Regno della Foresta. Le antiche pergamene rivelano molto poco dei suoi abitanti. Sotto la guida attenta di Glory, i cinque amici si sono spinti fino ai margini della foresta pluviale e hanno scovato le prime tane degli Ali di Pioggia nascoste tra le cime degli alberi secolari. In apparenza nel villaggio la vita procede tranquilla, ma qualcosa non torna... da qualche tempo si verificano strane sparizioni di cui nessuno sembra preoccuparsi, nemmeno la regina. E se l'intervento di Glory e dei suoi compagni trasformasse il pacifico Regno della Foresta nel teatro della più feroce delle guerre?

Recensione:

È ufficiale: mi sono innamorata di questa saga draghesca!
Ormai non so più decidermi su quale sia il mio drago preferito perché ognuno ha un carattere particolare e delle caratteristiche che finiscono per conquistarmi ad ogni nuovo libro.
Pensavo che il drago più “cazzuto” fosse Tsunami ma in Nel cuore della foresta ho scoperto una Glory anche più tosta a dispetto della natura pacifica degli Ali di pioggia.
Come già saprete questo 3° volume della saga è dedicato al drago Glory, l'unica che non c'entra nulla con la profezia (per ulteriori informazioni cercate nella rubrica Recensioni la recensione di La profezia dei 5 draghi) e che per questo si sente fuori posto e inferiore agli amici.
Detta così può sembrare un personaggio debole e lagnoso ma, vi posso assicurare che non vi potreste sbagliare di più nel giudicarla così.
Glory tira fuori un carattere da dura che non avete idea, sebbene sia meno portata al litigio e al combattimento si può reputare benissimo una tosta.
Nel corso della storia tira fuori coraggio, intelligenza, intraprendenza, altruismo e generosità, cosa che non si sarebbe detta valutando la sua descrizione nei volumi precedenti. Glory è sempre stata descritta come la più distaccata, vanitosa e menefreghista del gruppo, con le sue freddure mi era perfino risultata antipatica, ma è proprio vero che ogni personaggio ha la sua evoluzione ed è capitato anche a lei.
Nel cuore della foresta è quello che si dice un libro in cui la storia giunge ad un punto critico dove mistero e strani rapimenti cercano una soluzione ed è proprio Glory, aiutata dagli immancabili Clay, Tsunami, Starflight e Sunny, a svelare tutti i misteri con arguzia e coraggio.
La storia è piena di colpi di scena, ma anche momenti di tenerezza e di vera amicizia in cui finalmente anche Glory si rende conto di tenere ai propri amici, prende fiducia in se stessa e trova la forza di combattere per il proprio destino e per quello dell'intera Phyra.
Cosa si può immaginare di meglio che una popolazione di draghi pacifici e coloratissimi in una foresta pluviale piena di fiori esotici e frutti succosi?
Gli Ali di pioggia sono un po' i pacifisti e sensibili tra le varie tipologie, la loro calma e il profondo rispetto per gli altri esseri viventi è quasi commovente.
Trovo che Glory rappresenti chi come lei si sente da sempre fuori luogo, chi che diventa cinico solo per mascherare la propria insicurezza, che mette un muro tra se e gli altri per evitare di rimanere ferita.
Proprio per questo ha cominciato a piacermi tanto e so per certo serberà altre mille sorprese prima della tanto attesa fine della saga.
Non vedo proprio l'ora di tuffarmi nel prossimo volume dedicato ai misteriosi ed affascinanti Ali di notte, la tipologia di drago più potente e oscura di tutte.


Titolo: La figlia del destino (spin off)
Serie: I regni del fuoco
Autore: Tui T. Sutherland
Prezzo: € 1,90
Genere: Fantasy
Pagine: 61
Casa editrice: Il battello a vapore
Voto: 7

Trama:

Le tribù dei draghi sono state in guerra per generazioni, secondo un'antica profezia solo cinque cuccioli di drago cresciuti come fratelli, chiamati all'estremo sacrificio, potranno riportare la pace nel Regno...

Recensione:

Non essendo un vero e proprio libro a se, ma bensì un approfondimento della storia principale, non posso certo dirne molto ma ci provo lo stesso.
Questa è la storia di Feryn, sorella di Starflight, o meglio penso sia l'incipit di qualcosa che succederà nel volume L'oscuro segreto, nonché 4° volume della serie.
O almeno così ho pensato quando l'ho letto.
Inutile dirvi che sono curiosissima di leggere L'oscuro segreto perché pare che molti nodi verranno finalmente al pettine.
Dovete sapere che gli Ali di Notte sono la tipologia di drago che preferisco in questa serie e quindi mi aspetto davvero tantissimo dal volume dedicato a loro.
Come ogni spin off queste 61 pagine non sono ne carne ne pesce ma vi assicuro che fanno bene il loro lavoro, ossia, accrescere la curiosità del lettore donando spunti e dubbi, mettendo la pulce nell'orecchio e aprendo scenari decisamente nuovi riguardanti la storia effettiva.
Feryn inoltre è un personaggio che può apparire antipatico, superbo, egocentrico e spavaldo ma secondo me riserberà molte sorprese.

Per tutti questi motivi ho dato un bel 7 a questo piccolissimo libricino.

Nessun commento:

Posta un commento