Elenco blog personale

domenica 3 marzo 2019

Recensione Il castello tra le nuvole.


Risultati immagini per Il castello tra le nuvole tramaTitolo: Il castello tra le nuvole
Autore: Kerstin Gier
Genere: Giallo / sovrannaturale
Pagine: 343
Prezzo: 18,60
Casa editrice: Corbaccio
Voto: 7/10

Trama:

Che diciassette anni sia un'età meravigliosa lo dice solo chi li ha passati da un pezzo. Lo sa bene Fanny Funke che nella sua vita improvvisamente non ha trovato più niente che andasse per il verso giusto: amici, genitori, scuola... Al punto da decidere di mollare tutto e di andare a fare uno stage in un albergo. Di sicuro però non sapeva dove sarebbe finita nel luogo più sperduto delle Alpi svizzere in un Grand Hotel indubbiamente suggestivo ma chiaramente in rovina e con una clientela a dir poco variegata, fra oligarchi russi, industriali americani, scrittori di gialli, attrici, ex atlete olimpioniche e, per fortuna, almeno un paio di bei ragazzi. E dove, in qualità ultima arrivata, le tocca subire le angherie di alcune colleghe, le pretese tiranniche del proprietario e l'irritante comportamento dei bambini ai quali deve fare da babysitter. Ma quella che minaccia di diventare una faticosissima routine, si tramuta ben presto in una straordinaria avventura, quando l'atmosfera festosa dell'hotel viene stravolta da un tentato rapimento, che farà capire a Fanny di chi può veramente fidarsi e che cosa cerca veramente nella vita...

Recensione:

Dopo aver letto la trilogia delle gemme ed esserne rimasta soddisfatta, ho deciso di leggere questo nuovo libro della Gier, prima di avventurarmi nella trilogia Silver.
Il castello tra le nuvole non è un fantasy, non vi sono mondi incantati o paralleli ma vi è comunque un pizzico di sovrannaturale che mi ha decisamente affascinata.
Sebbene i gialli e i thriller siano generi che leggo poco, mi sono lasciata piacevolmente trasportare da questa storia misteriosa e intrigante.
Forse l'ho apprezzato grazie alla leggerezza dello stile della Gier, che riesce sempre a creare personaggi piuttosto buffi e a rendere i suoi libri in qualche modo magnetici e per nulla noiosi.
Ok, dalla copertina e dal titolo mi aspettavo qualcosa di differente ma, ammetto, che non ne sono rimasta affatto delusa, ma anzi mi ha lasciato un buon ricordo ed ha aiutato la Gier a salire nella classifica dei miei autori preferiti.
Mi sono immedesimata abbastanza nella protagonista Fanny Funke, che, stranamente dal solito, mi è risultata simpatica, intraprendente, un filo pasticciona ma tanto coraggiosa. Insomma, una ragazza perfettamente umana e piuttosto vicina a quella che può essere una ragazza qualunque (una di noi insomma).
Sebbene Fanny abbia una vita piuttosto piatta e normale, da quando mette piede al Castello tra le nuvole, tutto prende una piega decisamente più interessante.
Innanzitutto, a movimentare le cose arrivano due gran bei ragazzi: Ben e Tristan.
Ben è il classico principe azzurro, educato, gentile, galante, di una fine bellezza ed eleganza, il classico tipo che fa innamorare le ragazze romantiche.
Tristan invece, è un gran bel ragazzo dai tratti asiatici, misterioso, sfrontato e decisamente sexy.
Inutile dire che io mi sono perdutamente “innamorata” di questo personaggio: ovvero il terzo incomodo.
Non è una novità per me, visto che finisco sempre per farmi rubare il cuore dal rivale di turno.
Però devo ammettere che nemmeno Ben era malaccio come personaggio maschile, anche qui la Gier ha decisamente buon gusto.
Ma la cosa che più mi ha catturata è il fatto che, fra presunte “presenze” che aiutano la protagonista e pericolosi rapitori di bambini sono arrivata alla pagina finale in men che non si dica, con la trepidazione di scoprire finalmente l'identità dei rapitori e scagionare così i presunti possibili colpevoli.
Insomma amici lettori, tirando le somme e facendola breve, direi che Il castello tra le nuvole non è un opera d'arte e non vi farà emozionare fino alle lacrime, però vi accompagnerà piacevolmente per alcuni giorni di puro mistero in cui vi scervellerete per trovare i responsabili del misfatto.
L'ambientazione un po' gotica inoltre aiuterà a calarsi perfettamente in una storia inquietante e allo stesso tempo ironica.

MiniCry dice:

Una storia misteriosa ed appassionante che mi ha piacevolmente colpita.
Un thriller/sovrannaturale che mi ha fatto scorrere le pagine di volata per vedere come andava a finire.”

7 commenti:

  1. Io adoro tutti i libri di questa autrice, non vedo L'ora di leggere anche questo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me la Gier piace, devo però leggere ancora la trilogia dei sogni. Tu l'hai letta?

      Elimina
    2. Si l'ho letta e mi è piaciuta veramente molto! Te la consiglio

      Elimina
    3. Ce l'ho in libreria quindi penso la leggerò presto. Grazie del tuo parere ;)

      Elimina
  2. Questo libro lo comprerei anche solo per la copertina. Grazie e buon pomeriggio.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti ha una copertina bellissima.
      Buona sera cara Sinforosa.

      Elimina
  3. Ciao!
Inutile dire che ci sono libri migliori della stessa autrice. Personaggi carini, solito umorismo travolgente e una protagonista tostissima, ma manca qualcosa o sbaglio? Sarà questo triangolo accennato, sarà che i libri precedenti sono favolosi (almeno per me)… Carino, ma nulla di più!
    Un abbraccio, Rainy
    PS: la mia recensione

    RispondiElimina