Elenco blog personale

mercoledì 18 luglio 2018

Recensione Il potere di Arishat.


Risultati immagini per il potere di arishatTitolo: Il potere di Arishat
Serie: Pandora #4
Autore: Licia Troisi
Casa editrice: Mondadori
Prezzo: € 18,00
Genere: Fantasy
Pagine: 424
Voto: 8/10


Trama:

Samael ha posseduto Sam, il ragazzo di cui Pam è perdutamente innamorata, e ora il più potente degli Angeli della Morte è sotto il dominio della Medium S.p.A., una società determinata ad asservire il demone e i suoi malvagi sodali a un terribile disegno. Mentre ogni speranza sembra perduta, una donna misteriosa entra in scena: è l'Acrobata, una guerriera dall'oscuro passato alla ricerca delle Ali della Morte, un oggetto che potrebbe rovesciare le sorti della battaglia. Il manufatto è custodito nel ventre di un'antichissima roccia, dove da secoli un mentore attende Pam. Ma le sue parole sono un enigma che solo Pam può risolvere: riuscirà il prodigioso bracciale a "conciliare ciò che è in conflitto"?
Come nel mito di Pandora, nel capitolo conclusivo della saga fantasy dal cuore dark Pam dovrà misurarsi con i demoni che lei stessa ha liberato, ma soprattutto scoprire l'unica arma in grado di sconfiggerli per sempre.

Recensione:

Non è la capacità di non sbagliare mai a fare un leader, ma quella di rialzarsi dopo un errore, ed essere in grado di guidare gli altri anche quando si è in dubbio, anche quando si è distrutti.”

Si può cercare di aiutare qualcuno, gli si può tendere una mano, ma arriva sempre il momento in cui quel qualcuno deve fare qualcosa per tirarsi fuori dal pozzo. Senza la volontà di salvarsi, non c'è aiuto che regga.”


Ragazzi, che tristezza quando metti la parola fine ad una serie che ti ha accompagnato per qualche anno...è con malinconia che sono arrivata alla fine di Pandora, la saga demoniaca firmata Licia Troisi.
Da una parte però sono anche contenta perché posso spuntare almeno una delle mie mille serie iniziate!
Il 3° volume mi aveva lasciato con un Pam distrutta per la morte apparente di Sam, la cui anima era stata risucchiata dal potente Angelo della morte Samael.
Ero quindi un po' depressa anche io, non volevo proprio credere che un personaggio tanto importante come Sam ci avesse lasciato le penne...e infatti non era così.
Il potere di Arishat è il capitolo finale ed è una bomba, credetemi sulla parola.
Finalmente è arrivato il tempo di combattere, l'Apocalisse è arrivata e il bene e il male si scontrano senza esclusione di colpi.
Dalla parte del bene troviamo quindi Mara, Vanessa/Sara, Lia, Le Funambole, Gabriel (l'unico angelo demoniaco dalla parte del bene) e Pam l'Apriporta, colei che da sola può mettere fine a tutto questo caos.
Dalla parte del male troviamo invece gli Angeli demoniaci guidati dal “re” Samael, Mashbir, Kapziel, Mashhit, Hemah e l'ambizioso Oreste Roggero.
Ma in questo libro non vi è solo la battaglia tra bene e male, nel corso della lettura si scoprono le origini del legame che lega Pam/Arishat (Pam non è altri che una delle reincarnazioni di Arishat) a Sam/Shulman/Samael (Sam è il corpo in cui Samael si è insidiato e Shulman era il corpo in cui il demone si era reincarnato millenni fa) ed è proprio per questo che mi è piaciuto tanto.
Adoro quando si salta nel passato per scoprire gli inizi ;)
Inoltre vado pazza per l'argomento Reincarnazione e quindi mi affascina molto leggere di vite passate, in particolare questo punto mi ha fatto ripensare a Fallen, altra famosa saga in cui si parla di vite passate.
Ma come dicevo, finalmente i nodi vengono al pettine e i buoni si trovano a giocarsi il tutto per tutto per salvare il mondo, nonostante il libro sia pieno d'azione, la Troisi ha trovato il modo di inserirvi momenti romantici, profondi e toccanti che ho apprezzato moltissimo.
Ovviamente non posso dirvi tutto o vi toglierei il piacere di leggerlo ma vi posso accennare che un altro amore sboccia, un amore per cui ho sofferto tantissimo, ahimè.
Bellissima anche la riscoperta di legami come l'amicizia e la famiglia.
Il potere di Arishat è stato un ottimo modo per scavare nella vita di alcuni personaggi come Lia per esempio, l'ex Funambola tosta e combattiva oltre che fredda e determinata che in questo libro mi ha conquistata letteralmente, mi sono sentita molto simile a lei e sono riuscita quindi a capirla.
Anche Gabriel si lascia conoscere maggiormente, così come Samael, finalmente sono riuscita a vedere il lato “umano” di questo terribile Angelo della morte.
Mi dispiace solo che Sam non sia praticamente presente, visto che è uno dei miei personaggi preferiti dell'intera serie.
E poi veniamo a lei, la protagonista darkettona Pandora detta Pam. In realtà questo personaggio non mi era entrato nel cuore come altri personaggi usciti da altre serie della Troisi, ma sono riuscita ad apprezzarla ugualmente.
La sua forza e fragilità insieme mi hanno portato ad ammirarla e sostenerla finendo per farmi affezionare a lei.
Vorrei parlarvi del finale ma...proprio non posso!
Chiuderò dicendo che alcune cose le avrei cambiate, ma per il resto l'ho adorato e mi ha fatto ancora ripensare a Fallen (che sapete ho amato tanto).
E così Pandora è arrivata alla fine, è stata una bella avventura tutta italiana che consiglio a tutti gli amanti del fantasy e, in particolare, ai fans di Licia Troisi.


2 commenti:

  1. Ho appena finito di leggere 'Il potere di Arishat' dopo aver iniziato questa saga un paio di mesi fa. Nel complesso l'ho trovata una saga veramente stupenda, una delle migliori che abbia mai letto. Anche il finale mi è piaciuto tantissimo, e devo ammettere che Licia Troisi mi ha stupito in positivo. Penso che prossimamente leggerò altre sue opere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusami se ti rispondo con così tanto ritardo!
      Licia Troisi è una delle mie scrittrice preferite in assoluto e trovo la saga di Pandora davvero carinissima.
      Un abbraccio

      Elimina