Elenco blog personale

lunedì 9 luglio 2018

Doppia recensione Fairy Oak.


Fairy Oak - Gli incantevoli giorni di Shirley (vol.5)Titolo: Gli incantevoli giorni di Shirley
Serie: Fairy Oak i 4 misteri
Autore: Elisabetta Gnone
Casa editrice: Salani Editore
Prezzo: 14,90
Genere: Fantasy per ragazzi
Pagine: 261
Voto: 8/10
Trama:

A Fairy Oak è
finalmente giunta la primavera. L’aria profuma di narcisi, di giornate lunghe e di giochi. Ma anche di pioggia. E infatti piove, diluvia, grandina perfino! Per lunghi, interminabili giorni. Meno male che c’è Shirley Poppy a sollevare gli animi dei giovani del villaggio, con un nuovo, intricato mistero. Nascosto nel laboratorio di sua zia, infatti, la giovane e potentissima strega ha trovato un ricettario molto, molto strano. Non di uova e di farina si fa cenno nelle antiche pagine sgualcite, ma di spade di sale, di pezzi di cielo, di cuori di pietra e di un segreto, il Segreto del Bosco. Decisa a scoprire di cosa si tratta, Shirley coinvolge le gemelle Vaniglia e Pervinca e tutta la Banda del Capitano in una serie di mirabolanti avventure. Sarà pericoloso, i ragazzi lo sanno, ma ciò che vedranno e impareranno li ripagherà di ogni ferita e paura. Per sempre.

Recensione:

Si può ingabbiare un uccellino, ma non la sua voglia di volare. Si può chiudere in una scatola una fotografia, ma non impedire al ricordo di seguirci. Si può mettere un cane alla catena, ma non fargli dimenticare la libertà. E se provi a fermare l'acqua...”

E sono ritornata a Fairy Oak con Shirley, Pervinca, Vaniglia, Grisam e tutti gli altri, ho “vissuto” un'altra avventura e sono pronta a parlarvene.
Il secondo dei quattro misteri di Fairy Oak ruota intorno alla potente streghetta dotata dell'Infinito Potere (significa che ha sia il potere della luce che quello del buio) Shirley.
A sto giro la ormai conosciuta Banda si ritrova a dover svelare un segreto, il segreto del Bosco.
Tutto inizia quando la rossa Shirley trova un ricettario alquanto strano le cui ricette non parlano di uova, farina o frutta, ma bensì di misteriose spade di sale, gocce di sangue e lacrime.
Non sarà facile per i nostri eroi svelare gli arcani misteri ma, unendo le forze e le menti, arriveranno a sciogliere anche l'ultimo nodo e svelare finalmente il segreto del Bosco che Canta.
Sarà molto importante per Shirley che, per una pura casualità, si ritroverà a risolvere l'ultimo mistero da sola, o meglio aiutata solo da una piccola lumachina di mare.
In questo libro si parla di magia, la più potente, di amicizia, di amore e del legame che tutti noi dovremmo avere con la natura.
Inutile dire che Shirley è sempre stata una dei miei personaggi preferiti proprio per la sua sensibilità e per il suo attaccamento alla natura, la trovo molto simile a me, sebbene io sia decisamente meno “stramba”.
Vi ho già parlato del mio amore per il mondo di Fairy Oak e della mia ammirazione nei confronti della Gnone, ma, ad ogni nuovo volume che leggo, il mio affetto per questa serie e per i personaggi aumenta in modo pauroso.
Ho quindi paura di avvicinarmi all'atto finale e dover dire addio a Fairy Oak... ormai mi mancano solo due volumi ahimè!
Che dire di più? Non vedo l'ora di leggere Flox sorride in autunno e scoprire quale sarà l'avventura che coinvolgerà la tanto amata Banda.



Fairy Oak- Flox sorride in autunno (vol. 6)Titolo: Flox sorride in autunno
Serie: I quattro misteri di Fairy Oak
Autore: Elisabetta Gnone
Casa editrice: Salani editore
Prezzo: 14,90
Genere: fantasy
Pagine: 279
Voto: 8/10

Trama:

Succede sempre così, un giorno di settembre, qualcuno commette una stranezza più strana delle solite stranezze,e da quel momento, per un mese, a volte due, da Fairy Oak è bandita la normalità. La chiamano La Danza delle Follie di Stagione. È esilarante quel che avviene in quei giorni e bellissimo, perché ciascuno sembra dare davvero il meglio di sé quanto a fantasia, forza, abilità e... stravaganza. Anche gli alberi non scherzano, l’intera Valle sembra stregata. E Flox ha una teoria al riguardo: basta guardare gli occhi di chi danza per capire che...Lasciamolo dire a Flox, questo mistero lo svelerà lei, la ragazza arcobaleno,l’amica del cuore di Vì e Babù. Questa storia è dedicata a lei e all’amicizia, quella che ovunque ti volti te la ritrovi davanti e qualche volta ti lascia i lividi.E non solo sulla pelle...

Recensione:


Il mese scorso mi ero fatta trasportare dalle avventure di Shirley e ne ero rimasta affascinata, così tanto che non ho saputo attendere molto prima di tuffarmi in un'altra storia di Fairy Oak.
Ed ecco quindi che mi sono lasciata incantare dall'avventura di un'altra dolce protagonista della serie: Flox, la sensibile, l'amante dei colori, colei che riesce a dare un colore perfino al vento.
È tempo di misteri a Fairy Oak e la nostra amata Banda si mette sulle tracce di un oscuro personaggio che pare nascondersi nei sotterranei della scuola.
Nel frattempo nell'intero paese si scatena, quella che Flox chiama l'ondata di follie autunnali, e sono follie davvero strambe!
Il primo fra tutti è il burbero nonnetto McDale che, un bel giorno, decide di trasferirsi sul tetto, proprio nel mezzo del nido della cicogna e da lì inizia ad osservare attentamente ciò che succede all'interno del paese.
In mezzo a tutto questo trambusto Flox, Pervinca e Vaniglia, per riparare ad un guaio che hanno abilmente combinato, studiano una sorta di piano per auto-punirsi che le porterà a trarne grande vantaggio e una lezione sull'amicizia davvero importante.
Ma pensate davvero che sia tutto finito qui? No, affatto perché la banda, aiutata dall'intero paese, dovrà consolare il timido e introverso Martagon per una questione piuttosto seria...
insomma amici lettori, ne succedono delle belle durante l'autunno a Fairy Oak ma tutto si risolverà per il meglio prima che arrivi l'inverno.
Come sempre ho adorato i personaggi di Pervinca e Grisam che sono i miei preferiti in assoluto, ma, alla lista si è aggiunta anche Flox.
La simpatica ragazzina mi piace per la sua spensieratezza e per la sua sensibilità, si direbbe una bambina superficiale e con la testa tra le nuvole, ma è invece dotata di una profonda saggezza e di un'intelligenza vispa che la porta ad percepire cose che gli altri non possono vedere.
Inoltre adora i colori ed è un'artista, cosa che si avvicina molto alla mia indole
sensibile e creativa.
Flox sorride in autunno è un racconto perfetto per l'autunno e lo stile della Gnone è davvero meraviglioso, pochi scrittori sono capaci di riuscire a far entrare il lettore nella storia come lei. Ogni volta che leggo un suo libro è come se fossi teletrasportata in un altro mondo, riesco a percepire persino il profumo del bosco, il cinguettare degli uccellini e il profumo dei fiori, è incredibile, davvero.
Ora quindi sono curiosa di leggere l'ultimo mistero, Addio Fairy Oak...ma non sono per niente pronta ad abbandonare definitivamente questo mondo :(





2 commenti:

  1. Ciao! è tanto tempo che sento parlare di questa saga...anche se è per "ragazzi" mi incuriosisce, prima o poi la leggerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la consiglio, è davvero meravigliosa ;)

      Elimina