Elenco blog personale

giovedì 18 aprile 2019

Il ventaglio scarlatto.


Il ventaglio scarlatto

Titolo: Il ventaglio scarlatto
Autore: Kyoko Kumagai
Genere: Fantasy
Volumi: 12
Prezzo (di un volume singolo): €4,30
Voto: 7/10
Trama:
Miku è una ragazza che in vita sua non ha mai conosciuto la paura, in nessuna occasione... Questo fino al giorno in cui non inizia, senza volerlo, a entrare in contatto con spiriti malvagi intenzionati a ucciderla. Fortunatamente a proteggerla interviene Ryo, un ragazzino apparentemente deboluccio e imbranato, che si rivela essere però un abilissimo esorcista. Il suo nuovo alleato è pronto a difenderla a qualunque costo!
Il mio pensiero:
Prima di tutto voglio spendere due parole sulle copertine dei singoli volumi: sono a dir poco meravigliose e trovo molto carina l'idea di inserire ogni due volumi un tipo di fiore diverso.
In libreria fanno davvero un figurone e, ammetto, che ho comprato questa serie perché sono rimasta incantata dalle copertine.
La storia di per sé ha qualcosa di intrigante, il tema degli esorcismi mi ha sempre affascinata moltissimo e quindi mi ci sono buttata a capofitto.
Miku all'inizio è un personaggio cazzutissimo e tosto, talmente tanto da farmi dire:”Ma dai, vuoi dirmi che finalmente ho trovato una protagonista femminile che non mi dà l'orticaria?”
ecco...beh non è stato proprio così.
Sebbene all'inizio sia tostissima, già dal 3° volume diventa sdolcinata e piagnucolosa, uffa!
Stessa cosa per Ryo, il personaggio maschile che è già da diabete dal primo momento, troppo dolce e “vecchio dentro” per entrare nei miei gusti.
Questa cosa che i personaggi non mi siano andati a genio al 100% ha frenato un po' il mio entusiasmo.
Comunque sia Miku, fino ad ora, è l'unico personaggio femminile,assieme a Sango (ma assolutamente imparagonabile a lei) più simpatico che ho trovato nei manga, è già qualcosa.
Ryo c'è da dire che è molto carino ma manca di quella virilità che mi fa perdere la testa, sembra più un bambino che gioca a fare il grande.
La storia è affascinante e si dipana in modo ottimo, sono tante le cose che vengono fuori volume dopo volume rendendo la trama ricca e intrigante.
Ho apprezzato tantissimo anche l'argomento della reincarnazione (che da sempre mi affascina moltissimo) di Ryo e Miku che mi ha fatto ripensare all'amore eterno di Luce e Daniel, raccontato nella saga Fallen.
Però ecco, ho trovato che come coppia Ryo e Miku fossero davvero troppo sdolcinati e goffi, un po' immaturi e sempre imbarazzati per ogni minima cosa.
Ecco questa cosa mi ha reso un po' diffidente, non sono fatta per le storie zucchero e vaniglia io.
Nonostante questo penso sia un ottimo manga che si legge velocemente e ricco di azione e mistero.
Complessivamente lo consiglio a chi ama il genere romantico ma che abbia anche qualcosa di mistico all'interno.

MiniCri dice:

La storia è carina, e si svolge senza troppi intoppi. Ma la vera forza secondo me è lo stile di disegno e la trama intrigante.”

mercoledì 17 aprile 2019

Segnalazioni Il mistero di Virginia Hayley e Bestie d'Italia.


Titolo: Il mistero di Virginia Hayley
Autore: Alessio Filisdeo
Editore: NPS Edizioni
Genere: urban fantasy / gotico
Pagine: 194
Formato: cartaceo e digitale
Prezzo: 14 euro (cartaceo) / 2,99 euro (digitale)
ISBN: 978-88-31910-118 (cartaceo) / 978-88-31910-125 (digitale)
Uscita ufficiale: 1 marzo 2019 (ebook), 15 marzo 2019 (cartaceo).
Disponibile su tutti gli store di ebook
Disponibile su tutti gli store di libri, in libreria (distribuzione Libro.co) e sul sito NPS Edizioni
Quarta di copertina:
Londra. Autunno 1892.
Una serie di efferati delitti a sfondo rituale sconvolge la città e l’opinione pubblica.
Un investigatore oppiomane, un’elegante dama straniera, un americano dai modi spicci e un vecchio cacciatore aristocratico si ritrovano a indagare sull’omicidio della giovane Virginia Hayley, che Scotland Yard cerca pervicacemente di nascondere.
In una corsa contro il tempo, tra bassifondi degradati, sontuose sale da ballo e magioni infestate da antiche presenze, i quattro riluttanti compagni si ritroveranno invischiati loro malgrado in un inquietante complotto interno all’Impero Britannico, cercando al contempo di scongiurare il Crepuscolo di Ra e l’avvento del caos.

Estratto:
Qualunque organo governativo rappresentiate realmente, di qualunque società segreta o circolo facciate parte, dimenticate gli accadimenti connessi a Virginia Hayley. Inseguirli, e badate che questa non è una minaccia, vi distruggerà.
Il mondo, dicono, è un luogo oscuro e crudele. Credetemi, non volete sapere quanto in realtà sia ancora più oscuro e crudele.

Biografia autore:
Nato ad Ischia nel 1989, Alessio Filisdeo vive a Barano d’Ischia.
Comincia a scrivere racconti fantasy, e a tema supereroistico, a sedici anni finché, una bella notte, non si trova ad assistere per caso alla proiezione del film culto Intervista col Vampiro.
Sboccia immediatamente l’amore per la figura del vampiro aristocratico, per il genere gotico e per i grandi classici ottocenteschi. Il passo da fan del genere a fanatico cultore è più breve del previsto.
Conclude il suo primo romanzo storico a tinte sovrannaturali all’età di diciannove anni. C’è un solo problema: ormai i “vampiri di una volta” di cui ha scritto sono passati di moda.
Ma Alessio Filisdeo non demorde: destreggiandosi tra la passione per la scrittura e alcuni lavoretti part-time (confermando quindi lo stereotipo dello scrittore perennemente squattrinato con tante belle speranze), e spaziando momentaneamente tra più generi e personaggi, aspetta pazientemente il ritorno alla ribalta della creatura dannata in tutto il suo maledetto splendore.
Per il momento ha pubblicato tre opere di genere urban fantasy, e una di genere gotico, con la casa editrice Nativi Digitali Edizioni. 
Settore: fantasy
Pubblico: amanti del genere fantastico/gotico


Titolo: Bestie d’Italia – volume 1

Autore: Autori vari
Editore: NPS Edizioni
Genere: antologia di racconti fantastici
Pagine: 208
Formato: cartaceo e digitale
Prezzo: 14 euro (cartaceo) / 2,99 euro (digitale)
ISBN: 978-88-31910-156 (cartaceo) / 978-88-31910-163 (digitale)
Uscita ufficiale: 1 aprile 2019 (ebook), 15 aprile 2019 (cartaceo).

Disponibile su tutti gli store di ebook
Disponibile su tutti gli store di libri, in libreria (distribuzione Libro.co) e sul sito NPS Edizioni.
Sito NPS: https://www.npsedizioni.it/p/bestie-ditalia-volume-1/

Quarta di copertina:
Lupomanaio, marabbecca, munacielli.
Sono solo alcune delle creature fantastiche che popolano le regioni d’Italia. Escono dai grimori, balzano fuori dai ricordi dei nonni, protagoniste di storie e leggende che per secoli si sono tramandate di bocca in bocca, incrementando la ricchezza culturale della penisola.
Il progetto “Bestie d’Italia” parte da qui, dal recupero delle tradizioni folcloristiche italiane, per raccontarle a chi non le conosce, per guardare con occhi diversi il nostro territorio, pregno di storia, misteri e magia.
La prima tappa di questo viaggio nel folclore d’Italia ci porterà in Liguria, Toscana, Lazio, Campania, Calabria e Sicilia, sulle tracce di lupi, draghi e mostri marini.

Il volume 1 di “Bestie d’Italia” contiene dieci racconti di scrittori italiani, appassionati di fantastico e folclore.

Lupomanaio, di Marco Bertoli
Il pozzo, di Gianluca Malato
Anime nella bufera, di Alessio Del Debbio
Jackie Chan contro Dracula, di Mala Spina
Nella bocca del dragone, di Giuseppe Chiodi
Ambrosia, di Elena Mandolini
L’illusione di Morgana, di Giuseppe Gallato
Le figlie della lupa, di Alessandra Leonardi
Il mistero di Atlanta, di Daniela Tresconi
La Mala Grotta, di Monica Serra

Copertina e illustrazioni interne a cura di Marco Pennacchietti.

Estratto:

L’immensa parete di pietra mostra un’apertura. Ci nuoto attraverso e risalgo lungo un canale.
L’ansito della bestia scuote la volta.
Il drago è lì che si lamenta, attorcigliato su una pila di gioielli e monete d’oro: il favoleggiato tesoro dei Visigoti.
Dammi la forza, Hirpus, lupo sacro! Sostienimi, Mefite, Dea delle acque!


Che ne dite amici lettori? a me sembrano entrambi molto interessanti.
Ora vi auguro buona serata e vado a vedere qualcosa su Netflix, a domani 💖

martedì 16 aprile 2019

Le letture delle fate del Bosco Atro.


Buongiorno a tutti amici lettori!
Come state? Io benone.
La primavera è finalmente arrivata e con sé ha portato un clima più mite e fiori a volontà.
Adoro questo periodo dell'anno, trovo molto piacevole osservare la natura che si risveglia dopo il lungo sonno invernale.
La mia pigrizia si sta affievolendo ed ho sempre più voglia di fare un sacco di cose, grazie anche alle belle giornate.
Ma oggi non sono qui per fare due chiacchiere ma, bensì, per parlarvi della lettura condivisa che abbiamo fatto io e Diletta di La cantastorie dei boschi
si tratta di un libro molto carino: Gli Sporcelli di Dahl.
Per cui andiamo a presentare il libro.

Risultati immagini per Gli sporcelli trama

Trama:
Se ci guardiamo intorno, possiamo renderci conto che non sono infrequenti le persone brutte o cattive o sporche: ma ci sono anche persone insieme cattive, sporche e brutte, come gli Sporcelli. Sembrerebbe poco interessante occuparsi di loro, e invece no. Gli Sporcelli hanno un'indole malvagia e fanno scherzi orribili: come quando la signora Sporcelli mise il suo occhio di vetro nel boccale di birra del marito, per fargli sapere che lo teneva sempre sotto controllo! Fortunatamente, gli Sporcelli non sono inesauribili nelle loro trovate, e alla fine, sia pure in modo del tutto involontario, rimangono vittime della loro stessa cattiveria...

Il personaggio preferito:
Direi decisamente le scimmiette, sono simpatiche e davvero astute.

Il personaggio meno amato:
Risultati immagini per Gli sporcelli trama
Difficile dire chi sia il peggiore tra i coniugi Sporcelli, sono davvero dei pessimi individui.

Il mio pensiero:

Premetto che amo Dahl fin da quando ho letto per la prima volta La fabbrica di cioccolato e Abbaiare stanca, e quindi mi viene piuttosto naturale amare ogni suo libro, trovo che la sua fantasia sia davvero originale e oltre ogni limite possibile.
Se c'è un limite alla fantasia, sicuramente Dahl l'ha superato di molto.
In particolar modo, nel caso di Gli Sporcelli, l'autore è riuscito a dare vita a situazioni davvero inverosimili ma che alla fine risultano esilaranti e buffe.
Vedere come i coniugi se ne combinano di tutti i colori e si danno battaglia a suon di brutti scherzi e dispetti vari, mi ha fatto tornare in mente il film La guerra dei Roses ed è quindi la parte che ho trovato più bella del libro.
Andando avanti però a combinarla grossa sono le 4 scimmiette ammaestrate che gli Sporcelli tengono prigioniere, perché si sa, mai provocare una scimmia, vi batterà con astuzia e caparbietà!
Il finale poi l'ho trovato a dir poco geniale e più che giusto.
Risultati immagini per Gli sporcelli tramaDietro alla “favola” si nasconde un grande insegnamento ed è per questo che i libri di Dahl mi piacciono tanto: insegnano sempre qualcosa.
Direi che con Gli Sporcelli l'autore mette in chiaro quanto sia importante essere, o cercare di essere, delle buone persone, di amare la natura e le sue creature, di essere sempre pronti ad aiutare il prossimo e di essere sempre positivi.
Un libro che sicuramente vi consiglio di leggere ai più piccoli, per farli sognare e imparare.
Sono molto felice di aver letto quest'ennesima meraviglia firmata Roald Dahl.

E voi lettori che mi dite? Lo avete letto?
E già che ci siamo, ditemi qual'è il vostro libro preferito di Dahl.
Mi raccomando, andate a leggere anche il post di Diletta e ricordate che il prossimo appuntamento sarà a giugno con La stanza delle meraviglie, un libro che non vedo davvero l'ora di leggere.
Ciao amici lettori!💖


lunedì 15 aprile 2019

Recensione Wolves coast.


Wolves Coast di [Calcagnile, Ornella]Titolo: Wolves coast
Autore: Ornella Calcagnile
Genere: Fantasy
Pagine: 198
Prezzo: € 12,66
Casa editrice: Dunwich Edizioni
Voto: 8/10

Trama:

Wolves Coast è una ridente località che ai turisti appare come un semplice luogo di vacanza. Nessuno penserebbe mai a una terra di conflitti che ha visto affrontarsi coloni e amerindi, nessuno si aspetterebbe che quella faida si sia trascinata in sordina per secoli fino a esplodere in una battaglia tra popolazioni vicine, eppure per certi versi distanti.

Howi è un giovane di South Wolves con il cuore ferito e un enorme segreto a gravargli sulle spalle, ma con una solida comunità su cui poter contare. Emily è una ragazza di città, delusa dagli affetti, con uno spiccato desiderio di libertà e in cerca della propria strada, una ricerca che la porterà a Wolves Coast. Due personalità che, sebbene diverse, riescono a unirsi profondamente nell’arco di un’estate e a spalleggiarsi in uno scontro senza eguali per quel lembo di costa tanto desiderato da una fazione e tanto protetto dall’altra.
Amore e guerra sono vicini più che mai, ma il primo sopravvivrà alla seconda?

Recensione: 

Questo libro è stata davvero una sorpresa, non pensavo sinceramente che potesse piacermi così tanto.
Devo dire che invece mi ha letteralmente conquistata già dal primo capitolo, sono entrata nella storia e non sono più riuscita a smettere di leggere fino a che non sono arrivata alla parola fine.
La storia potrebbe sembrare scontata ma vi assicuro che non lo è affatto, è originale, con quel tocco di mistero e leggenda che ha saputo dare quel qualcosa in più alla trama.
Come sempre la protagonista femminile mi ha lasciata indifferente ma quello maschile, invece, mi ha colpita molto ed è riuscito ad entrare nelle mie simpatie.
Devo ammettere che mi ha ricordato molto Jacob Black, uno dei personaggi di Twilight, il fatto che entrambi siano “lupi mannari”, di origini indiane e scuri sia di capelli che di occhi, oltre che molto muscolosi e bellissimi mi ha certamente portata a metterli a confronto.
Ho apprezzato moltissimo la descrizione della comunità e del luogo in cui la storia è ambientata, mi ha fatto sentire tutto il calore e l'affetto dei piccoli paesini dove, appunto, si è tutti una grande famiglia.
Altra cosa molto apprezzata è certamente il legame che il popolo ha con la natura, il continuo cercare di preservarla e rispettarla, un messaggio davvero molto positivo e importante per quanto mi riguarda.
Trovo anche intrigante l'idea della divisione del paese in due parti, il nord che è civilizzato, lussuoso e molto cittadino, e il sud che è invece dominato dalla natura, abitato da persone genuine e alla mano.
Ma si sa, tutte le storie hanno un cattivo, e quindi era ovvio che vi fosse anche in Wolves coast, sinceramente l'ho odiato da morire per tutto ciò che rappresenta. Sarà anche bello ma vi assicuro che è una vera canaglia, e delle peggiori.
Tirando le somme, amici lettori, rinnovo il mio gradimento e vi invito a leggere questo libro perché merita assolutamente.

MiniCry dice: 

"Un libro carinissimo che ha per protagonisti degli affascinanti lupi mannari. Mi ha piacevolmente sorpresa."

domenica 14 aprile 2019

La guerra dei bottoni.


Risultati immagini per la guerra dei bottoni film

Titolo: La guerra dei bottoni
Genere: Avventura
Voto: 10/10
Trama:
Tra i ragazzi di Longeverne e Verlans, due vicini villaggi della provincia francese, non corre buon sangue e spesso sorgono tra loro schermaglie che sfociano in vere e proprie battaglie combattute con bastoni e fionde. Per umiliare gli avversari, quelli che vengono presi prigionieri vengono privati di lacci, cinture e bottoni e rimandati a casa reggendosi i calzoni con le mani.
Nella scuola di Longeverne, intanto, arriva una ragazzina che, come si scoprirà, è di origine semita. Il coraggio e la determinazione dei ragazzi, delle loro famiglie e del maestro riusciranno a metterla in salvo dai miliziani collaborazionisti che cercano di arrestarla.
Il mio pensiero:
Avevo amato moltissimo il libro quando lo lessi da adolescente ma ignoravo completamente l'esistenza del film, quindi quando l'ho trovato su Netflix mi sono illuminata d'immenso.
È stato bellissimo ritrovare personaggi amati molto tempo fa ed è stato grandioso ri-innamorarmi nuovamente di loro.
Risultati immagini per la guerra dei bottoni film
È un classico, una storia molto carina i cui protagonisti principali fanno parte di “un esercito” capitanati dal solido e valoroso Lebrac.
Ovviamente Lebrac è il personaggio che mi è entrato nel cuore, un ragazzo che dimostra molto più della propria età, si potrebbe tranquillamente etichettare come ragazzo problematico e ribelle, sempre in lite con il padre, irriverente e sfacciato, un vero duro...ma ha anche un lato buono, ed è proprio questo che me lo fa amare tanto.
Lebrac è un ragazzo dalla corazza dura ma dal cuore grande, è si orgoglioso e subisce ogni tortura con sguardo fiero, ma poi, da solo piange dimostrando la sua vulnerabilità.
Insomma lo adoro!
Risultati immagini per la guerra dei bottoni film
Altro personaggio che è entrato nelle mie simpatie è il piccolo Gibus. Non si può non adorarlo vista la sua simpatia e la petulanza bonaria, ha un faccino davvero troppo tenero.
La guerra dei bottoni è inoltre ambientato in un periodo storico molto delicato, quello dei nazisti e trovo che l'argomento qui sia affrontato in maniera molto delicata.
Inoltre il fatto che vi sia in atto questa “guerriglia” tra l'esercito di Lebrac e quello Dell'Azteco, dove il bottino di guerra consiste nello strappare i bottoni da camicie e pantaloni della fazione perdente, fa assaporare la genuinità dei giochi di una volta.
È sempre bello ricordarsi di come i bambini di un tempo si divertivano a giocare tra loro e non davanti ad uno stupido videogames o alla tv.
Un film di altri tempi divertente ed emozionante che è diventato uno dei miei preferiti.
Consigliatissima la visione e il recupero del romanzo.
Immagine correlata

MiniCry dice:

"Ho adorato questo film che mi scalda il cuore e mi fa morire dal ridere. Conservo nitido anche il ricordo del romanzo che ho letto da adolescente. Una storia scanzonata e, come si dice dalle mie parti: alla buona."

sabato 13 aprile 2019

Alice in Wonderland book tag.

Ciao amici lettori, come state?
Spero bene.
Come procedono le vostre letture?
Le mie vanno avanti anche se un po' a rilento, ultimamente sono stata un po' distratta e il tempo per leggere non è molto ahimè.
Comunque sto facendo ottime letture e ciò mi rende felice.
Ho deciso di riprendere a postare qualche tag e in questo Instagram si sta rivelando un'ottima fonte di book tag carini.
L'altro giorno mi è caduto l'occhio su Alice in Wonderland book tag e, siccome adoro questa storia, ho deciso di riproporlo anche qui sul blog, spero vi piaccia.
Cominciamo:


Immagine correlata
1) Alice, un libro con un personaggio principale sognatore.
Cito Liv di Silver, trilogia di Kerstin Gier, sebbene non l'ho ancora letta so per certo che la protagonista è una sognatrice, in tutti i sensi.

Immagine correlata
2) Cappellaio matto, un libro con un personaggio pazzo ma geniale.
Mi viene in mente il buono e strampalato Willy Wonka, quel genio di prelibatezze protagonista di La fabbrica di cioccolato...trovo anche una certa somiglianza con il Cappellaio matto, non trovate anche voi?

Immagine correlata
3) Regina di cuori, un libro con un cattivo megalomane.
Chi più de Il Tiranno, antagonista della trilogia Le guerre del Mondo Emerso, è megalomane?
Voler conquistare il mondo mi pare già di per sé un desiderio alquanto grosso non trovate?

Risultati immagini per alice in wonderland fan art  bianconiglio
4) Bianconiglio, un libro corto che si legge velocemente.
Misteriosa di Elisabetta Gnone. Un libro molto corto, leggero e magico, mi ha così presa che l'ho finito in un paio di ore.

Risultati immagini per alice in wonderland fan art pinco panco e panco pinco
5) Pinco panco e Panco pinco, un libro con un rapporto tra fratelli particolare.
Cito i due fratelli Wolfe della Wolfe brother series di Zusak.
Ho adorato questi due fratelli e il loro rapporto contrastante ma comunque segnato da tanto affetto.

Immagine correlata
6) Regina bianca, un libro con un personaggio principale buono e gentile.
Quando si parla di bontà, gentilezza e delicatezza il pensiero mi va subito al Piccolo Principe.
Un personaggio che mi è entrato nel cuore quando ero una bimbetta delle elementari e lì è rimasto, tutt'ora è uno dei personaggi più dolci e teneri di sempre.

Bene amici, il tag è finito, spero vi sia piaciuto, sentitevi tutti taggati e liberissimi di riproporlo dove volete.
Bacioni dalle vostre Cry e MiniCry che per l'occasione si è travestita da Alice 💕