Elenco blog personale

martedì 18 giugno 2019

Segnalazione Tito il dito e l'alieno scoppiettante di Maria Pia Michelini.


Titolo: Tito il dito e l’alieno scoppiettante
Autore: Maria Pia Michelini
Editore NPS Edizioni
Genere: letteratura per bambini (dai 5 anni)
Prezzo: 8 euro
Formato: cartaceo (20x20)
Pagine: 50
ISBN: 978-88-31910-170
Disponibile su tutti gli store di libri e in libreria (distribuzione Libro.co) e sul sito www.npsedizioni.it

Quarta di copertina:
Tito il dito” è un gran curiosone, non riesce proprio a stare fermo. Quando vede un buchetto, deve per forza infilarcisi dentro, sempre in cerca di avventure e di mondi da esplorare. I suoi fratelli e il povero Giovanni, proprietario della mano, provano a fermarlo, ma come si possono mettere freni alla voglia di scoprire? “Huffy, l’alieno scoppiettante” si innervosisce quando qualcuno starnutisce, e allora non gli si può proprio stare vicino. Si arrabbia e sputacchia, vomitando parole incomprensibili. La maestra Geraldina e i suoi compagni cercano di aiutarlo, di comprendere l’origine del suo problema, che arriva da molto lontano. Da un altro pianeta, addirittura!
Contiene disegni da colorare realizzati da Luciana Volante.

Biografia autriceMaria Pia Michelini
Nata e cresciuta a Lucca, si è sempre dedicata al mondo dei piccoli, nell’assistenza domiciliare ai bambini diversamente abili e a quelli che accoglie ogni mattina nella Scuola dell’Infanzia, prediligendo le sfide più ardue di chi è più delicato o più ribelle.
Ha sempre amato la scrittura, anche se l’ha abbracciata con più determinazione dopo i quarant’anni.
I suoi racconti vivono tra le pagine delle antologie “Tracce”, “Jukebox” e “Tutta colpa dello Zodiaco”, dell’associazione culturale “Nati per Scrivere” di cui è socia fondatrice.
Nel 2017 è uscito il suo primo romanzo “Zena la nuda”, per Panesi edizioni.
Tito il dito e l’alieno scoppiettante” è il suo primo libro per bambini.

lunedì 17 giugno 2019

Le letture della fate del Bosco Atro.



Ciao amici lettori, come state?
Spero bene e che siate immersi in tante bellissime letture.
Io me la sto cavando piuttosto bene per quanto riguarda le letture, ne sto facendo di molto interessanti e, per una volta, riesco a dedicarmi a tutti quei libri che voglio leggere da anni.
Ma non sono qui per parlarvi delle mie letture, ma bensì di La stanza delle meraviglie, un bellissimo libro illustrato che ho letto assieme a Diletta di La cantastorie dei boschi
Ciao amici lettori, come state?

Spero bene e che siate immersi in tante bellissime letture.
Io me la sto cavando piuttosto bene per quanto riguarda le letture, ne sto facendo di molto interessanti e, per una volta, riesco a dedicarmi a tutti quei libri che voglio leggere da anni.
Ma non sono qui per parlarvi delle mie letture, ma bensì di La stanza delle meraviglie:

La stanza delle meraviglie
Trama:
1977, Ben è un bambino che ha da poco perso la madre, la bibliotecaria di una cittadina nel Minnesota, e non sa nulla del padre. Una sera, curiosando tra libri e vecchie carte scopre un misterioso biglietto dove una dedica affettuosa è stata lasciata da un certo David alla mamma. Un brutto incidente però lo rende sordo ma, nonostante l’improvviso handicap, decide comunque di mettersi in viaggio verso New York e cercare la libreria, il cui indirizzo è inciso sul biglietto.
1927, Rose è una bambina del New Jersey sorda dalla nascita e tenuta dal padre isolata dal mondo. Lei però sogna di andare a New York per vedere a teatro la sua diva preferita di cui colleziona tutti gli articoli di giornale. Per nulla intimorita dal mondo esterno fugge ed affronta con temerarietà la grande metropoli.

Il personaggio preferito:
Ben mi è piaciuto moltissimo, mi sono ritrovata molto in lui anche se non ho nessun problema di udito e non ho subito tragedie come lui. C'è qualcosa in lui, una sorta di malinconia e di inadeguatezza che mi ha ricordato la me stessa adolescente, sempre in cerca di un suo posto nel mondo.

Il personaggio meno amato:
I genitori di Rose sono stati i personaggi più negativi di tutta la storia.
Il loro comportamento non mi è andato per niente a genio.

Il mio pensiero:
Fra le pagine di questo libro ci ho lasciato un pezzetto del mio cuore.
È una storia emozionante, dolcissima, un po' tragica, ma che insegna davvero tantissimo.
Sono da sempre una grande appassionata di quelle storie che fanno riflettere ed emozionare, amo profondamente i libri che trattano temi delicati come, appunto, gli handicap di qualsiasi natura esso sia.
Si parla di due bambini sordi e quindi ci sono molte riflessioni e spunti per poter comprendere le loro problematiche quotidiane e per trovare un modo per essere utili e migliorare la loro vita.
Mi è piaciuto moltissimo come l'autore dà importanti spunti per creare una connessione con queste persone in modo da poter interagire con loro senza farli sentire emarginati.
Essendo quindi molto sensibile a questi temi non potevo non amare questo libro che ha all'interno anche una sorta di magia che non guasta mai.
La magia che fa rincontrare Ben e Rose, due persone che hanno molto in comune, più di quanto ci si aspetta in realtà.
Vi sono quindi dei salti temporali tra la storia di Ben e quella di Rose, dove quella di Ben viene narrata con le parole, mentre quella di Rose solo con le immagini.
Sicuramente è stata una scoperta particolare, non mi era mai capitato di “leggere” una storia solo guardando le immagini e l'ho trovata un'esperienza unica e meravigliosa.
È stato un po' come tornare indietro nel tempo ai film di Charlot in cui non vi erano parole ma solo immagini.
Le immagini poi sono davvero stupende, curate fin nei minimi dettagli e fanno sognare il lettore.
Non vi posso spiegare quanto sono rimasta lì a guardare le immagini, e più le guardavo più dettagli notavo.
Mi hanno emozionata tantissimo entrambe le storie dei protagonisti ma, sinceramente, la parte che più mi ha segnato il cuore è stata la parte finale dove tutto viene a galla e si scopre qual'è il legame reale tra Rose e Ben.
Insomma amici, non posso far altro che consigliarvi la lettura di questo meraviglioso libro, non ve ne pentirete.
Potete leggerlo anche se non amate i libri voluminosi perché, nonostante la mole, questo libro si legge in un soffio essendo formato principalmente da immagini.
Se dovessi dargli un voto sicuramente sarebbe un 10/10, merita troppo per dargli meno.

Bene amici, il post è concluso ma prima di salutarvi mi raccomando, andate a leggere anche il parere di Diletta.
Bacioni miei cari lettori.








domenica 16 giugno 2019

7 thinks in a book.


Ciao a tutti amici lettori, come state? Spero tutto bene.
Come vanno le vostre letture? Le mie abbastanza bene, procedono lentamente ma almeno non sono ferme, è già qualcosa.
Oggi voglio proporvi un tag carinissimo:

7 thinks in a book


- Personaggi forti ed ironici
Da sempre sono un amante incallita dei personaggi forti, affascinanti, un po' ostili e chiusi. In particolare sono molto propensa a farmi piacere i guerrieri, gli eroi. Non per niente alcuni dei miei personaggi preferiti in assoluto sono le eroine del Mondo Emerso.
Ma non apprezzo soltanto i tipi duri, amo moltissimo anche quei personaggi buffi, pasticcioni e ironici che rendono tutto molto più divertente.
- un pizzico di drammaticità
Non è masochismo, semplicemente amo le storie sofferte, drammatiche, magari con un finale che molti reputerebbero di “cacca” ma che a me fanno sempre emozionare tantissimo.
- tante emozioni
Tutto quello che cerco in un libro è che mi sappia emozionare, cerco qualcosa che scuota il mio cuore e mi catturi la mente. Qualsiasi emozione è ben accetta, anche la rabbia se vogliamo, basta che non mi lasci indifferente.
- spade e bacchette
Come dicevo prima adoro i guerrieri e vado matta per le scene di combattimento con qualsiasi arma possibile, ma anche le bacchette non sono niente male. Ricordate le sfide a colpi di bacchetta tra le mura di Hogwarts?
Fenomenali!
- mistero, magia e un pizzico di horror
Le cose che mi piacciono di più.
Il mistero è una parte importantissima che dà quel pizzico intrigante alle storie. Stessa cosa per la magia che aiuta a far sognare e rende tutto possibile. L'horror è una parte fondamentale per me, da sempre amo quella paura, quel brivido che sono le storie più tetre sono in grado di donarmi.
- creature sovrannaturali
Sono da sempre affascinata dal sovrannaturale, vado pazza per angeli, demoni, licantropi, vampiri e chi più ne ha più ne metta. È bello almeno poter immaginare che queste cose esistano.
- amori si ma non troppo smielati
Beh, io non sono per niente romantica ed è una cosa risaputa, ma comunque anche io credo nell'amore, quello vero, l'unico, il solo, o lui o nessun altro. Basta che il tutto sia raccontato con ironia e passione, senza cadere nello zuccheroso che altrimenti diventa tutto stomachevole.

Bene amici lettori, queste sono le 7 cose che mi piace trovare nei libri, vi va ora di dirmi le vostre?
Un bacione dalla vostra Cry.💖



sabato 15 giugno 2019

Recensione Gli scomparsi di Chiardiluna.


Titolo: Gli scomparsi di Chiardiluna
Serie: L' attraversaspecchi #2
Autore: Christelle Dabos
Casa editrice: Edizioni e/o
Prezzo: 16,00
Genere: Fantasy
Pagine: 563
Voto: 8/10
Trama:

Sulla gelida arca del Polo, dove Ofelia è stata sbattuta dalle Decane perché sposi suo malgrado il nobile Thorn, il caldo è soffocante. Ma è soltanto una delle illusioni provocate dalla casta dominante dell’arca, i Miraggi, in grado di produrre giungle sospese in aria, mari sconfinati all’interno di palazzi e vestiti di farfalle svolazzanti. A Città-cielo, capitale del Polo, Ofelia viene presentata al sire Faruk, il gigantesco spirito di famiglia bianco come la neve e completamente privo di memoria, che spera nelle doti di lettrice di Ofelia per svelare i misteri contenuti nel Libro, un documento enigmatico che nei secoli ha causato la pazzia o la morte degli incauti che si sono cimentati a decifrarlo. Per Ofelia è l’inizio di una serie di avventure e disavventure in cui, con il solo aiuto di una guardia del corpo invisibile, dovrà difendersi dagli attacchi a tradimento dei decaduti e dalle trappole mortali dei Miraggi. È la prima a stupirsi quando si rende conto che sta rischiando la pelle e investendo tutte le sue energie nell’indagine solo per amore di Thorn, l’uomo che credeva di odiare più di chiunque al mondo. Sennonché Thorn è scomparso...

Recensione:

Vi avevo esposto i miei dubbi nella recensione di Fidanzati dell'inverno, per quanto riguarda questa serie librosa ma, devo ammettere con gioia di essermi ricreduta.
Gli scomparsi di Chiardiluna è decisamente più intrigante e adrenalinico rispetto al precedente volume.
Insomma, non ho dovuto aspettare 300 pagine prima che accadesse qualcosa di concreto, qui succede praticamente da subito e ciò mi ha reso felice.
Come non ho mai avuto timore a dire, sono quel tipo di lettrice facile alla noia per cui le storie lente finiscono per indispormi e farmi perdere interesse.
Sinceramente avevo paura che L'attraversaspecchi si rivelasse una completa delusione avendo avuto alti e bassi con il 1° volume, e sono quindi felicissima di poter affermare che invece la storia finalmente procede nel giusto modo e con i giusti colpi di scena, come si conviene ad una trama ricca di emozioni.
E sono proprio queste che ho provato leggendo Gli scomparsi di Chiardiluna, emozioni forti che finalmente hanno scosso il mio cuore di lettrice facendomi affezionare ai personaggi.
Inutile dire che Thorn mi ha definitivamente conquistata con il suo carattere spigoloso e freddo, ma solo in apparenza. Ero sicura che in realtà Thorn nascondeva un lato buono e valoroso e qui è stato ampiamente dimostrato.
Inoltre non posso proprio fare a meno di trovare la sua durezza buffa, è così impacciato quando si parla di sentimenti che pare un adolescente alle prime armi nascosto dietro all'aspetto di un immenso uomo glaciale.
Credo che alla fine dei volumi sarà uno dei miei personaggi preferiti!
Con Ofelia invece il rapporto continua ad essere altalenante e incerto, qualcosa ancora non mi convince per niente, sebbene abbia tutte le caratteristiche per essere un personaggio a cui potrei entusiasmarmi.
Cos'è che ho amato di più del libro?
Sicuramente la parte investigativa che mi ha fatto scervellare per trovare la soluzione alle famose sparizioni di Chiardiluna, purtroppo non ho mai avuto grande intuito per questo genere di cose, per cui sono rimasta molto sorpresa quando i nodi sono venuti al pettine...ma non posso aggiungere altro senza rovinarvi il piacere di scoprirlo da voi.
Punto a sfavore invece è ancora la storia d'amore fra Ofelia e Thorn...insomma ragazzi, può essere che in 1000 pagine (somma del 1° e del 2° volume) non succeda ancora nulla di eclatante???
Un bacetto innocente e basta?!?
No, non ci siamo proprio su questo punto, io non sono una persona romantica ma accidenti cara Christelle Dabos, devi darti un po' più da fare in questo senso, i lettori reclamano un minimo di contatto tra i due e magari una dichiarazione migliore da parte di entrambi...e non aggiungo altro.
Penso di non essermi mai arrovellata per una storia d'amore come sto facendo per questa, L'attraversaspecchi sta mettendo a dura prova la mia pazienza e i miei nervi.
Nonostante questo ho apprezzato il libro e ne sono rimasta piacevolmente sorpresa.
Non mi aspettavo che 563 pagine volassero in men che non si dica e che la storia fosse così scorrevole e avventurosa.
Inutile dire quindi che attendo con ansia il 3° volume per vedere cosa ne sarà del mio adorato Thorn.

MiniCry dice:

Sebbene la storia d'amore sia ancora lenta a partire, mi sto affezionando ai protagonisti come coppia. Sicuramente mi sono ricreduta su questa serie librosa.”


venerdì 14 giugno 2019

5 cose che...


Ciao amici lettori, come state?
Spero bene, io non mi lamento, è arrivato il caldo dopo tanto e...beh per me le temperature sono già troppo alte perché patisco il caldo ma, forse adesso l'estate ci voleva proprio.
Oggi, come quasi ogni venerdì partecipo alla divertente rubrica 5 cose che...
l'argomento a questo giro è:
5 (o 6) film tratti da una storia vera

1) Hachiko
Risultati immagini per film hachiko
Ancora adesso, quando ci penso piango, non ne posso fare a meno. La storia di Hachiko e del suo amore sconfinato secondo me è una delle più toccanti che io abbia mai visto.

2) Bohemian rhapsody
Risultati immagini per film bohemian rhapsody
La storia dei Queen ma anche la biografia di Freddie Mercury, un artista, un front man e un uomo che non potremo mai e poi mai dimenticare. Come dice la mia mamma: “Un altro come Freddie non nascerà mai più.” e così la penso anche io.

3) L'evocazione
Risultati immagini per film l'evocazione
Non so sinceramente quanto di vero ci sia ma pare sia tratto da una storia vera, e ciò mi fa semplicemente venire i brividi pur amando il genere horror.

4) La ricerca della felicità
Risultati immagini per film la ricerca della felicità
Un'altra toccante storia che mi ha lasciato un segno sul cuore e fatto riflettere su tante cose della vita.

5) Lo squalo
Risultati immagini per film lo squalo
Eh si, pare che il film si basi su un fatto realmente accaduto, ovvero sul caso di uno squalo che ha ucciso molte persone nel lontano 1916 a Beach Heaven nel New Jersey. Io ho la fobia degli squali per cui la cosa mi terrorizza moltissimo.

6) Balto
Risultati immagini per film balto
L'eroe a 4 zampe che salvò una cittadina intera grazie al suo grande cuore e alla sua grande abilità.
Amo tantissimo questo film e ancora di più Balto per quello che ha fatto.

Bene amici, il post è concluso e queste sono le mie 5 scelte.
Vi auguro buona serata e buone letture.
Bacioni dalla Cry.

giovedì 13 giugno 2019

Itazura na kiss 6°volume.


Itazura na kiss
(6°volume)
Risultati immagini per itazura na kiss 6 volume
Titolo: Itazura na kiss
Autore: Kaoru Tada
Volumi: 12
Prezzo(di un volume singolo): 7,90
Voto: 9/10
MiniCry dice:

Ora è ufficiale: mi sono innamorata di Naoki!!! Non pensavo avesse un lato dolce e questa cosa mi fa impazzire.

Trama:
Lei, Kotoko, è goffa ma sincera. Lui, Naoki, è perfetto ma di ghiaccio. Lei è pazza di lui. Lui la detesta a morte. Il destino, complice un’inattesa disgrazia e l’amicizia tra i rispettivi genitori, li costringerà a vivere nella stessa casa. Quanto durerà? E se fosse… per sempre?!?

Il mio pensiero:
Ok, avevo lasciato Naoki sul cammino del matrimonio (con la persona sbagliata) e Kotoko in fase di decisioni importanti e...è stato tutto sconvolto nel giro di qualche decina di pagine!
Naoki, il freddo, crudele, egoista Naoki, finalmente mette a nudo i propri sentimenti e, udite udite, si sposa (finalmente) con Kotoko!
No, non è stato un sogno ma pura realtà, ed è stato bellissimo.
Quasi mi sono commossa per Kotoko, è sempre bellissimo vedere una ragazza tenace che realizza il suo sogno.
Finalmente, dopo 6 lunghissimi e sofferti anni, Kotoko si sente dire le parole che ha sempre sognato.
Ok, forse è un pochino frettolosa la cosa e, sinceramente, non mi aspettavo che si sarebbero sposati così di punto in bianco ma rende il tutto ancora più intrigante.
Cosa succederà nei prossimi 6 volumi???
Non lo so proprio.
Questo 6° volume è stato una vera bomba, mi sono divertita tantissimo a vedere Naoki sbottare praticamente per ogni cosa, la sua durezza mi fa sempre morire dal ridere e trovo che la sua famiglia abbia la dote straordinaria di portarlo sempre al limite, compresa Kotoko.
Molto divertente anche il disastroso tentativo della giovane di darsi da fare partecipando ad un tirocinio come insegnante nella scuola di...Yuki, si il fratellino di Naoki, che tra parentesi la detesta!
Altre risate a non finire.
Unico momento triste è stato quando Kinchan finalmente si rende conto che deve lasciar perdere Kotoko, che il suo amore non sarà mai ricambiato e che si deve mettere il cuore in pace. Mi ha fatto troppa tenerezza, sono sincera.
Insomma amici, il 6° volume, al momento, è il mio preferito in assoluto ma sono curiosissima di andare avanti e vedere cosa succederà.

E voi amici lettori lo avete letto?
Vi incuriosisce? Fatemi sapere il vostro pensiero e le vostre impressioni a riguardo.
Un abbraccio dalla vostra Cry.



mercoledì 12 giugno 2019

Primi acquisti di giugno.

Buona sera amici lettori, come state?
Io benone, ho iniziato a lavorare dopo un periodo di stop, quindi non posso che essere contenta.
Ovviamente il tempo per leggere e guardare film e serie tv si è drasticamente ridotto, inutile dire che quindi porterò un po' meno recensioni sul blog e un po' meno pareri su cosa sto guardando ma cercherò comunque di fare del mio meglio.
Cosa non mancheranno mai sono gli acquisti, può mancare tutto ma non quelli per ogni lettore che si rispetti.
Ecco quindi quali sono i nuovi libri adottati.


Sono molto curiosa di leggere Lo scrigno cremisi di Antonello Venditti che è anche un bravissimo illustratore, sono molte le copertine che portano la sua firma per cui, se siete patiti di immagini come me, vi consiglio di andare a dare un'occhiata sia su Facebook che su Instagram dove lo potrete trovare facilmente scrivendo il suo nome.
È davvero una persona molto gentile e talentuosa.
Sono anche molto felice di aver approfittato di una grande promozione che dava ben 3 classici a soli 9,90 (tutti e tre insieme), i titoli che ho scelto sono Dracula, Orgoglio e pregiudizio e Madame Bovary che ammetto vergognosamente di non aver mai letto.
Potete poi vedere due dei tre libri della trilogia di Joanne Harris.
Non ho saputo resistere, lo vedete quel piccolo funko sulla pila di libri?
Lo riconoscete?
Ma si, è Aquaman!
È davvero fatto super bene e lo adoro!


In un secondo round ho poi trovato questi tre libri di cui ho sentito parlare.
Le cronache dell'Accademia (Shadowhunters), una chicca che non mi potava mancare visto che sto amando tantissimo le serie, Lo stregone dei venti di cui ho sentito parlare da una delle mie youtuber preferite e che mi ha incuriosita un sacco e, infine, Raven boys, di cui sono anni che sento parlare!
Per quanto riguarda Raven Boys apro una piccola parentesi che mi sta molto a cuore:
su Instagram è partita un'iniziativa nominata #noicisiamo i cui autori sono @keeperoffae e @divoratoridilibri che stanno cercando di convincere la @rizzolilibri a portare in Italia anche i volumi successivi della serie.
Al momento in Italia abbiamo solo i primi due e bisogna proprio cercare di convincere Rizzoli ad andare avanti con le pubblicazioni.
Se vi interessa e se volete partecipare potrete trovare tutte le informazioni su Instagram dando un'occhiata ai profili sopra citati oppure potrete chiedere a me scrivendomi un messaggio ai miei profili Instagram @ilmondodicry9 oppure @alessandricristina sarò felice di rispondere e spiegarvi per bene il progetto.

High & Dry. Primo amore - Banana Yoshimoto - copertinaRisultati immagini per Il porto proibito

Ultimo piccolo acquisto è High e Dry primo amore di Banana Yoshimoto che mi ha incuriosita e intenerita tantissimo dalla trama.
E, quasi dimenticavo Il porto proibito, una graphic novel che ho deciso di leggere assieme alla mia carissima Diletta del blog La cantastorie dei boschi.

Bene amici, questi sono gli acquisti che ho fatto fin ora, in teoria non dovrei più farne ma...beh sapete che il 18 giugno per Mondadori esce La corte di nebbia e furia ed io non posso proprio restare un giorno in più con ansia di sapere cosa succederà in questo libro.
E voi l'avete già preso qualcosa?
Conoscete uno di questi libri citati?
Fatemi sapere.
Bacioni dalla vostra Cry.