Elenco blog personale

giovedì 30 agosto 2018

L'angolino del manga.


Ciao amici lettori! Come state?
Tra uno spizzico di tempo e l'altro sono riuscita a leggere una serie manga anche nel corso di agosto. Siete curiosi di sapere quale?
Buona lettura!
L'angolino del manga.

Risultati immagini per Bloody di bloody mary mangaRisultati immagini per Bloody di bloody mary manga
Risultati immagini per Bloody di bloody mary manga

Titolo: Bloody Mary
Autore: Akaza Samamiya
Volumi: 10
Prezzo(di un volume singolo): 4,40 (a volume)

Personaggi principali:
Immagine correlata
Mary (Bloody)
Mary”
Ichiro Rosario Di Maria (Maria)
Takumi
Hydra
Shinobu
Yusei
Yzak
Bloody eye

Trama:
Immagine correlata
Mary, vampiro che non può morire, dopo centinaia di anni trova l'ultimo esorcista ad avere ereditato il “Sangue di Maria”, l'unica persona in grado di ucciderlo. Ma l'esorcista, Maria, dice di non sapere come uccidere i vampiri.
Così Mary, che vuole morire ad ogni costo, sarà la sua guardia del corpo fino a quando Maria non troverà il modo per ucciderlo.

Il mio pensiero:
Dopo Vampire Knight avevo ancora voglia di leggere qualcosa che avesse per tema i vampiri, e così ne ho approfittato per leggere la serie Bloody Mary che soggiornava nella mia libreria da svariati mesi.
Se ne sono rimasta contenta?
Risultati immagini per Bloody di bloody mary mangaCerto che si!
Bloody Mary è una storia dark, intrisa di misteri, insidie, personaggi affascinanti e colpi di scena.
Una bomba insomma!
Mi sono appassionata fin dalle prime pagine alla storia di Mary detto anche Bloody, un vampiro alquanto strampalato e stranamente dolcissimo.
Dimenticatevi quindi l'immagine del vampiro dannato e letale perché qui vi è soltanto un vampiro eccentrico che veste una felpa dotata di orecchie da gatto e piange ogni tre per due. Se l'ho amato?
Beh, direi proprio di si.
L'animo sensibile di Bloody e la sua ostinazione a non seguire la propria natura di vampiro me l'ha reso davvero simpatico.
Ma la storia di Bloody non è rosa e fiori, nonostante il carattere dolce e l'aspetto buffo, dentro di sé nasconde un triste passato che l'ha traumatizzato, inducendolo a dimenticare quanto accaduto.
In realtà si scopre che Bloody ha un gemello che si trova esattamente dentro di sé.
È un po' complicato da spiegare, me ne rendo conto, ma non voglio assolutamente spoilerarvi nulla di più, per cui ora taccio. Fidatevi che ne vale la pena scoprire i vari misteri da voi.
Immagine correlataAllo stesso tempo la storia di Bloody si intreccia con l'altrettanto ingarbugliata storia di Maria (Ichiro) un esorcista che non ha ancora preso il comando dei propri poteri perché, in realtà, ignora del tutto la cosa.
E tra un nonno immortale (Yzak) e un padre deceduto per mano di un vampiro dai capelli rossi (Yusei), Maria si ritrova a svelare arcani che mai avrebbe mai immaginato alla ricerca del suo vero potere.
In realtà la cosa che accomuna Bloody e Maria è il senso di colpa per la morte di un proprio caro.
È stato quindi stupendo ed interessante svelare piano piano ogni singolo mistero.
Sono tanti i personaggi che si intrecciano e che rendono ricca la storia non permettendo al lettore di annoiarsi, nemmeno per un momento.
Non trovo le parole per descrivervi nel dettaglio le emozioni intense che ho provato nel corso della lettura se non che mi ha commossa, divertita e colpita profondamente.
Il messaggio che ne traspare poi, è qualcosa di stupendo: Bloody desidera solo morire ma finalmente, grazie al fratello e a Maria, trova un motivo per vivere.
Se dovessi dare un voto a questa serie manga di certo sarebbe un bel 9 pieno.
Se amate le storie da brivido, sanguinolente ma comunque dolci e intense, non potrete non leggere Bloody Mary.

Fatemi sapere se anche voi l'avete letto e amato e se avete qualche manga simile da consigliarmi.
In caso contrario spero di avervi incuriositi.
Ci leggiamo quindi a settembre con una nuova serie manga.
Ciao ciao amici lettori!
Risultati immagini per Bloody di bloody mary manga puccioso

2 commenti:

  1. Diciamo che non fa per me xD Però sembra molto originale come storia, questo lo devo riconoscere.

    RispondiElimina