Elenco blog personale

domenica 17 settembre 2017

Segnalazione La guerra dei lupi e Io ti vedo.

Ciao a tutti amici lettori, oggi voglio segnalarvi due uscite librose davvero interessanti: La guerra dei lupi e Io ti vedo.
Ecco a voi tutte le informazioni necessarie:

La guerra dei lupi.


Titolo libro: LA GUERRA DEI LUPI
Saga: ULFHEDNAR WAR
Autore: Alessio Del Debbio
Editore: Edizioni Il Ciliegio
Genere: fantasy contemporaneo
Formato: cartaceo
Pagine: 412
Prezzo: 19,50 euro
Data di uscita: 8 giugno 2017

Trama:
Amici da anni, Ascanio, Daniel, Marina e la loro compagnia di Viareggio non desiderano altro che trascorrere una tranquilla vacanza insieme, ma il destino ha altro in serbo per tutti loro. Gli ulfhednar di
Odino sono tornati e la Garfagnana non è più un posto sicuro da quando Raul ha preso il comando del branco del Vello d’Argento. Spetta ad Ascanio, ultimo discendente di una stirpe di officianti della Madre Terra, contrastare i suoi progetti di dominio, aiutato dal suo compagno Daniel, un ulfhedinn fuggiasco che ha imparato ad apprezzare la vita tra gli uomini. Ma dietro le mire espansionistiche del violento e indegno Alfa si nasconde un’ombra antica, disposta a tutto pur di aggrapparsi alla vita.
«Per questo continuiamo a provare. Per rendere onore a chi è caduto, per vincere le nostre paure e promettere a noi stessi di non fallire più.»
Ambientato in Toscana, tra Viareggio e le montagne della Garfagnana, il libro mescola mitologia nordica e celtica a storia e leggende toscane, alternando, con ritmo incalzante e colpi di scena, capitoli nel presente e altri nel passato.

Estratto:
«A nessun uomo dovrebbe essere concesso di vivere così a lungo, di non provare la malattia né la vecchiaia, di pretendere di essere un Dio. È la brevità, assieme all’impossibilità di averne una seconda, ciò che rende la vita un bene prezioso, degna di essere vissuta in ogni attimo. Se invece la morte diventa uno spauracchio per bambini e l’esistenza infinita, allora non è più vita. È banalità. È immeritata sopravvivenza. È trascinarsi di giorno in giorno senza sapere perché». (Johanna)

Link acquisto:
Amazon: https://www.amazon.it/dp/8867714104/
Ibs: https://www.ibs.it/ulfhednar-war-guerra-dei-lupi-libro-alessio-del-debbio/e/9788867714100
Libreria Universitaria: https://www.libreriauniversitaria.it/ulfhednar-war-guerra-lupi-debbio/libro/9788867714100
La Feltrinelli: http://www.lafeltrinelli.it/libri/alessio-debbio/ulfhednar-war-guerra-lupi/9788867714100

Biografia autore:
Alessio Del Debbio, scrittore viareggino, appassionato di tutto ciò che è fantastico e oltre la realtà. Numerosi suoi racconti sono usciti in riviste (come Con.tempo e StreetBook Magazine) e in antologie, cartacee e digitali (come I mondi del fantasy, di Limana Umanìta Edizioni, Racconti Toscani, di Historica Edizioni, Sognando, di Panesi Edizioni). I suoi ultimi libri sono Favola di una falena (Panesi Edizioni, 2016), Ulfhednar War – La guerra dei lupi (Edizioni Il Ciliegio, 2017).
Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori di fantasy italiano. Scrive articoli per il portale di letteratura fantastica “Le lande incantate”. È presidente dell’associazione culturale “Nati per scrivere” che d’estate organizza la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari a Viareggio, per far conoscere autori toscani.

Contatti autore:
Pagina Facebook “I mondi fantastici – Alessio Del Debbio”: https://www.facebook.com/alessio.deldebbio/
Blog “i mondi fantastici”: www.imondifantastici.blogspot.it


Io ti vedo.


Autore:

Sara Wood è nata a Roma ma ha vissuto per diversi anni sia al sud che nel nord d’Italia. Ha anche vissuto in diverse città del nord Europa, negli Stati Uniti e nel Medio Oriente, dove ha scritto il suo secondo romanzo basandosi, in parte, su eventi realmente accaduti. Al momento vive a Londra, dove lavora come ingegnere civile, ma viaggia spesso in Italia e Danimarca.

Sara Wood – Chi sono

Sono un cervello in fuga. Sono emigrata dall’Italia circa 10 anni fa. Il lavoro ce l’avevo ma mi sentivo in gabbia e quello che facevo era lontano anni luce da quello che potevo e volevo fare. Il prima distacco dall’Italia è stato traumatico e la ripresa molto faticosa. Ma dopo il primo salto “nel vuoto”, i successivi sono stati più semplici. Ci si abitua a fare le valigie, dire addio al proprio appartamento, la città, gli amici, gli hobby e ricominciare da zero in un’altra nazione, un altro clima, un altro ambiente. L’abitudine non è una soluzione, ma a volte è l’unica arma che abbiamo per sopravvivere.
Ho abitato in Danimarca, poi Medio Oriente, Stati Uniti ora Inghilterra. Essere un cervello in fuga vuol dire essere un nomade, uno straniero perenne.,.un albero senza radici.

Autore: Sara Wood
Titolo: Io Ti Vedo
Editore: Leone Editore
Anno pubblicazione:2017
Pag:300
Genere:NarrativaIl libro è formato cartaceo (ancora no su kindle) e costa 11 euro su amazon e 12.90 sul sito dell’Editore.

Alcuni link utili incluso il book trailer:

Trama:
Laura e Nicholas si sono separati dopo una breve ma intensa relazione  a Copenaghen. Lei è una giovane italiana laureata in ingegneria e adesso vive a Doha, in Qatar, dove sempre più sola si dedica intensamente al lavoro. Lui, invece, si è trasferito a Hong Kong e, oppresso dai rimorsi per il modo in cui si è lasciato con Laura, parte alla ricerca della ragazza. Attraverso il diario della sua ex fidanzata, Nicholas riuscirà a ricomporne l’esistenza: la vita da expat, i pregiudizi verso una donna in carriera, la solitudine e la depressione, gli sport estremi, l’amore per la natura, il contrasto tra le diverse culture.

Sinossi:
Prendi una valigia da ventitré chili e mettici tutta la tua vita dentro. Seleziona bene cosa è importante e cosa no. Porta solo ciò che è strettamente utile: il computer, i vestiti e tutti quei documenti che servono a provare che esisti; perché andrai in una nazione dove, della tua esistenza, non importa niente a nessuno. I ricordi e il tuo passato li devi lasciare indietro. Di tanto in tanto ti sarà permesso di tornare a visitarli, ma solo per qualche giorno nei weekend liberi. Al massimo porta qualche foto, per non dimenticare chi sei. Ricorda che la valigia la dovrai trascinare per molti anni da un posto all’altro, quindi deve essere leggera. Per un po’ di tempo non avrai una dimora fissa, la dovrai cercare di continuo e, se sei poco fortunato, dovrai cambiare nazione un paio di volte.”


Cosi’ inizia il libro “Io ti Vedo”, libro che racconta la vita dei cervelli in fuga, di chi lascia il proprio paese cercando il lavoro dei suoi sogni in un altro...ma non sempre ci riesce.
Laura e Nicholas si sono separati dopo una breve relazione a Copenaghen. Lei è una giovane italiana laureata in ingegneria che non trovando lavoro in Italia è partita per l'estero. Adesso vive a Doha, in Qatar, dove sempre più sola si dedica intensamente al lavoro. Lui, invece, si è trasferito a Hong Kong e, oppresso dai rimorsi per il modo in cui si è lasciato con Laura, parte alla ricerca della ragazza.
Capitolo dopo capitolo Nicholas riuscirà a ricomporne l’esistenza: la solitudine e il bullismo durante l’adolescenza (medie e superiori), la vita da expat, i pregiudizi e la discriminazione verso una donna che vuole fare carriera, la discriminazione razziale, il contrasto tra le diverse culture.
Fino all'inaspettato incontro finale...

Personaggi principali:

La protagonista principale è Laura. A raccontare di lei, nella prima parte del racconto, è Nic, che ripercorre le tappe della loro storia. Nella seconda parte a parlare è Laura, che rivela a Nic il suo passato difficile. Chiusa e introversa, discriminata per il suo aspetto gracile, Laura ha trascorso l'infanzia e l’adolescenza scappando dai suoi coetanei. Cresce imparando a non aver bisogno degli altri dedicando il suo tempo libero agli sport estremi (kitesurf, arrampicata sportiva, paracadutismo etc). Dotata di uno straordinario senso pratico e spirito di iniziativa, una volta adulta diventa una donna forte e determinata, capace di lavorare in un ambiente prettamente maschile. Ma dietro la facciata della donna indipendente e insensibile si nasconde ancora la ragazzina sensibile della gioventù, bisognosa di affetto e comprensione.
Nicholas (Nic) nasce e cresce in Danimarca. Reduce anche lui da un’infanzia difficile è però molto estroverso. Pigro e abitudinario trascorre le giornate al computer tra videogiochi e hacking senza veri crucci o aspettative nella vita. Mai uscito dalla Danimarca, vive nella comodità offerta dal suo paese, ignaro delle difficoltà incontrate dai giovani che vivono oltre confine e che decidono di emigrare.




Ci leggiamo domani amici! Bacioni

2 commenti: