Elenco blog personale

mercoledì 6 settembre 2017

I miei consigli

Ciao amici lettori! Come state?
Un altro mese è arrivato e qui urge consigliarvi 5 libri per l'inizio dell'autunno.
Buona lettura!

I miei consigli.

Alice attraverso lo specchioTitolo: Alice attraverso lo specchio
Genere: Fantasy
Autore: Lewis Caroll
Editore: Giunti
Trama: II libro del nuovo capolavoro cinematografico Disney. "Alice attraverso lo specchio", prodotto da Tim Burton e sequel del più celebre Alice nel Paese delle Meraviglie. Nel mondo fantastico di Wonderland, avventura e humour si fondono per dare vita a una storia da leggere tutta d'un fiato e in cui la protagonista, ritornando a Wonderland, scoprirà che le cose sono molto cambiate e che i suoi amici hanno bisogno di aiuto. 
Perché lo consiglio:
Consiglio il secondo volume perché, a parer mio è molto migliore del primo Alice nel Paese delle meraviglie e, se non vi è ancora capitato di leggerne il seguito, dovete proprio provare.
È un'avventura emozionante e adrenalinica che vi farà amare la “nuova e matura” Alice.


Le porte della morte di [Annarita Tranfici, Arthur B. Waltermire]Titolo: Le porte della morte
Genere: sovrannaturale/horror
Autore:Arthur B. Waltemire
e-book
Trama:Si tratta di un'opera di poche pagine, breve e molto scorrevole, il cui tema portante è il mistero più grande dell’esistenza, quella condizione che ci rende tutti uguali e a cui nessuno di noi potrà sottrarsi: la morte. La morte, nel testo dello scrittore americano, è osservata da due prospettive e angolazioni completamente differenti: quella del signor Judson McMasters, uomo ricco e distinto, di famiglia benestante, conosciuto e rispettato da tutti e il quella del fedele servitore Hiram Biggs, il quale è al servizio della sua famiglia da generazioni, fin da quando era un ragazzino.
Perché lo consiglio:
è un e-book davvero brevissimo ma conquisterà chi ama le storie di fantasmi e il brivido leggero che esse provocano.


Copertina anterioreTitolo: Il pianista di Auschwitz
Genere: drammatico
Autore: Suzy Zail
Editore: New Compton Editore
Trama: Hanna ha quindici anni ed è una pianista di talento. È cresciuta in una famiglia ebrea della media borghesia ungherese, ma quando la città in cui vive viene rastrellata, dovrà conoscere insieme ai suoi cari gli orrori del campo di concentramento. Sua madre impazzirà dopo essere stata separata dal marito, e Hanna rimarrà sola con la sorella Erika ad affrontare un luogo agghiacciante e brutale come Auschwitz. Un giorno, però, le viene offerta la possibilità di suonare il pianoforte per il comandante del lager, una scelta sofferta per la povera ragazza. Una volta entrata nella villa del nazista, conoscerà suo figlio, Karl, ragazzo affascinante che sembra rinnegare la vita dello spietato padre. Di primo acchito, Hanna non potrà fare a meno di odiarlo con tutta se stessa. Eppure, man mano che passano i mesi, un altro sentimento per il giovane Karl si farà strada nel suo cuore...
Perché lo consiglio:
è una storia sofferta, drammatica e che vi farà emozionare, ma anche arrabbiare, una storia di quelle che vi rimarranno nel cuore.


Titolo: Il profumo delle foglie di limone
Genere: drammatico/thriller
Autore: Clara Sànchez
Editore: Garzanti
Trama:Spagna, Costa Blanca. Il sole è ancora molto caldo nonostante sia già settembre inoltrato. Per le strade non c'è nessuno, e l'aria è pervasa da un intenso profumo di limoni che arriva fino al mare. È qui che Sandra, trentenne in crisi, ha cercato rifugio: non ha un lavoro, è in rotta con i genitori, è incinta di un uomo che non è sicura di amare. È confusa e si sente sola, ed è alla disperata ricerca di una bussola per la sua vita. Fino al giorno in cui non incontra occhi comprensivi e gentili: si tratta di Fredrik e Karin Christensen, una coppia di amabili vecchietti. Sono come i nonni che non ha mai avuto. Momento dopo momento, le regalano una tenera amicizia, le presentano persone affascinanti, come Alberto, e la accolgono nella grande villa circondata da splendidi fiori. Un paradiso. Ma in realtà si tratta dell'inferno. Perché Fredrik e Karin sono criminali nazisti. Si sono distinti per la loro ferocia e ora, dietro il loro sguardo pacifico, covano il sogno di ricominciare. Lo sa bene Julian, scampato al campo di concentramento di Mathausen, che da giorni segue i loro movimenti passo dopo passo. Ora, forse, può smascherarli e Sandra è l'unica in grado di aiutarlo. Non è facile convincerla della verità. Eppure, dopo un primo momento di incredulità, la donna comincia a guardarli con occhi diversi. Adesso Sandra l'ha capito: lei e il suo piccolo rischiano molto. Ma non importa. Perché tutti devono sapere. Perché ciò che è successo non cada nell'oblio.
Perché lo consiglio:
Tutti quelli che l'hanno letto lo hanno amato per cui non posso far altro che consigliarvelo anche io.

Io e MarleyTitolo: Io e Marley
Genere: commedia/drammatico
Autore: John Grogan
Trama:Quando John e Jenny, una giovane coppia della Florida, decidono di adottare un cane per fare pratica come genitori non si immaginano quale uragano sta per abbattersi sulla loro casa. Marley, un Labrador giallo, da adorabile cucciolo si trasforma immediatamente in un gigante maldestro che si lancia attraverso le porte a zanzariera, distrugge le pareti, sbava sugli ospiti, ingurgita qualsiasi cosa attiri la sua curiosità, dai gioielli ai divani, e fugge dai bar tirandosi dietro il tavolino. Insomma, è la vergogna della scuola di addestramento e la disperazione del suo veterinario, che non sa più quale tranquillante prescrivergli. Ma Marley ha anche un cuore puro e innocente. Come rifiuta ogni limite imposto alla sua esuberanza, così la sua lealtà e il suo attaccamento sono infiniti, e la sua allegria devastante ma contagiosa sa riconquistarsi ogni volta l'affetto dei padroni. Questo libro è la sua storia, le gesta di una "persona non umana" che ha condiviso le gioie e i dolori della famiglia mentre questa cresceva, se n'è sentito parte anche nei periodi in cui nessuno voleva più saperne di lui e soprattutto è stato, per tutta la sua esistenza, un distruttivo, insostituibile, commovente esempio d'amore e fedeltà.
Perché lo consiglio:
Chi non ha amato il film?
E allora non potrete non amare anche il libro, io personalmente ho pianto come una bambina e non me ne vergogno affatto, sappiatelo!
Lo leggerò nuovamente prima o poi perché è uno di quei libri che si leggono più e più volte nella vita.

Bene amici lettori, questi erano i miei consigli, spero di esservi stata utile, fatemi sapere se avete letto uno di questi o se vi ho convinto a leggerli.
Un bacione dalla vostra Cry.


2 commenti: